Pagine

domenica 11 luglio 2010

Letizia Moratti e il Monopoli

Monopoli
In queste torride giornate milanesi Letizia Moratti, la signora sindaco della città, ha un cruccio. È più che un cruccio, tanto che, come ha dichiarato senza alcun imbarazzo, per due giorni questo rovello le ha riempito in maniera esclusiva la mente («Tra ieri e oggi mi sono occupata solo di questo»).

Che sarà mai questo problema così impellente? I progetti per l'Expo che fanno acqua da tutte le parti? La sua immagine appannata da rilucidare per la prossima campagna elettorale? Oppure il figlio Gabriele che non vuole saldare i debiti?

Niente di tutto ciò. Ma l'ansiosa preoccupazione che Milano non rientri tra le 22 città che saranno rappresentate nella nuova versione del Monopoli, il notissimo gioco da tavolo che presto uscirà in una nuova edizione riveduta.

E così ha fatto un accorato «appello ai cittadini perché votino la loro città sul sito» dell'azienda produttrice, scadenza 28 luglio. Questione risibile rispetto a tutte le patate bollenti che dentro palazzo Marino devono essere pelate. Ma irrinunciabile questione di immagine. Il rischio è che una metropoli che sarà sede dell'Esposizione universale nel 2015 venga sopravanzata da Chieti, Catanzaro, Cuneo, Messina e perfino da Andria e Barletta. E allora saranno pernacchie senza pietà per i poveri bauscia. E anche un addio a Moratti sindaco.

Aaah il Monopoli. Chi non ha ricordi legati a questo gioco?

Aggiunta, ore 19.47
Il bravo Portos dopo aver visto il post si è messo al tavolo e in un baleno ha disegnato la vignetta. Grazie.
Vignetta sulla Moratti e il Monopoli

Technorati Tags: ,

10 commenti:

  1. Bravo Alberto!
    rotolo :D

    RispondiElimina
  2. Il grottesco è ormai una realtà quotidiana...

    RispondiElimina
  3. No ti prego... E' allucinante!

    RispondiElimina
  4. E' uno scherzo posticipato, vero? Cioè a Milano hanno deciso che il 1° di Aprile è oggi? Ma non ho parole!!!!

    RispondiElimina
  5. A monopoli ci giocavamo cinquantanni fa. Silvano, Gianmario, Teresio ed io.

    RispondiElimina
  6. Detesto il Monopoli.
    La vignetta mi ha fatto davvero ridere. Perfetta.
    Ciao Alberto.

    @Silla: non ti facevo così decrepito.

    RispondiElimina
  7. Non ci sono parole... Se queste sono le priorità dei nostri politici :-(

    Ha ragione Alessandro a dire che "Il grottesco è ormai una realtà quotidiana..."

    RispondiElimina
  8. Non è l'unica a preoccuparsi della classifica di monopolyItalia. Anche Sanremo ambisce a piazzarsi sul nuovo tabellone e ha più volte reclamizzato l'iniziativa.

    Ci giocavo anch'io e ricordo che le case in parco( o piazza?) della Vittoria erano le più care.

    RispondiElimina
  9. Non so nemmeno cosa commentare. Ho le palle in caduta libera.

    RispondiElimina

Per una questione di valanghe di spam sono stato costretto a non permettere più commenti anonimi. Dopo un po' vedrò.