Pagine

mercoledì 30 aprile 2008

Memoria politica sempre più corta

E così adesso il più vecchio partito in questo Parlamento è la Lega fondata nel lontanissimo 1989. Anche questo è un sintomo dello sfilacciamento della corda che ci lega al passato e che sfilaccia a sua volta questa nazione nei mille rivoli dell'individualismo. Non c'è più passato, non si intravede un futuro, il presente non si riesce ad afferrare. Ma in che tempi stiamo vivendo?

24 commenti:

  1. viviamo in tempi in cui un tale,dopo aver osannato ed incitato alla guerra di liberazione, anzi ad una vera e propria rivoluzione, minaccia la transumanza di 300000 novelli paladini ,vocati al martirio ed armati di fucili ...costui l’ha passata liscia per l’ennesima volta perché gode, ma non per il fatto ( consentitemi le sue parole)che l'ha dùr, ma semplicemente dell’immunità parlamentare.
    E anche adesso, nonostante siano in corso le trattive per la formazione del neogoverno, viene "folkloristicamente" , scusato a mò di can che abbaia , ma non morde...e immancabilmente ritratta cercando di argomentare sul significato dei suoi appelli, che sono sempre inequivocabili.
    Se uno di noi si cimentasse in simili exploit, di sicuro non gioverebbe dell'impunità.

    RispondiElimina
  2. eh viviamo proprio in tempi di merda

    RispondiElimina
  3. A nu amu ancuu vistu tutu.......

    RispondiElimina
  4. ---ma davvero non capisco la vostra intolleranza verso chi ha vinto le elezioni. Non c'è ancora il governo e già li accusate. Se hanno vinto alla GRANDE è perchè siete in minoranza e la vostra decantata democrazia la usate in questo modo?

    RispondiElimina
  5. ...me ne sono dimenticata un pezzo: non ho letto una parola di autocritica!!!Forse fareste meglio a farla...

    RispondiElimina
  6. Non mi ero fermato a riflettere su questa cosa...
    La metto insieme alle tante altre che mi mettono i brividi in questo momento.

    RispondiElimina
  7. @gturs
    si deve fare autocritica dopo una sconfitta ma ricordati che il lupo perde il pelo e non il...... Vorrei essere smentito dai fatti. C'è troppo buonismo di facciata. I giornali e le TV nazionali si sono già allineati. Leggiti qualche articolo sulla stampa estera. Buon 1 maggio a tutti.

    RispondiElimina
  8. @gturs chi ci dovrebbe rappresentare negli organi istituzionali dello Stato forse dovrebbe esserne all’altezza ovviamente non solo nelle competenze tecniche ma anche nei modi e nei toni con cui veicola messaggi dimostrando professionalità ed educazione (considerata un anacronistico optional e sinonimo di snobismo),a prescindere dallo schieramento politico più o meno condivisibile...ma certi toni fanno audience e hanno suscitato la mia piccata replica

    RispondiElimina
  9. Ma è vero, non ci avevo ne fatto caso ne pensato che fosse la lega il partito più vecchio in parlamento, questa cosa è atroce..

    RispondiElimina
  10. mattomatte1/5/08 14:03

    quoto l'ultimo commento di skip e il post di alberto...questo paese sta veramente perdendo la memoria dei fatti, forse qualcuno ha interesse che sia così...

    RispondiElimina
  11. @skip, sono d'accordo con te che i toni vadano moderati, ma non possiamo bendarci gli occhi!!!
    Che le cose vadano male non lo possiamo negare, che la società odierna è rappresentata da qualunquismi beceri, neanche, la colpa di chi è? Di Bossi & compani non credo....
    La mia risposta è la famiglia e in parte della scuola!!! I giovani crescono senza ideali solo con il consumismo nella testa...
    Tutto gli è dovuto, nulla è da conquistare.....a mio figlio cerco di insegnare l'importanza dei valori, morali e materiali e anche cristiani, sbaglio?
    Sarà poi lui a scegliere la strada da prendere...
    E' il suo futuro che mi preoccupa!!!
    @Alberto mi conosci " un po' " e ti ringrazio per avermi dato questo strumento per esprimere le mie idee, lo sai che non abbiamo quasi niente in comune tranne l'amore per questa Terra da cui ti scrivo!!!
    L'autocritica a cui mi riferivo è proprio questa, tutti abbiamo delle colpe, non possiamo nasconderci dietro a una bandiera " Rossa, nera o verde".....
    Grazie e buon primo Maggio a tutti.

    RispondiElimina
  12. Tempi in cui è difficile essere ottimisti..

    RispondiElimina
  13. http://www.xxmiglia.net/2007/10/16/opera-buffa/

    http://www.xxmiglia.net/2008/01/20/tragicommedia/

    :)

    RispondiElimina
  14. cavallo pazzo2/5/08 08:39

    A me sinceramente pare che l'autocritica ci sia in abbondanza, unita ad una certa flemma. Dopo la rabbia dei primi giorni, infatti mi pare che tutto si stia calmando (almeno sembra).
    Ingegnoso (ma scorretto) il fatto che la Lega abbia inserito i pellerossa sui suoi manifesti. La proporzione fra i due fatti è veramente gigantesca. Speriamo ci sia presto il nuovo governo e se veramente avranno il coraggio di buttare in mare i clandestini...

    RispondiElimina
  15. Viviamo in un tempo in cui il leader si alza sul predellino per salutare la folla quasi fosse una star del cinema... e poi quel saluto... scusate ma il suo modo di salutare con quel braccio teso e alzato a me fa paura :-(

    RispondiElimina
  16. Viviamo in un tempo di economia di mercato. Una merce determina il proprio prezzo, esclusivamente attraverso la domanda, e non una programmazione politica dell’economia.
    Purtroppo ciò si riflette miseramente su tutti gli aspetti della vita. Anche il voto è una merce. In Italia si spacciano dubbi problemi per creare domanda e, successivamente, vendere soluzioni prefabbricate. Baratto il voto per una soluzione ad un problema che non c’è. Siamo talmente assuefatti a questo sistema che non siamo più in grado di individuare i nostri veri problemi. Questo è il deserto culturale in cui viviamo. Ora, senza nulla togliere a quella bellissima persona che è Bossi, ai suoi tanti fucili ed ai suoi delicatissimi modi, il fatto che il suo partito sia il più “anziano” del parlamento significa che persa la cultura stiamo perdendo anche la memoria. Bello no?
    @gturs: la morale non può difendere ne te ne tuo figlio, ne nessuno da queste brutture della società. La morale è soggetta alla moda e le mode cambiano. Inoltre ti invito a far attenzione alla morale cattolica, che spesso sfrutta il bisogno di sacralità della gente per altri fini. Insegna a tuo figlio l’etica, perché in essa sono racchiusi i veri valori, siano essi cristiani, socialisti o banalmente umani.

    RispondiElimina
  17. @tripiz, l'etica è lo studio dei fondamenti oggettivi e razionali che ci permettono di distinguere i comportamenti umani in buoni e giusti e permette all'individuo di gestire adeguatamente la propria libertà.
    Non penso che la morale segua le mode, essendo l'etica detta anche filosofia morale che ha come oggetto i valori morali che determinano il comportamento dell'uomo.
    A mio figlio insegno l'etica cristiana e se quando sarà indipendente ed autosufficiente per poter prendere delle decisioni autonome, sarà libero di farlo e io ne sarò contenta!!!

    RispondiElimina
  18. A sparta la moda era di buttare i bambini giù dalla rupe per selezionare i più forti. A Roma, duemila anni fa, era moralmente giusto far mangiare i cristiani dai leoni. Durante l’inquisizione la morale collettiva metteva al rogo tante giovani donne, etc. etc. Come vedi la “regola morale” è un qualcosa che cambia nel tempo. Scusami se dico volgarmente “soggetta alla moda”.
    Riguardo all’etica, non sono qui per insegnare niente a nessuno, però non è il caso di fare un copia e incolla dei primi due righi di wikipedia per farmi la lezioncina su cosa essa sia. Se cerchi una definizione, sicuramente riduttiva, ma efficace, senza scomodare il pensiero Kantiano, l’etica è lo studio della condotta umana.

    RispondiElimina
  19. non sono una filosofa,e neanche l'ho studiata e dai dai filosofi non voglio neppure lezioni.... ne conosco un paio e della loro etica non mi piace nulla....!!!
    Su questo blog non ti ho mai letto, e mi fa solamente piacere che i soliti "utilizzatori" abbiano accettato il mio pensiero senza offendere così come hai fatto tu, sai, noi ignoranti diciamo grazie anche a Wikipedia perchè con un semplice colpo di tastiera impariamo ogni giorno cose nuove!!!
    Saluti a tutti.

    RispondiElimina
  20. Non sono un filosofo, mi scuso se ti ho offeso. Anche io amo wiki, anche se penso che i concetti vadano ellaborati. Su questo blog nono nuovo. facciamo pace?

    RispondiElimina
  21. pignasca5/5/08 13:33

    @gturs:
    non mi sembra che qui ci sia intolleranza.
    Il PDL ha vinto le elezioni e nessuno lo mette in dubbio (se a vincere fosse stata la sinistra, sicuramente sarebbe stato perchè ha imbrogliato...)
    I 300.000 promessi da Bossi non mi sembrano AFFATTO democrazia!
    Quindi, fai un pochino di autocritica anche tu!

    RispondiElimina
  22. @pignasca, scusa ma che autocritica dovrei fare io?
    Non la penso sicuramente come te e la cosa mi da più fastidio della sinistra è l'essere arroccata sulle posizioni...
    Credo proprio che qui ci sia intolleranza verso una certa parte politica cosa che invece non manifesto io nei mie interventi, a me piace questo blog, cosa devo fare se non la penso come alberto o la gran parte di voi? Dovrei smettere di intervenire? Invece no, ho segnalato il blog ad un forum di professionisti che operano nel mio campo lavorativo e questa sera ho già trovato un post di un iscritto, ed è sicuramente un bel post!!!
    Smorzare i toni da entrambi le parti forse è la soluzione per tutti!!!

    RispondiElimina
  23. pignasca6/5/08 13:47

    @gturs: scusa!
    grazie ad Alberto, questo blog è assolutamente aperto a tutti.
    L'autocritica che ti chiedevo era di fare riflessione su chi ci governerà, ossia Bossi e le sue uscite che sembrano entrate.
    Non puoi dire che la sinistra usa la male la democrazia, quando abbiamo un certo senatur che ogni due per tre minaccia... e 300.000 armati, e pallottole per tutti, ecc..ecc..
    Forse "smorzare i toni" va benissimo! per tutti, a cominciare proprio da lui.

    RispondiElimina