Pagine

sabato 2 maggio 2015

Foto dal corteo NoExpo

Iniziata in maniera pacifica fra l'allegria delle bande di vari stati europei e gli striscioni delle realtà che non sono d'accordo su questo expo sul cibo, per colpa di un blocco nero di nichilisti senza alcuna idea se non quello di fracassare e bruciare, è finita come sapete. Servirà da lezione per eventuali manifestazioni future?

no expo

no expo

no expo
no expo
no expo
no expo
no expo
no expo
no expo
no expo
no expo
no expo
noexpo

36 commenti:

  1. Copione già visto in scena a Genova nel 2001, corredato dalle stesse menzogne del minuto dopo.
    Servirà da lezione per eventuali manifestazioni future? Serve per impaurire e annichilire ogni tentativo di pensiero critico e condurre tutti al "pensiero unico"
    A proposito di blocco nero: http://ekbloggethi.blogspot.it/2015/05/black-bloc-milano.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima conclusione
      Cristiana

      Elimina
    2. Ho provato a parlare con qualcuno del blocco nero. Un muro.

      Elimina
  2. Io andro'all'Expo, ho preso i biglietti "aperti".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho un pass (che devo ancora ritirare) per i sei mesi.

      Elimina
  3. Per altro il fatto che due maschilisti come Fedez e J-Ax si siano autoproclamati ideologi dell'anti-expo, nuoce alla causa peggio dei black-block.

    RispondiElimina
  4. Alberto non fare il furbetto: "... per colpa di un blocco nero di nichilisti senza alcuna idea ..." tira fuori dal tuo archivio le foto degli anni '90 e mostra cosa facevano i ragazzi del leoncavallo dove anche tu eri parte attiva. A quei tempi non avresti scritto questi pensieri da maggioranza silenziosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto non fare tu il furbetto che commenti come anonimo e quindi sei anche vigliacchetto (o vigliachetta?). Ma sorvolo, e dunque: erano altri anni, e si avevano allora delle idee, ma soprattutto c'era una grande voglia di discutere e confrontarsi. La repressione non era quella di adesso, ma molto più violenta, e alla violenza si rispondeva per forza di cose con violenza. Ho provato sabato a parlare con qualcuno di questo blocco nero, ma niente. Un muro. Ho già vissuto queste esperienze quando in certi ambienti politici le parole non valevano più. E si sa come andò a finire. Intanto però devo dire che sono in buona compagnia ad avere idee da maggioranza silenziosa (termine ormai desueto e sarebbe bene che adegui il tuo linguaggio perché i giovani non capirebbero e anche perché quei silenziosi che adesso votano Fi sono diventati petulanti): intanto tutte le realtà pacifiche del corteo, e poi Rifondazione che all'altezza di Sant'Ambrogio, da dove ho scattato le foto col fuoco, ha deciso di abbandonare il corteo, e Sel e tutta la sinistra, sia quel che sia questa sinistra.

      Elimina
  5. Sarà sempre così: quattro teppisti dementi rovineranno e vanificheranno il dissenso intelligente, dando modo ai fascisti di fare, come sempre, di ogni erba un fascio di merda...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Zio
      Infatti di tutte le buone ragioni dei NoExpo nemmeno una virgola.

      Elimina
  6. Mi sarebbe piaciuto stare tra quelli delle prime dieci foto.
    Un salutone,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Aldo
      Puoi ben dirlo. Ciao e buona domenica.

      Elimina
  7. Per certi ragazzi di oggi essere alternativi significa diventare delinquenti, tanto poi c'è sempre chi li difende e restano impuniti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Marisa
      Guarderemo come andrà a finire questa vicenda.

      Elimina
  8. condivido e condiviso @Alberto

    https://plus.google.com/+GabrygarbalCostaF/posts/g6E5zcD6iym

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Gabry
      Grazie ma condiviso dove? L'url non funge

      Elimina
  9. non sempre dopo queste manifestazioni nascono rose e fiori ma danni e imbrattamenti distruzioni e incendi...

    RispondiElimina
  10. questo post potrebbe davvero riferirsi al 2001.... incredibile, gli stessi colori di inizio manifestazioni, la contestazione ma con il sorriso in bocca e poi tutto quello che sappiamo e abbiamo visto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ernest
      In tanti hanno fatto questo paragone.

      Elimina
  11. Sono abbastanza in linea con Severgnini ...
    Visto come finiscono questi cortei #anti# ...
    .. Non sarebbe il caso di considerare altri modi per manifestare il dissenso, in certi momenti critici, quando si è certi che ci saranno infiltrazioni violente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Silvia
      Discorso scivoloso.

      Elimina
    2. Un modo diplomatico per non dichiararti in disaccordo?

      Elimina
  12. Tre cose.
    Primo: belle foto ;)
    Poi sul muro. In un altra situazione qualche tempo fa, ho avuto la stessa sensazione: muro, nessuna disponibilità ad ascoltare un punto di vista diverso e anzi aggressività crescente verso qualsiasi idea diversa dalla loro.
    Poi, se servirà da lezione per manifestazioni future... Sì credo (ma avrebbe già dovuto esserlo da un po') che qualsiasi manifestazione dovrebbe prendersi carico anche di questi cretini. Perché quando subentra la polizia, l'obbiettivo di ogni manifestazione è già stato vanificato.

    Al (da g+)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Al
      E comunque a questa domanda, se servirà eccetera, io non so rispondere.

      Elimina
    2. Non so Alberto, io dico solo che la loro presenza impedisce la riuscita di ogni manifestazione. E non c'è molto che serva fare, visto che sono una minoranza. Basta toglierli dalle mani bastoni, martelli etc. e dalla testa caschi e ogni altro copricapo. Sapendo di avere la polizia davanti e gli altri manifestanti incazzati dietro, credo che cambierebbero aria presto.

      Al

      Elimina
  13. Hai provato a parlare con i teppisti?
    Cosa pensavi di trovare, delle idee?
    Ma dai Albe!
    Sono dei decerebrati come quel tizio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti riferivi a questo Silvia? http://bit.ly/1KHEUwh

      Al

      Elimina
  14. Ti riferivi a questo Silvia? http://bit.ly/1KHEUwh

    Al

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Al Pistacchio
      sì minkia ohh cioè nel senso ...
      sì, minkia ohh cioè nel senso ...proprio quello.
      che dire della parodia? ahahaha mi ha fatto morire dal ridere!!

      Elimina
    2. E comunque qualcuno che tirava le fila c'era.

      Elimina
    3. Hahaa Silvia :))
      Beh Alberto sicuramente...

      Al

      Elimina
    4. il problema è capire CHI Tirava le fila, no?

      Elimina
  15. Arrivo un po tardi ma voglio comunque dire la mia.

    Ciao Alberto. Già da tempo, aspetto qualche giorno prima di esprimere un'opinione su quanto accade in questo nostro Paese. Aspetto, rifletto e ascolto perché, immancabilmente, qualcosa accade.

    Ebbene due giorni fa, a Bologna, la polizia ha manganellato ben bene alcuni manifestanti che l'unica "violenza" che esercitavano era quella di fischiare un Premier e gridare slogan contro lo stesso. Erano insegnanti precari, disoccupati della scuola e gente comune.

    Però, a Milano, pochi giorni prima è avvenuto ciò che le tue belle foto documentano: una bella manifestazione è stata rovinata da un gruppo di black bloc, senza che la polizia muovesse (quasi) un dito.

    Ecco, le analogie con quanto avvenne al G8 di Genova sono parecchie. Anche i motivi. Non è l'incapacità di un ministro dell'interno che provoca tutto ciò. E' una volontà ben precisa con una strategia che oramai dovrebbe essere chiara a tutti: reprimere il dissenso nelle sue manifestazioni pacifiche e democratiche, facendo leva sull'indignazione indotta artificiosamente nell'opinione pubblica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Carlo
      Il discorso è complicato. Qualcuno invoca il vecchio servizio d'ordine. E gli è stato risposto «a mani nude contro questi qui "armati"?».

      Elimina
  16. Hahaa Silvia :))
    Beh Alberto sicuramente...

    Al

    RispondiElimina