Pagine

venerdì 8 febbraio 2013

La Lega e le prostitute

Dicono che il mestiere della prostituta fosse già in voga all'alba dei secoli. Ho i miei dubbi. Meno ne ho di dubbi sul fatto che nel campo il lavoro non manchi, anche se la crisi dovrebbe avere diminuito il movimento pure qui. E comunque i guadagni vengono fuori, tutti in nero.

Così quell'intelligentone di Fabrizio Cecchetti della Lega, già presidente del consiglio regionale della Lombardia e adesso capolista alle elezioni per Milano e provincia tira fuori dalla manica la sua carta elettorale "Tassare le puttane in Lombardia e destinare i ricavati a un fondo per l’occupazione e il mondo delle imprese"

Intento lodevole ma come si fa a stanare le signore? Semplice gongola il leghista "Tramite la mappatura che verrà fornita dai Comandi della polizia locale dei nostri Comuni". Mi immagino già un probabile ammutinamento dei vigili costretti a chiedere i documenti nei viali alle puttane oppure sempre costretti a suonare ai citofoni e chiedere con linguaggio di sottintesi "Che lei sappia ci sono donne che esercitano il mestiere in questo palazzo?".

Niente paura di fronte ai vigili felloni. Ci penseranno le ronde padane. Ve le ricordate? Ebbene che qualcuno lo ricordi anche a Maroni che, per inciso, quando i suoi compari sparavano  questa cazzata delle ronde ed era ministro dell'Interno mica paglia annuiva col sorriso compiaciuto del barbaro sognante.

E Maroni è il candidato governatore della Lombardia per il centro-destra, degno successore del celeste Formigoni, costretto adesso a sparire dalla circolazione.

23 commenti:

  1. Ho sempre pensato che il simbolo della lega con le simil foglie verdi avesse un significato recondito.
    Con quest'ultima sparata, credo di aver capito: questi sono fumati.

    RispondiElimina
  2. In verità è un simbolo usato da secoli in tutto il mondo.
    wikipedia.org/wiki/Flower_of_Life

    Mi sfugge però la logica. A me la Lombardia non sembra male amministrata, anzi. Magari le altre regioni d'Italia fossero amministrate allo stesso modo.

    RispondiElimina
  3. La "vis comica" di certa gente è davvero da spanciarsi a terra dalle risate! "A me la Lombardia non sembra male amministrata"... solo il caiNano riesce a spararle così grosse!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando hai finito di ridere, mi dici cortesemente in cosa la Lombardia sarebbe male amministrata, sopratutto rispetto alle altre Regioni d'Italia?

      Elimina
    2. E allora dicci tu perché, come ha scritto Alberto, tengono Formigoni nascosto. Di cosa hanno vergogna visto che ha così bene amministrato? Ah ah ah, me la rido anch'io.

      Elimina
    3. Anna mi ha preceduto. Anch'io ti faccio ballare davanti al naso il nome di Formigoni, che "non sembra aver male amministrato" la Lombardia intascando a piene mani i soldi dei contribuenti lombardi. Se Formigoni "non amministra male" vien proprio da chiedersi cosa significa "amministrare male" per te. E stavolta sono serissimo.
      N. B: Vero che in Italia non c'è mezzo ente pubblico che si salvi da critiche. Ma lascia perdere le pagliuzze negli occhi altrui e togli dai tuoi la trave che ti sta accecando.

      Elimina
    4. ah, certo, tutte le regioni vorrebbero un formigoni

      Elimina
    5. Una regione male amministrata è una regione col bilancio in passivo e/o dove non funzionano i servizi. Io ci vivo in Lombardia e, con tutte le sfighe di un territorio devastato dalla cementificazione, con la popolazione dell'intera Svezia, alla fine le cose funzionicchiano abbastanza bene. Mettiamo anche che le accuse a Formigoni siano fondate e cioè che abbia fatto dei favori ad amici suoi, non cambia nulla nel disegno complessivo. Magari le altre Regioni fossero amministrate come la Lombardia.

      Elimina
    6. Elenca tutte le regioni col bilancio in passivo. E dimmi quali servizi funzionano meglio in Lombardia che nel resto d'Italia. Solo così potrai salvarti (parzialmente, va detto) la faccia. In Lombardia io ho un mucchio di parenti; non uno che non si lamenti dei servizi che fanno cagare, non uno che non vorrebbe prendere Formigoni e tutti i suoi amici a scarpate nel didietro. E per riprendere la risposta al commento successivo, non uno che vorrebbe farsi curare lì, in Lombardia. Sei tu che stai facendo un mucchio di propaganda strumentale, quindi posso dedurre senz'altro che tu faccia parte della giunta Formigoni.

      Elimina
    7. Per la Sanità, Il Sole 24 Ore del 28 febbraio 2012:
      "Secondo le primissime e ufficiose indiscrezioni, sembra che il deficit totale del 2011 del pianeta della sanità pubblica sia destinato a superare ancora una volta i 2-3 miliardi di euro. Se non qualcosa di più. Con un ulteriore dato negativo che sta affiorando ai tavoli col ministero dell'Economia: solo tre Regioni sarebbero in attivo, anche se di pochissimo, ossia Lombardia, Toscana e Basilicata. Tutte le altre - e anzitutto le cinque con piano di rientro e commissariate e le altre tre "soltanto" sotto piano di rientro dal disavanzo - navigano in segno negativo."
      Dal Corriere: mappa delle regioni col piano di rientro: Immagine

      Poi io non capisco, se dico che vivo in Lombardia e con tutti i possibili problemi alla fine le cose funzionicchiano faccio della propaganda, se invece arriva uno e dice che ha dei parenti in Lombardia e che vorrebbero e farebbero, questa è la verità rivelata. Non c'è niente da dedurre, è tutto ovvio. Intendo il chi e il perché di questo blog.

      Elimina
    8. Quindi, per te, considerato che in Lombardia le cose "funzionicchiano abbastanza bene", non ti devi preoccupare se avete avuto uno come Formigoni e tre quarti di giunta regionale in manette mentre noi che si vive in regioni dove rubano, intrallazzano e gozzovigliano come hanno fatto in Lombardia ma, in più, hanno creato buchi e voragini al bilancio regionale.... ci dovremmo preoccupare e, magari, ritenerci pure coglioni?

      Guarda che sei te che ancora non sei riuscito a "dedurre" quante cazzate che scrivi!

      Elimina
  4. A Lorè, senti questa voce che ti ulula nei timpani:
    Formigooooooooni
    Formigooooooooooooooooni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sento niente. L'unica cosa che so è che la Lombardia di Formigoni versa allo Stato molto più denaro di quanto ne riceve. Cosi come la Sanità in Lombardia cura i pazienti provenienti da altre Regioni. Qui ci sono due opzioni, o ci siete o ci fate, cioè o non avete idea di cosa succede in Italia o si tratta solo di propaganda strumentale.

      Elimina
  5. Niente di male facciamo emergere il lavoro in nero. Ma prima occorre dare una qualifica. Se la sentono questi "bempensanti" di riconoscere la qualifica di ASSISTENTE PSICOLOGICA NATURALE alle prostitute? Per me, anche se non ci vado da 40 anni, va bene. Ma finché non si riconosce un lavoro non si può tassarlo. ciao

    RispondiElimina
  6. Premesso che quelli della Lega sono distanti galassie da me e che la prostituzione è un vero schifo, si dovrebbe cominciare a ragionare su come limitare il fenomeno, razionalizzarlo, ridurre il danno come succede in altri paesi e quindi creare dei permessi, tasse, albi, cooperative, locali idonei, eccetera.

    RispondiElimina
  7. dal celeste al verde il passo è breve se si rimane su un profilo rasoterra...

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. sono i primi della classe i Lumbard, hanno qualche pecca, residui della pellagra, hanno il primato degli investimenti delle quattro mafie, sono stati i più grandi inquinatori convogliando al sud, il sud dei terroni, migliaia di tonnellate di solventi e altre porcherie sotterrate, primi nella corruzione: l'intero consiglio regionale inquisito, sono pieni di prostitute e viados, andate a chiedere in zona Garibaldi Cimitero Monumentale , chi sono i migliori clienti.
    hanno anche il triste primato di essere i più colossali ignoranti docg..bisognerebbe purgarli con il Decis..
    andassero a cagare una volta per tutte sti fascio/razzisti!

    RispondiElimina
  10. Poverine, dovranno trascinarsi dietro il carrello della spesa con dentro il registratore di cassa per rilasciare gli scontrini fiscali, almeno così pagheranno solo il giusto, no?
    Ehehehehe, è inutile, quelli della lega non cambiano mai, tutti accommunati dalla microcefalia, sembra debbano sostenere un test per poter entrare in quel partito vergognoso e purtroppo sono tanti.

    RispondiElimina
  11. errore di battitura, accomunati non accommunati

    RispondiElimina
  12. Le faranno passare per consulenti sessuali ,professioniste della grande distribuzione,madame del volontariato sociale, espletatrici di un lavoro socialmente utile, erogatrici del piacere. Non ci sarà più sfruttamento della prostituzione ma si passerà alla legalizzazione del commercio sessuale? Il meretricio sarà un’occupazione provvisoria o definitiva come ogni altra, risponderà alla flessibilità organizzativa, sarà periodicamente monitorato nel suo rendimento di mercato...

    Alberto, mi hai fatto venire in mente "Reginella".
    http://www.skipblog.it/?p=471

    RispondiElimina
  13. Possono cominciare a tassare quelle di Via Olgettina..facili da trovare
    e sicuramente denarose. Viste le laute buste che ricevevano per ogni prestazione ad arcore.

    RispondiElimina
  14. Concordo con la proposta leghista.
    TUTTI I TIPI DI PROSTITUZIONE andrebbero tassati, però, sennò è troppo comoda, signor Maroni dei miei maroni.
    Se cominciassimo dalla prostituzione politica?
    IL primo partito ad essere tassato sarebbe proprio la lega forcaiola, sono vent'anni che vende il culo a berlusconi!

    RispondiElimina