Pagine

lunedì 12 marzo 2007

Forme di natura

stramonio
Datura stramonio

Pubblico queste due foto che fanno parte di un lavoro che ho intrapreso da tempo. Sopra la datura stramonio (Datura stramonium L.), sotto un viticcio di zucca (originale 3 centimetri). Lo scopo di questo mio progetto è dimostrare che si possono ottenere immagini interessanti da qualunque pianta. Basta saper osservare.

Ogni tanto ne pubblicherò delle altre.
viticchio di zucca
Viticcio di zucca
Ingrandisci la foto

14 commenti:

  1. Mi viene in mente questa bella citazione:
    “Io penso spesso in chiave darwiniana, e credo allora che se esistono dei fiori, e degli animali meravigliosamente colorati e se quei colori sono perdurati attraverso le ere geologiche, vuol dire, state pur certi, che hanno un significato. Il che equivale ad affermare che non sono neutrali, ma implicati nella lotta per la vita, nei meccanismi sottili della sopravvivenza. Voglio ribadire che, in natura, l’orpello non esiste, e che permane solo quello che serve.”
    (Giorgio Celli, Il prato di Proust)
    Piante e animali sono comunque spesso di una rara bellezza. Davvero, basta saper osservare. Dalle pagine di Francesco Biamonti ci viene una grande lezione in tal senso, e lo stesso da libri come "Arboreto salvatico" o "Stagioni" di Mario Rigoni Stern - non a caso amico ed estimatore biamontiano...

    RispondiElimina
  2. Fai presto Alberto a dire "basta saper osservare". Io non son capace a fare le foto, e comunque anche se imparassi non riuscirei mai a fare quello che fai tu. Che invidia!

    RispondiElimina
  3. La foto della datura mi dà l'idea di un Cristo sulla croce

    RispondiElimina
  4. Scusa l'ignoranza ma cos'è il viticcio?

    RispondiElimina
  5. Copio e incollo dal dizionario "Appendice filiforme e prensile che serve come organo di sostegno di alcune piante rampicanti". E la zucca è un rampicante.

    RispondiElimina
  6. Saper osservare è già un bel passo; certo che poi fotografare, raffigurare o descrivere è ancora un'altra cosa. Ma io mi accontento di notare le cose e di sentire l'emozione (estetica? sì...) che mi danno...

    RispondiElimina
  7. Concordo con Rita: io osservo, ma quanto a riportare..... Al, sei BRAVO!!! Foto magnifiche! Anch'io ho pensato come Riccardo, allo Stramonio-Cristo in croce....
    Veramente magiche!

    RispondiElimina
  8. Foto molto belle, potrei sapere che attrezzatura hai adoperato?

    RispondiElimina
  9. Camera Nikon D200, obiettivo Micro-Nikkor 105mm f/2.8. Per la foto del viticcio ho adoperato un flash anulare. Ho corretto l'istogramma dei livelli di luminosità in Photoshop CS2. Gli scatti sono stati salvati in formato nef, che è il raw proprietario di Nikon.

    RispondiElimina
  10. Sono veramente curiosa di vedere le altre immagini

    RispondiElimina
  11. Davanti a certe immagini rimango ammutolita!
    Diceva Marguerite Duras di sentirsi incapace a descrivere con le parole una certa tonalità di azzurro della sciarpa di un suo personaggio.Il linguaggio scritto o parlato infatti rivela tutta la sua limitatezza quando si tratta di descrivere la realtà, di coglierne le sfumature di colore,di evidenziare dettagli e particolari,di scoprirne i segreti,di mettere in relazione i piani, quello che invece riesce a fare la fotografia quando è arte.
    Grazie Alberto.

    RispondiElimina
  12. Un incanto assoluto: fonte di meraviglia i soggetti, bellissime le foto. Complimenti!
    Basta saper osservare. Concordo, ma bisogna avere la bellezza negli occhi e il senso del mondo nell'anima.

    RispondiElimina
  13. sai che lo stramonio è in allucinogeno?? cazzo dovevi raccoglierlo dp averlo fotografato e t saresti divertito..ahhaha belle foto cmq..ciaoz

    RispondiElimina
  14. bellissima spirale! ;-)
    ciao Al

    g

    RispondiElimina