Pagine

sabato 27 luglio 2013

Il miraggio della farfalla


Andare a caccia di farfalle. Ma dove? Negli ultimi vent'anni si sono dimezzate a causa dei pesticidi utilizzati in agricoltura come spiega uno studio appena pubblicato dall'agenzia europea per l'ambiente. Su diciassette specie almeno dieci sono a rischio estinzione. La loro scomparsa rappresenta non solo un impoverimento della bellezza della natura (hanno affascinato tanti artisti: lo scrittore Nabokov, per dirne uno, ne era un appassionato collezionista) ma è anche il segno evidente di uno squilibrio degli ecosistemi carico di altre conseguenze.

Concludo malignando un po': naturalmente qui, su questo blog voglio dire, tutti gli uomini negheranno di aver mai invitato una donna a vedere la loro collezione di farfalle e le donne negheranno di avere mai (per carità!) accettato  l'invito a vedere queste meraviglie di ali nella casa malandrina. E allora come è nata la leggenda?

Buon fine settimana.

QUI tutte le foto del sabato

21 commenti:

  1. Non è mai capitato che qualcuno mi invitasse a vedere la sua collezione di farfalle. Personalmente considero una collezione di farfalle morte piuttosto macabra, preferisco vederle in volo. Quelle poche che son rimaste.

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho notato che se ne vedono poche, e ricordo che decenni fa il giardino di casa mia, circondato da un giardino fiorito,era popolato da tante variopinte farfalle che seguivo con lo sguardo, molto più belle di quelle trafitte e imbalsamate.Di recente ne ho viste tante nella serra delle farfalle al parco Phoenix di Nizza, durante una gita scolastica.

    RispondiElimina
  3. Proprio ieri parlavo di questa faccenda con un amico russo. Ebbene lui raccontava che, anche a quelle latitudini, esiste qualcosa del genere, una sorta di leggenda come dici tu Albè. Quando era ancora studente e viveva a S.Pietroburgo si era fatto dipingere sui muri della sua stanza un affresco raffigurante non so bene che cosa. Sta di fatto che più di un pulzella, sempre a sentire il russo, incuriosita dal capolavoro.....

    RispondiElimina
  4. Dimenticavo: foto sontuosa. Ciao skip.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Augusto. Bellissima la tua bimba.

      Elimina
  5. Allora mi consiero fortunato, pur non essendo un conoscitore delle varie specie. Io ne vedo, gialle, bianche, rosse e nere ogni giorno. Però sto in collina, a 465mt.slm.

    RispondiElimina
  6. Gian Paolo27/7/13 17:15

    Come sia nata la leggenda non so, però posso testimoniare la penuria di farfalle in giardino, anzi, è raro vederne una. In compenso però, è arrivata la vespa velutina.
    Vedi all'http://www.sanremonews.it/2013/07/26/leggi-notizia/argomenti/cronaca/articolo/vallecrosia-scoperto-il-primo-nido-di-vespa-velutina-ditalia-nelle-campagne-dellentroterra.html#.UfPjQFPmv4g

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eravamo assieme quando scattai la foto. Sai dove?

      Elimina
    2. Gian Paolo28/7/13 11:05

      Beh, di giri su e giù per le valli non è che ne abbiam fatti pochi...

      Posso azzardare: la transumanza con le mucche fantasma, per cui girasti i tuoi interessi sulla flora.

      Elimina
    3. Proprio quella volta là, all'inseguimento di quella mandria che definii fantasma perché la vedemmo solo all'ultimo nella nebbia che ci stava sfuggendo diretta agli altopiani di Marta.

      p.s.
      per oggi di nuotare ne ho basta.

      Elimina
  7. Ieri stendevo i panni nel mio giardino mentre una piccola farfalla gialla svolazzava intorno a me, è vero che ce ne sono sempre meno così come sono diminuite le lucciole, ma ci stiamo distruggendo e con noi stiamo distruggendo la terra, purtroppo sono convinta che nemmeno quando tutto finirà l'uomo avrà capito cosa ha fatto.

    RispondiElimina
  8. Io ho messo una buddleia davidii in giardino sperando serva ad attirare qualche farfalla.

    RispondiElimina
  9. Un'amica mi segnala questa interessante Casa delle farfalle.

    RispondiElimina
  10. Appena ho visto l'immagine del tuo post sul mio blog ho pensato a Nabokov!
    Hai letto "un incantevole sogno di felicità" di Lila Azam Zangane?
    Parla di farfalle, di Nabokov e di felicità in modo molto accattivante ed orginale.

    RispondiElimina
  11. L'immagine è uno splendore, ma sulla conclusione del post:

    Non hai la domanda di riserva? ;-))

    Buon inizio settimana Alberto ;-))

    RispondiElimina
  12. Tornando da due week end sulle colline della provincia senese posso, per fortuna, sentirmi in controtendenza, ché lì, in quell'aria leggera, in mezzo a quella natura ubertosa, di farfalle ne ho viste parecchie, con grande diletto mio e del mio compagno di viaggio :)
    Leggendo le tue spiritose osservazioni sui "collezionisti di farfalle" mi si è resa per la prima volta evidente alla mente una maliziosa associazione metaforica manifesta, credo, ai più, ma sinora totalmente impenetrabile ad una sempliciotta qual io sono... :D

    RispondiElimina
  13. Lo sai che conosco una persona che ha la fobia delle farfalle? Capisco i ragni o altri insetti brutti o pericolosi, ma aver paura delle farfalle è proprio la cosa più strana che abbia sentito...

    RispondiElimina
  14. Alberto dì qualcosa per i 9 cani bruciati vivi a Roma nessuno parla di questo è grave questa cosa il
    sindaco Marino non prende posizione a riguardo ti ringrazio se vorrai diffondere -Molte grazie
    Eg

    RispondiElimina