Pagine

mercoledì 27 gennaio 2016

Oggi giornata della memoria

milano memoriale della Shoah


Foto scattate al memoriale della Shoah

Come ogni anno, il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria in ricordo delle vittime dell'Olocausto. A Milano in programma numerosi eventi.

Primi fra tutti si può visitare gratuitamente il Memoriale della Shoah, presso la Stazione Centrale: l'unico luogo in Europa teatro delle deportazioni ad essere rimasto intatto.

Tra le iniziative per la Giornata della Memoria al Parco Trotter, tre proiezioni al Mic: alle 15.00 e alle 19.00 Night Will Fall. Perché non scenda la notte, documentario firmato da Andrè Singer, e alle 17.00 Wunderkinder, film tedesco ambientato negli anni '40. Biglietti a 5,50 euro.

Alle 18.00, presso la Sala del Grechetto della Biblioteca Sormani si parla della Resistenza ebraica in Italia con Luca Alessandrini, Meir Polacco, Rav Elia Richetti, Nicoletta Teglio, Paola Fargion.

Allo stesso orario, il racconto della deportazione di Giovanni Mondoni, da viale Monza a Mauthausen, allo spazio City Art di via Dolomiti 11, con letture di Rossana Mondoni e accompagnamento musicale di Michela Loche e Carola Ambrosioni.

Alle 18.30, alla Feltrinelli di Piazza Duomo si tiene l'incontro Quante storie. Linguaggi della memoria, a cui partecipano David Bidussa, Riccardo Chiattelli, Danilo De Biasio e Carlo Greppi.

La sera come ogni anno, alle ore 20.00 si tiene presso la Sala Verdi del Conservatorio Giuseppe Verdi il concerto di commemorazione del Giorno della Memoria: tra musiche e letture, anche gli interventi di Alessandro Melchiorre, direttore del Conservatorio, Ferruccio de Bortoli, presidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano, e Rav Alfonso Arbib, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Milano. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Alle 20.45, presso la Sala Treno Blu del Teatro Franco Parenti, organizzato l'incontro a più voci Shoah tra memoria e attualità: pensieri su Primo Levi e altri autori: tra gli ospiti, Moreno Gentili, che dialoga di Shoah e di politica razziale, Domenico Cicchetti che legge brani di diversi autori (da Primo Levi a Etty Hillesum, da Gitta Sereny a Patrick Modiano e Hanna Arendt), con l'accompagnamento di Marcella Schiavelli al violoncello.

Non mancano gli spettacoli teatrali. Fino a domenica 31 gennaio, al Teatro Libero, tutti i giorni alle 21.00 (ad eccezione di domenica 31, con lo spettacolo delle 16.00), in scena Alessandro Lussiana e Valeria Perdonò con Testastorta: la storia inventata, prima nazionale di un adattamento teatrale curato da Tobia Rossi e diretto da Manuel Renga dell'omonimo romanzo della scrittrice israeliana Nava Semel. Biglietto 21 euro.

Negli stessi giorni, al Teatro della Coperativa c'è invece lo spettacolo I me ciamava per nome: 44.787 Risiera di San Sabba, che narra dell'unico lager nazista in Italia munito di forno crematorio. Con Nicoletta Ramorino, Ernesto Rossi, Rossana Mola, Renato Sarti. Da lunedì a sabato alle 20.45, domenica alle 16.00. Biglietto 18 euro.

Gli eventi per la Giornata della Memoria non si esauriscono il 27 gennaio. Venerdì 29 , presso la Biblioteca Dergano Bovisa, alle 20.30 viene proiettato il film del 2015 La memoria che resta di Francesca La Mantia che raccoglie testimonianze di partigiani, cittadini, intellettuali, sulla Resistenza a Milano. Omaggio alla memoria storica del capoluogo lombardo, città Medaglia d’Oro della Resistenza.

Sabato 30 gennaio, presso lo spazio Talamucci di Sesto San Giovanni, in via Dante 6, inaugurazione della mostra di illustrazioni di Emanuele Luzzati, scenografo e illustratore costretto ad abbandonare la sua Genova a causa delle leggi razziali. Esposte, opere della dalla Collezione Umberto Albini, inaugurazione ore 17.00.

Domenica 31 gennaio, a partire dalle ore 16.00, nuovo appuntamento al Memoriale della Shoah: in scnena lo spettacolo Che non abbiano fine mai... di Eyal Lerner, dedicato alla storia e alla cultura ebraiche, con particolare attenzione al tema della Shoah. Ingresso 5 euro con prenotazione obbligatoria, per info prenotazioni@memorialeshoah.it.
A seguire, alle ore 18.00, l'incontro a iscrizione obbligatoria Porte chiuse, porte aperte: organizzato da Comunità di Sant’Egidio e Comunità Ebraica di Milano, vede la partecipazione di Liliana Segre e dei profughi ospitati dal Memoriale nel 2015.

Ultimi due eventi presso il Memoriale in programma per domenica 7 e lunedì 8 febbraio. Previsto per tutta la mattina di domenica 7, l’incontro Medicina e Shoah. Dalle politiche razziste dell’800 alla bioetica, con interventi di Antonio Pizzutti, Marcello Buiatti, Marcello Pezzetti e Laura Boella; presenta Michele Sarfatti e modera Giorgio Mortara.

Lunedì 8 febbraio alle 18.00, presentazione del libro Un amore ad Auschwitz. Edek e Mala: una storia vera di Francesca Paci. Presente l'autrice assieme a Marcello Pezzetti, direttore del Museo della Shoah di Roma.

Allo Spazio Mostre Bernardo Caprotti, in questi giorni e fino a fine febbraio si può visitare la mostra Dalle leggi antiebraiche alla Shoah, esposizione dedicata alle persecuzioni antiebraiche ma anche alcuni eventi storici e personali accadute nell’Italia del fascismo. Un progetto della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea.



QUI tutti i post sulla Giornata della Memoria.

2 commenti:

  1. Ho visto il Memoriale della Shoah alla Stazione Centrale. Sconvolgente.
    Ma come ogni anno voglio ribadire che vittime non furono solo gli ebrei, ma molti altri ancora, tra cui i dissidenti tedeschi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ambra
      Concordo, concordo in pieno.

      Elimina