Pagine

sabato 17 febbraio 2018

«Prima gli italiani». Ma i manifesti li attaccano gli immigrati

manifesti elettorali
Milano, scattata alle 7.10 del mattino da Luca Paladini dei Sentinelli

«Prima gli italiani» «Qui si fa l’Italia» e via di questo passo.
Ma i manifesti li fanno attaccare agli extracomunitari che gli costano meno. E chissà che questi italiani duri e puri non abbiano anche badanti, colf e dipendenti stranieri, proprio per lo stesso motivo. Chissà.

Buona domenica.



QUI tutte le foto del sabato (275 post).

mercoledì 14 febbraio 2018

sabato 10 febbraio 2018

Au nom de la rose

Negozio di rose

Milano, zona Brera

Certo che in francese suona meglio. O no?

Buona domenica.






QUI tutte le foto del sabato (274 post).

sabato 3 febbraio 2018

La bella scrittura

calligrafia

Milano, negozietto sul naviglio Martesana

Calligrafia, dal greco  (καλòς calòs) bello e (γραφία graphìa) scrittura. Come nel titolo, bella scrittura.

Purtroppo non soltanto la bella scrittura sta scomparendo ma anche la semplice scrittura a mano (bella o brutta) se ne sta andando. Per quanto mi riguarda no. E voi?

Buona domenica.

calligrafia

QUI tutte le foto del sabato (273 post).

martedì 30 gennaio 2018

sabato 27 gennaio 2018

Oggi giorno della memoria: "Trasporto 81. Da Bolzano a Flossenbürg"

Sono stato ieri alla Casa della Memoria a vedere la mostra Trasporto 81. Da Bolzano a Flossenbürg. QUI potete scaricarla in pdf.
Curata dall'Aned (Associazione nazionale ex-deportati nei campi nazisti) ricostruisce le vicende dei  432 deportati del "trasporto 81", il lungo convoglio di carri merci stipati di prigionieri partito da Bolzano il 5 settembre 1944 e arrivato due giorni dopo al lager di Flossenbürg in Alta Baviera. Vengono  ricostruite la biografie dei deportati attraverso una pluralità di fonti, tra le più toccanti le testimonianze dei sopravvissuti.

Ne pubblico una.

giorno della memoria, trasporto 81
giorno della memoria, trasporto 81

giorno della memoria, trasporto 81
Se volete potete ingrandire questa foto

Aggiunta
Il senso della memoria
Il giorno dedicato alla memoria è quasi giunto al termine: come ogni anno abbiamo visto immagini, abbiamo ascoltato parole accompagnate da una musica struggente, forse ci siamo sentiti addolorati, forse indignati.
Poi la giornata finisce e, da domani, e per un intero anno, non ci penseremo più, abbiamo fatto il nostro dovere, abbiamo celebrato il ricordo e possiamo far ritorno alla vita normale, quella dove la solidarietà è spesso confusa con il “buonismo”, quella dove i nostri problemi personalissimi tornano ad essere una priorità e i problemi degli altri scivolano via, sotto una cortina di indifferenza, come polvere nascosta sotto un tappeto.
Giornate come questa hanno un senso solo se riescono a scuotere la nostra coscienza, solo se lasciano semi che permettano alla nostra umanità di crescere, solo se ci fanno comprendere che quello che è accaduto può ancora accadere, e ancora accade, e che è nostro preciso dovere vigilare e opporci sempre.
da Sciura Pina


QUI tutti i post sul giorno della memoria (11).

QUI tutte le foto del sabato (272 post). 

mercoledì 24 gennaio 2018

Simboli elettorali, di tutto di più

Ieri il ministero dell'Interno ha sfoltito un po' la lunga fila dei simboli dei partiti depositati per le elezioni politiche del 4 marzo. Dei 103 simboli presentati ne sono stati ammessi solo 75 . E i 28 rimanenti? Nove sono stati bocciati del tutto per carenza documentale - a questi dunque non è consentita la presentazione di liste - mentre gli altri 19 sono stati 'rimandati' dal ministero: chi li ha depositati ora deve sostituire il simbolo e/o a integrare la dichiarazione di trasparenza entro 48 ore dalla notifica. Pubblico questi curiosi. Proprio vario il Belpaese.




Movimento Italia del cuore




Movimento poeti d'azione



Movimento Passione Italia


Mo - Unione mediterranea



Pensionati e invalidi giovani insieme



Sdebitalia



Sergio Pirozzi presidente



Partito delle buone maniere




Sacro Romano Impero Liberale Cattolico




10 volte meglio




Italia madre




L'Italia di Mameli




Movimento mamme del mondo





Stato moderno solidale





Lista del Popolo per la Costituzione




W la fisica

sabato 20 gennaio 2018

A testa in giù

Cinciarella (Cyanistes caeruleus)

Cinciarella (Cyanistes caeruleus)

Nel giardino di casa abbiamo varie specie di alberi, fra cui il nocciolo che vedete e che in questa stagione si ammanta delle infiorescenze maschili, gli amenti, che pendono in grande compagnia, quasi a far spettacolo.

Bene, su quest'albero, da quando è cominciato il freddo, appendo mangime per gli uccellini. E loro gradiscono, e sembra quasi mi riconoscano, perché si fanno fotografare volentieri. Però, per la precisione, la Cinciarella sta becchettando il mangime che ha appeso Graziana, la bella vicina di casa. Perché le mie reticelle sono verdi, le sue bianche.

Buona domenica.

QUI tutte le foto del sabato (271 post).