Pagine

sabato 17 febbraio 2018

«Prima gli italiani». Ma i manifesti li attaccano gli immigrati

manifesti elettorali
Milano, scattata alle 7.10 del mattino da Luca Paladini dei Sentinelli

«Prima gli italiani» «Qui si fa l’Italia» e via di questo passo.
Ma i manifesti li fanno attaccare agli extracomunitari che gli costano meno. E chissà che questi italiani duri e puri non abbiano anche badanti, colf e dipendenti stranieri, proprio per lo stesso motivo. Chissà.

Buona domenica.



QUI tutte le foto del sabato (275 post).

28 commenti:

  1. Ma dai! Clamoroso. E comunque dietro queste situazioni e per come tu hai scritto nel post (penso anch'io alle badanti, alle colf e ai dipendenti stranieri) insieme a questa foto ci vedo una tale ipocrisia...mah!
    Un salutone e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @accadebis
      In politica l'ipocrisia è di casa.

      Elimina
  2. Vizi privati e pubbliche virtù: la nostra (?) italietta :( :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Marco
      Direi nemmeno pubbliche virtù.

      Elimina
  3. La crisi della politica, una volta se li attaccavano da soli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Sara
      Pensavo anch'io a questo, quando c'erano ancora le sezioni dei partiti.

      Elimina
  4. Eh, grazie, se li attaccano gli italiani è meno convincente. Se invece lo fanno gli stranieri pensi "ah, allora anche loro sono d'accordo: prima gli italiani!" e li voti.

    RispondiElimina
  5. abbiamo fatto lo stesso post, su questo fatto. I manifesti li attaccano gli extra perchè costano meno e il buon Salvini ne approfitta pure lui. Le campagne elettorali costano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @enio
      Sarà in regola l'attacchino o lavora al nero?

      Elimina
  6. Qualsiasi manifesto attacchino è un invito a entrare in un mondo di bugie, ma forse loro non se ne rendono conto, poverini.
    Cristiana
    PS ho cambiato blog e mi faresti una cortesia se continuassi a seguirmi.

    RispondiElimina
  7. Beh costano poco comunque se non fosse un immigrato sarebbe una persona del Sud ...
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Enri
      Sì, però la Lega ha tolto dal simbolo la parola "Nord".

      Elimina
  8. La doppia morale è merce di scambio, molto venduta e consumata in questo sistema: lo sfruttamento! La libidine dello schiavismo ed il fascino della "superiorità" più o meno razziale.
    Immagini, scorci di realtà che ci raccontano quel che siamo... che ci piaccia o meno.
    Buona domenica Alberto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Rosa
      Non è un bel mondo. E non si vedono cambiamenti in meglio.

      Elimina
  9. Bhà sono allibita e perplessa, il fatto è che gli immigrati sono i benvenuti i delinquenti no, non mi esprimo poi sulla politica della Lega perché io coi fascisti non ci voglia avere nulla a che fare!

    RispondiElimina
  10. Finché si tratta di schiavizzarli va tutto bene. Come già tu e altri avete detto, costano poco perché vengono pagati in nero (ironia non voluta nella frase); se dovessero pagare un attacchino italiano dotato di partita IVA, gli costerebbe molto di più. Solo che se riusciranno nel loro intento di cacciar via tutti i loro schiavetti sottopagati poi scopriranno che dovranno rimboccarsi le maniche per farsi da soli tutti quei bei lavoretti che finora hanno sbolognato ad altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno, Guarda trovo assurdo il pagarli in nero da chi dovrebbe fare politica e quindi esigere che tutti paghino le tasse, nessuno escluso!

      Elimina
  11. E non chiediamoci se la sera dopo il lavoro vanno dritti a casa o si fermano a fare una sosta in compagnia lungo la strada...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Cri
      Ahahah. Non chiediamocelo.

      Elimina
  12. bellissima foto: è un discorso sulla contraddizione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Sabina
      Sì, foto che parla da sola.

      Elimina
  13. siamo una barzelletta, nn un paese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ernest
      Ridere per non piangere.

      Elimina