Pagine

martedì 12 settembre 2017

Gli imbecilli di facebook


Gira su facebook questa foto che è evidentemente un falso, visto che delle due studentesse americane coinvolte nel fattaccio non si sa né il nome né tantomeno si conosce il volto. Eppure l'immagine è stata condivisa da più di tremila utenti. Imbecilli o che altro?

Ecco, ci vorrebbe questo. Che le due ragazze della foto si affidassero a un buon avvocato. E che questo avvocato querelasse, uno ad uno, tutti quelli che hanno pubblicato sui loro profili l'immagine chiedendo una bella sommetta di risarcimento. Si sveglierebbero forse dalla loro imbecillità?

14 commenti:

  1. Pffff. Si metterebbero a gridare al gombloddo.

    RispondiElimina
  2. Sono "luoghi" da non frequentare!

    RispondiElimina
  3. Come quelli che facevano girare la foto di un gruppo di ragazzi di colore dicendo che andavano a votare pagati alle primarie del Pd.

    RispondiElimina
  4. Pecoroni senza testa. Ergo: mostri decerebrati.

    RispondiElimina
  5. Purtroppo i webeti hanno potere assoluto nella società moderna. Qualche troll pubblica una foto a casaccio, e milionate di webeti la condividono, così qualche poveraccio (si veda il caso di Alfredo Mascheroni) viene rovinato così, puf, da un giorno all'altro. Bisogna davvero chiudere il web.

    RispondiElimina
  6. ci sarà un motivo sei i cinquestelle rischiano di andare al governo no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più o meno lo stesso motivo per cui al governo ci sono gli estremisti razzisti anti del partito democratico anti.

      Elimina
  7. Solita foto assurda pubblicata su Facebook...

    Comunque, se anche fossero quelle due, ciò non giustifica in alcun modo un doppio stupro.

    RispondiElimina
  8. Questi "utenti" sono scimmie con in mano delle pistole (detto con rispetto verso le scimmie).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pistole? Magari. Hanno in mano bombe nucleari: ogni argomento che toccano lo distruggono senza speranza!

      Elimina
  9. Sai cos'è davvero triste? IL dover pensare che, visti i tempi squallidi che viviamo, "solo" 3000 condivisioni, di questa o altre foto assurde, siano persino poche!! :-(

    RispondiElimina
  10. Come affermato in altro blog.... già da lungo tempo mi capita che a frequentare i social media c'è di che soffrire di voltastomaco, tanto è il fetore fasciorazzista che dagli stessi si diffonde.

    Questo è un chiaro esempio dello squallore che sempre più caratterizza questa nostra società.

    Ciao Alberto.

    RispondiElimina
  11. che dire siamo accerchiati... mi viene anche da aggiungere che anche se fossero quelle ognuno ha il diritto di divertirsi e fare ciò che vuole rimanendo nei limiti di legge, ma nessuno può permettersi di approfittare degli altri.

    RispondiElimina