Pagine

sabato 6 luglio 2013

Bici da donna 11

Come sempre dovete dire qual è la foto che preferite.

Comincia il tour da questa fontana davanti al Castello Sforzesco. Costruita negli anni Novanta era ispirata ad una precedentemente installata nello stesso posto che venne smantellata negli anni Sessanta durante i lavori per la costruzione della prima linea della metropolitana e non più rimessa. Girava la voce che il rosone centrale Bettino Craxi se lo fosse portato ad Hammamet. Mi chiedo come mai Milano, che pure dispone di acqua in abbondanza, non abbia fontane storiche come Roma.

Due pedalate ed eccomi sotto una torre del castello. Ho molti scatti della bici attorno e dentro la grande costruzione. Li pubblicherò un po' alla volta.

Qui sono dall'altra parte della pista ciclabile e per arrivarci bisogna imboccare una stradicciola fatta a serpente. Di là, c'è la taverna greca, vicino alla quale abitava Carlotta, che poi si è trasferita al mio paesello, che è anche, per via di madre, il suo.

Un teatro dal grande passato in corso Garibaldi, una via che me lo ricordo popolare e che adesso è diventata chic.


Questa è la villa misteriosa vicino al ristorante L'angolo nascosto di cui avevo parlato la volta precedente: vuota da molti anni e in stato di abbandono. Ho saputo che apparteneva a due sorelle entrambe scomparse, senza eredi. Quello che si vede nella foto è solo una minima parte. Nel giardino c'è una Lancia Fulvia Coupé impolverata che ha tutta l'aria di essere ferma lì da quando questa autovettura furoreggiava. Mi è stato detto che ogni tanto di notte si vede una luce che vaga nelle stanze. Ma si sa che i visionari abbondano.


Quando ritorno verso casa di solito passo davanti a questa cascina magistralmente ristrutturata in via Melchiorre Gioa, all'inizio della pista ciclabile. È la Cassina de' Pomm, Cascina delle mele, qui in una foto storica. Ringrazio il proprietario del Cafè Martesana che è stato gentilissimo a farmi entrare nel cortile, aperto solo agli inquilini.

QUI tutte le foto di bici da donna

62 commenti:

  1. Io scelgo l'ultima, per i gerani e per il resto.
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Sara
      Grazie. Tu e i fiori siete un tutt'uno. Se ti capita ancora di andare in quel bar chiedi di vedere questa magnifica corte.

      Elimina
  2. La prima e l'ultima sono le più belle ma l'ultima lo è di più. Splendido cortile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Giulio
      Grazie. E vedessi quello che avevo alle spalle. Uno splendido portale del Quattrocento.

      Elimina
  3. La villa, pur se in stato di abbandono, la trovo bellissima! Riguardo alla mancanza di fontane storiche a Milano ritengo, come ti ho scritto su fb, che dipenda dalla differenza di clima! A Roma la bella stagione, e di conseguenza il caldo, dura molto più a lungo che a Milano, e le belle fontane refrigeranti aiutano a sopportare l'afa quando si gira per la città!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ornella
      Grazie. Quando l'ho vista per la prima volta sono rimasto affascinato da quel mistero. Per le fontane indagherò, e se il caso farò un post.

      Elimina
  4. Questa tua bici è, o diventa, un simpatico simbolo di un bel modo di guardare al mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @lullofish
      Grazie. Ma che sorta di nickname ti sei scelto? Grazie per la condivisione su Google+. Però non hai votato.

      Elimina
  5. Risposte
    1. @Davide
      Grazie. Ma devi sceglierne una.

      Elimina
  6. Milano mi è sempre piaciuta e l'ho amata tanto. Ancora più suggestiva, vista attraverso il tuo obiettivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Sandra
      Grazie. Eh sì, con questa bici che occhieggia, le scene hanno un'altra dimensione.

      Elimina
    2. Ma non hai scelto, Sandra.

      Elimina
  7. Gian Paolo6/7/13 13:58

    Con questo caldo scelgo subito la prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Gian Paolo
      Grazie. Non ti lamentare che sei in Riviera.

      Elimina
  8. Questa settimana la scelta è più ardua del solito, ma scelgo la penultima.
    Anche perché le storie di fantasmi mi hanno sempre intrigato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Bastian
      Grazie. Non pensavo ti piacessero i fantasmi. Ci sono, ci sono là dentro.

      Elimina
  9. Scelgo la foto della villa abbandonata, intrigante e misteriosa. Ciao Al, spero di vederti una volta o l'altra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Filo
      Grazie. Il velo del mistero ha sempre la sua attrattiva. Tutti i veli hanno la loro attrattiva. Sì, prima o poi ci vediamo.

      Elimina
  10. scelgo la prima per un mero motivo sentimentale legato alla fontana. Però peccato per quella splendida villa abbandonata, mentre non posso che complimentarmi per tutte le foto e questa iniziativa di post che seguo con molto piacere, da milanese quale sono.
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Sandra
      Grazie, sia per aver scelto che per i complimenti.

      Elimina
  11. MarLor586/7/13 23:11

    vado per l'ultima anch'io, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @MarLor
      Grazie, allora vada per l'ultima.

      Elimina
  12. Non riesco a lasciarti un commento nel blog... comunque, vada per la seconda senza alcun dubbio, ciao!

    E allora l'ho inserito io. Grazie Margherita. Bisognerà verificare com'è la faccenda per voi che commentate con l'account di Google+

    RispondiElimina
  13. Sono in dubbio tra la terza con il naviglio (e l'ex casa di Carlotta) e l'ultima, ma visto che devo sceglierne una sola voto per la terza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Fausto
      Grazie. Dimmi la verità, ti è un po' rimasto nel cuore questo naviglio e dintorni.

      Elimina
    2. Diciamo che sto benissimo qui anche se questo posto ho passato bei momenti ed ho bei ricordi.

      Elimina
  14. Vediamo se oggi me lo prende, un saluto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Margherita
      Ogni tanto ci sono dei problemi per voi che venite di là. E qualcuno che viene di là, per commentare qua, si inventa una nuova identità. È lullofish. Quando ne ho voglia lo sputtano, di là.

      Elimina
    2. Eheh, Andrea mi sembra una persona di spirito Alberto...

      Elimina
  15. Contrariamente a @Sandra M., Milano non mi ha mai entusiasmato, ma attraverso le tue foto sto imparando ad amarla. Grazie Alberto.

    Scelgo il mistero della foto di villa Carmen-Emilia; la sua storia, la Fulvia, il giardino alla Fukuoka e la sapiente inquadratura della bici, mi attirano quanto lo scorcio della facciata. Bella foto! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Berica
      Grazie e bravissima che hai letto la targa e hai inquadrato nella giusta atmosfera il giardino. In un'ala ci sono anche dei grandi bambù. Fra qualche giorno pubblicherò una foto.

      Elimina
  16. bella la cascina delle mele,
    forse difficile da renderla in foto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Silvia
      Grazie per la preferenza. È un bel posto della vecchia Milano. Dall'altra parte del naviglio c'è un giardino, molto frequentato e anche un gioco da bocce. Atmosfere familiari. Hai ragione: è difficile rendere in fotografia tutto ciò.

      Elimina
  17. La penultima , caro Alberto...quella davanti al cancello...è stupenda ed evocativa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Mariapia
      Grazie, veramente grazie, perché non siete molti che di là venite qua. Forse un giorno scriverò un post sui "vasi incomunicanti", intendendo i social network comunità chiuse al loro interno.

      Elimina
  18. Risposte
    1. @Charlie
      Grazie per la scelta. Vedo che ante tu vieni di là. Doppio grazie.

      Elimina
    2. ops, mi è scappata la mano su anche.

      Elimina
  19. La villetta mi intriga molto, la cascina pare un'oasi di geometrica pace. Ma anche le altre immagini sono tutte molto belle, è davvero difficile sceglierne una. Sembri avere il terzo occhio, Alberto, per come le tue foto descrivono, decostruiscono e ristrutturano in modo nuovo la verità di squarci di realtà.
    Scelgo il torrione del castello, per come la sua imponente concreta bellezza si sposa coll'interpretazione metafisica che ne dà la tua fotografia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Cri
      Grazie per tutto quello che hai scritto e per aver scelto. È vero, sono pietre metafisiche.

      Elimina
  20. Scelgo la villa misteriosa.
    E' come se la tua bici sbirciasse curiosa da quel cancello...
    M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Marcella
      Grazie per aver scelto. Ormai la bici è il mio occhio.

      Elimina
  21. Foto n.4 perchè la signora alla finestra è troppo bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Baol
      Grazie per la scelta. Ma a me sembra un signore.

      Elimina
  22. a me piace la Cassina de' Pomm,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Zefi
      Grazie. C'è un bel bar lì davanti con un dehors sotto un glicine. Sono sicuro che ti piacerebbe il posto.

      Elimina
  23. Mi piace la bici davanti al teatro Fossati.
    Albè, ci sono pure i vasi "scomunicanti" che da qua vanno là...ne sono la conferma ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Skip
      Bene, vada per questo foto in corso Garibaldi. Ma l'argomento dei vasi scomunicanti è da affrontare.

      Elimina
  24. Non so il perché ma la foto che preferisco è quella di Corso Garibaldi con la bici dinanzi al Teatro Fossati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Aldo
      Grazie. È un po' singolare questo palazzo.

      Elimina
  25. Come si fa a dire che Milano non è una bellissima città?
    Molte piste per le bici ancora non ci sono, nonostante le migliaia di biciclette del Comune.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ambra
      Grazie. Le bici, pubbliche e private, stanno aumentando in città. Dovresti scegliere una foto.

      Elimina
  26. La Villa misteriosa e il Teatro Fossati.

    Ma credimi Alberto, si fa fatica a fare una scelta senza provare rimorso per le escluse. ;-))

    Notte buona Alberto.
    Tina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Tina
      Grazie per aver scelto. Faccio un'eccezione e le accetto tutte e due.

      Elimina
  27. L'ultima.
    Ciao:)
    Complimenti x tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Nou
      Grazie. È proprio un bel posto.

      Elimina
  28. è incredibile come Milano, vista con l'occhio giusto (e il tuo, Alberto, lo è), possa apparire così "paesana", aggettivo inteso ovviamente in senso positivo. Anche altre città possiedono angoli di apparenza suburbana, ma qui la questione non è la suburbanità ma un'urbanità di piccola scala, che sotto sotto si percepisce un po' dappertutto, anche nel centro, anche nelle strade ottocentesche. Abituato alla monumentalità di Roma, in cui anche il brutto, anche il degrado assumono i connotati del grandioso, queste immagini mi confermano che invece là esiste e resiste un rapporto più corretto tra tessuto e monumento.
    ah, la mia preferita è la terza, quella col corso d'acqua (naviglio?); ma anche quella col torrione, secondo posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Marco
      grazie per aver scelto (sì è il naviglio Martesana) e per il commento. Avevo pubblicato una foto, senza bicicletta, che conferma quello che dici, questa.

      Elimina
  29. per questioni climatiche la prima!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ernest
      Grazie. L'ho scelta nel mazzo proprio per questo.

      Elimina
  30. Proprio ieri sono passato per caso davanti a Villa Carmen-Emilia. Bella e inquietante, indiscutibilmente pervasa da un alone di mistero... Incuriosito, ho cercato in rete per provare a saperne qualcosa di più, ma non ho trovato nulla né sulla villa né sulle due sorelle... Sul campanello c'è un n. di cellulare e un foglio attaccato con lo scotch con su scritto che la corrente non funziona. Non so cosa darei per poterla visitare. P.S. La Lancia è sempre lì...

    RispondiElimina