Pagine

sabato 23 giugno 2018

Milano, via Padova e la neve del Pizzo Arera

Milano, via Padova e Pizzo Arera
Milano, via Padova e Pizzo Arera



Milano, via Padova

Ho scattato questa foto il due di aprile in una giornata limpidissima come potete immaginare. L'ho tenuta da parte con l'intenzione di pubblicarla col caldo, che adesso è arrivato.
La montagna che si vede sullo sfondo è il Pizzo Arera delle Prealpi Bergamasche.

Ora succede che gli amici del laboratorio fotografico in via Padova vicino a casa l'hanno attaccata in vetrina. E molti si fermano a guardare. Uno,uno solo, ha saputo dire che la montagna è il Pizzo Arera. Grigna, Grignetta, Resegone e via andando sono le risposte. E sono quasi tutti milanesi doc. Qualcuno addirittura ha avanzato il sospetto che fosse un fotomontaggio. Si va sempre più di fretta, e in città lo sguardo verso l'orizzonte quasi non esiste più.

Buona domenica dalla Liguria.




QUI tutte le foto del sabato (241 post). 

26 commenti:

  1. Ben detto: "si va sempre più di fretta". Non cogliamo i particolari, e neanche le immensità che incombono...

    RispondiElimina
  2. Non solo non colgono ma quel che peggio ad alcuni non interessa cogliere affatto alcunché oltre quello che sta facendo.

    RispondiElimina
  3. Mazzalo quello è alto 2500, ma c'è ancora una caterva di neve almeno fino a 1800 !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @amanda
      Non so sei hai letto. La foto l'ho scattata il 2 aprile.

      Elimina
  4. Il fatto è che sei troppo bravo Alberto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Sara
      Non dirmelo, ché poi mi monto la testa.

      Elimina
  5. Sì ci si guarda sempre meno intorno. Goditi la bella Liguria! (L'avevo presa in considerazione per il prossimo weekend ma mannaggia per raggiungere un amico a Finale Ligure da Bologna ci vogliono quasi 6 ore di treno e un bel budget per i biglietti!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Cri
      E adesso sono ritornato a Milano. Un po' giù un po su.

      Elimina
  6. Bellissima la foto, bruttissimo il fatto che nessuno guardi più l'orizzonte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Sabina
      Certo che al mare viene più spontaneo guardarlo.

      Elimina
  7. Si, senza dubbio un bel colpo d'occhio e una bella foto. Riguardo la gente, che ci sono alcune persone che ormai vedo che non guardano al di là del loro naso (ahimè).
    Un salutone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @accadebis
      Del loro naso e dello schermo del cellulare.

      Elimina
  8. passerò da Via Padova non so quante volte, ma mai mi è capitata giornata così limpida da vedere così lontano. Ti faccio comunque i miei complimenti per la foto, bravissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Francesco
      In tutto l'anno forse saranno una decina le giornate così.

      Elimina
  9. Ma quei fili che passano di casa in casa, attraversando il viale e alterando la visuale del monte imbiancato cosa sono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Illuminazione pubblica. Non ci hai pensato?

      Elimina
  10. è una meraviglia e più vado avanti più amo la montagna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ernest
      Io amo sia la montagna che il mare. Immagina che ho imparato ad arrampicare in riva al mare: ai Balzi Rossi, sul confine francese, dove il CAI teneva dei corsi.

      Elimina
  11. Bellissima! Buone vacanze Alberto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ReAnto
      Grazie, ma le vacanze in agosto.

      Elimina