Pagine

lunedì 18 giugno 2012

Maschi e femmine

kiwi

Se avete letto il titolo del post sul blogroll o da qualche altra parte avete pensato, ne sono sicuro, ai maschi e alle femmine degli umani. E invece no. Mi riferisco alle piante, perché anche tra loro ce ne sono che hanno differenze di genere, e solo le piante femmine figliano.

Avevo in questo orto al paesello tre femmine di kiwi e un maschio. Poi il maschio è seccato ma le femmine hanno continuato a produrre. Nella foto in basso le nuove creature che stanno crescendo fotografate qualche ora fa. Figlie del maschio di qualche vicino, evidentemente, con cui le vedove non hanno tardato a consolarsi.

In alto invece un kiwi già apparso su questo blog figlio del primo padre. Il ramo è lo stesso.

Altroché famiglie allargate. In Natura l'amore è universale. Fra simili.

kiwi

Tags:

25 commenti:

  1. Nel regno animale, qualche specie cambia sesso a seconda delle necessità, se non addirittura è contemporaneamente sia maschio che femmina.
    Non mi risulta succeda anche nel regno vegetale, quindi le tue piante sono vedove allegre :-)
    La Natura è talmente meravigliosa da lasciarmi sempre stupefatta.

    RispondiElimina
  2. nel regno vegetale la maggior parte delle piante sono maschi e femmine nello stesso tempo: però in genere sono fatte in modo da escludere l'autofecondazione. un' eccezione (nel senso che è invece autofecondante ) è la soia...

    RispondiElimina
  3. Questa proprio! Le vedove del kiwi che si consolano. Mi è piaciuta da morire. Ma se, dopo, anche la mia vedova si consola? Allora per questa volta decido di restare in vita. Molto belle le foto e simpatico il blob della settimana. Ciao Alberto.

    RispondiElimina
  4. Nel saggio "Armi, acciaio e malattie", Jared Diamond sostiene che l'autofecondazione di alcune piante è stata un requisito fondamentale per la nascita dell'agricoltura. Semplificando, i nostri antenati preistorici poterono selezionare gli esemplari di alcune piante con le caratteristiche più adatte alla "domesticazione" e, grazie all'autofecondazione, tali caratteristiche poterono trasmettersi direttamente al patrimonio genetico degli esemplari successivi.
    Come al solito, foto bellissime!

    RispondiElimina
  5. "In Natura l'amore è universale". Si, ma allora gli umani non fanno parte della Natura?
    Tema post interessantissimo.

    RispondiElimina
  6. L'Amore è universale per le piante, per gli animali e per gli umani intelligenti. Agli umani imbecilli piace invece costruire gabbie, steccati, confini, divieti, convenzioni, tabù...

    RispondiElimina
  7. Mi sa che te l'ho già scritto, ma la prima foto è trascendente: la rappresentazione dell'idea platonica del kiwi. :)

    RispondiElimina
  8. Ciao Alberto, come stai? è tanto che non lascio traccia del mio passaggio! :)
    ma come si fa a capire se un kiwi è maschio o femmina? Poi, altra piccola curiosità: c'è qualche differenza tra il frutto maschio e quello femmina?

    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Iulia
      Bentornata. Forse non hai letto bene. I maschi non fanno frutti e hanno fiori più piccoli di quelli delle femmine.

      Elimina
  9. a me è rimasto un kiwi maschio le tre femmine sono morte, il maschietto un po in età, è solo, tenta di fecondare un ulivo ma non c'è storia, una oliva-kiwi è improponibile...
    maistretu

    RispondiElimina
  10. Mio papà ha i kiwi nell'orto, ma non ho ancora capito come si distinguono i sessi!

    RispondiElimina
  11. Veramente le piante arcaiche non fanno l'amore con nessuno perché non hanno fiori. Quelle più moderne fanno l'amore con gli insetti impollinatori. Qualcuna col vento.

    RispondiElimina
  12. Albe' il post è divertente al 100x100 e le foto bellissime.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  13. ...In Natura l'amore è universale.... E' proprio per questo motivo che, spesso, mi chiedo cosa c'azzecchi, in un mondo così perfetto, l'essere umano.

    Ciao Alberto, buona giornata.

    RispondiElimina
  14. Gli uomini dovrebbero imparare di più dalle migliori manifestazioni della natura, come quella qui descritta!

    RispondiElimina
  15. (...) "Avevo in questo orto al paesello tre femmine di kiwi e un maschio. Poi il maschio è seccato ma le femmine hanno continuato a produrre. Nella foto in basso le nuove creature che stanno crescendo fotografate qualche ora fa. Figlie del maschio di qualche vicino, evidentemente, con cui le vedove non hanno tardato a consolarsi" .....
    ma +Alberto Cane che mi dici LE FEMMINE BATTONO MASCHIO TRE A ZERO...ahahahahaha gustosissima storia

    RispondiElimina
  16. SCHERZO eh @alberto dal GPlus ,ormai,avrai imparato quanto alle volte io sdrammatizzi

    NOTA X (per i tuoi affezionati lettori sul blogpost che pero' non conoscono Plus GPlus di Google :-)

    RispondiElimina
  17. ci sono piante ermafrodite, l'ulivo per esempio, alcune varietà hanno bisogno per l'impollinazione di specie diverse, la nostra Taggiasca è autofertile al 100%, salvo la qualità Pignolo che ne favorisce l'impollinazione.. in questi giorni si può assistere agli sviluppi dell'impollinazione, se il fiore presenza un piccolissimo puntino nero, tutto è ok! poi se il frutto verrà..
    Maistretu

    RispondiElimina
  18. Non riesco a fecondare le" pasteche". Dammi una dritta

    RispondiElimina
  19. Bellissimo post....
    Ma lo sai, a proposito di kiwi che anch'io ho notato una strana anomalia quest'anno?
    Ho tre piante delle quali due femmine ed un maschio..l'anno scorso il signore si è "dato da fare" e le due femmine hanno ben prolificato.
    Quest'anno sono rimasta allibita....le due signore manco un frutto...in compenso li ha lui!!!
    Che sia colpa delle due grandinate?
    Comunque è vero in natura non si bada tanto a quello al quale invece bada tanto l'umano..
    Lo sai che avevo due gatte, la nonna e la mamma che allattavano lo stesso micino? Quando si allontanava l'una c'era sempre l'altra a proteggerlo.
    Ciao
    Bruna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Diana
      Quello che dici sui tuoi kiwi mi sembra impossibile. Se così fosse dovresti chiamare qualche botanico perché la cosa ha dello straordinario.

      Elimina
  20. Orpo, la mia ignoranza in materia agricola è abissale!
    E purtroppo anche su altri argomenti.

    RispondiElimina
  21. NMuf, avevo scritto un commento lunghissimo e me lo ha mangiato, blog carnivoro :D Ora preparazione cena poi , rimedio

    RispondiElimina
  22. Attento che Bagnasco te lo far tirar giù quell'albero promiscuo ;-)

    RispondiElimina

Non fate commenti come "Anonimo". Andate su Nome/URL. Inserite il vostro nickname nel campo "nome", se non avete un blog/sito lasciate vuoto il campo URL.