Pagine

sabato 10 dicembre 2011

Non vado per mercatini



Che poi, visto il bel tempo e la temperatura mite, sarebbe una pacchia girare tra le bancarelle anche solo per curiosare, ché qualcosa di curioso si trova sempre. Basta averne voglia. E quest'anno, com'è come non è, voglia non ne ho. Non so voi.

In compenso qualche settimana fa assieme a un vicino un mercatino l'abbiamo steso nel giardino di casa qui a Milano, senza venditori né compratori. È successo che ho allestito all'aperto una sala di posa e lui ha tirato fuori tutti gli oggetti antichi che ha e che sono una miriade, e poi uno per uno li ho fotografati.

Pubblico questo e vi chiedo cos'è. Quando poi darò la risposta ne metterò altri.

Aggiunta, mezzodì dell'11 dicembre
Ecco la risposta


Si spinge il pomello e viene fuori la sigaretta contemporaneamente alla rotazione dell'uccello che la afferra. Ha risposto giusto Laura (si può sapere da dove scrivi?) e poi gli altri che si sono accodati. Ringrazio tutti, anche per le spiritosaggini, e in particolar modo il figlio di 6 anni di LGO, che se crede gli darà un bacino da parte mia.

È un po' che vorrei fare una specie di rubrica con cadenza fissa di oggetti che scompaiono. Oggetti che abbiamo usato e che adesso sono andati in disuso. Che ne dite?


Come detto inserisco altri oggetti

Arcolaio

Macinino


Il vicino mi dice che è un aggeggio per fare matasse di lana, ma io ho qualche dubbio e non capisco come funzioni.

56 commenti:

  1. Sembra un tasto telegrafico... il trisavolo di twitter

    RispondiElimina
  2. Anche se non è giusta è una bella risposta.

    RispondiElimina
  3. Uhm... un porta biglietti da visita, forse?

    RispondiElimina
  4. @Minerva
    La stessa risposta l'ha data adesso su Google+ una tipa. Mi dispiace, no.

    RispondiElimina
  5. Un trincia tabacco?
    Roberta

    RispondiElimina
  6. Un *acchiappabriciole* (mio figlio, 6 anni)

    RispondiElimina
  7. sono curiosa di vedere il prossimo.....

    RispondiElimina
  8. Stavo per dire anch'io un porta bigliettini da visita...
    Provo con un porgistuzzicadenti...

    RispondiElimina
  9. uno schiaccianoci: quando spingi il pomello si apre il cassettino, dentro c'è una noce, la nocciolaia si abbassa e col becco ... crac!

    RispondiElimina
  10. ce l'aveva anche mio nonno...l'uccellino "acchiappa" una sigaretta distesa in mezzo a tante...
    dunque, è un portasigarette :)
    che bello :)
    (ero piccola quando se ne andò, è una delle poche cose di lui che ancora campeggiano a casa di mia nonna, vedova ormai da millanta anni)
    Laura

    RispondiElimina
  11. (aggiungo: la acchiappa dopo che si è spinto il pomello, ovvero dopo che di apre il cassettino dirimpetto all'uccellino, nel quale le sigarette sono distese come in un letto :)

    RispondiElimina
  12. Penso abbia indovinato Laura, comunque, qualsiasi sia la sua funzione, trovo sia un oggetto delizioso!

    RispondiElimina
  13. Sembrava anche a me un ...porta-qualcosa....
    Sono curiosa di vedere gli altri oggetti. I robivecchi...le cantine...le soffitte: che luoghi affascinanti.
    ---
    E adesso vediamo se il commento rimane o sparisce....

    RispondiElimina
  14. L'usignolo meccanico della Radio...

    RispondiElimina
  15. Che bell'oggetto,sembra rivestito di cuoio,ma non l'ho mai visto e non saprei dire a cosa serve. Non riesco a rendermi conto delle sue dimensioni.
    Ciao Al.:)

    RispondiElimina
  16. concordo con laura, è un "porgisigarette"

    RispondiElimina
  17. è un acchiappa sigarette, ha ragione Laura. Esiste una versione simile per gli stuzzicadenti ma i becco dell'uccello è ovviamente meno aperto.

    RispondiElimina
  18. Che bella idea! Un porgi sigari?
    Aspetto gli altri.
    Cristiana

    RispondiElimina
  19. Qualunque cosa sia è bellissimo!
    :-)

    RispondiElimina
  20. Concordo con Laura. E' un porta sigarette con automatismo.

    RispondiElimina
  21. Per me questo oggetto è un vero e proprio mistero!

    RispondiElimina
  22. è davvero grazioso e serve a porgere sigarette, come ha spiegato Laura.

    RispondiElimina
  23. Curioso di sapere la risposta...

    Ciao Alberto. :)

    RispondiElimina
  24. ecco anche io avevo pensato servisse per gli stuzzicadenti ma poi ho visto che il becco era troppo aperto, mi sa che ha ragione chi dic e che è per le sigarette

    RispondiElimina
  25. Qualunque cosa sia, non la vorrei in casa.
    Credo abbia visto lungo Laura, non vado oltre, buona domenica Alberto.

    RispondiElimina
  26. Ciao, un porta sigarette?

    RispondiElimina
  27. trinciato forte busta rossa e cartine job,fiammiferi di bosco.. altro che porta sigarette...quel coso li lo avevano i sciuri a Milan.
    Maistretu

    RispondiElimina
  28. Ha tutta l'aria di essere un carillon

    RispondiElimina
  29. Secondo me è un tampone per i timbri, nel tirettino si mette l'inchiostro che si dosa man mano e sopra si adagia una spugnetta su cui bagnare i timbri. L'uccellino è solo decorativo.
    Fantasiosa, eh?

    RispondiElimina
  30. Ho fatto un'aggiunta con la risposta e inserito altri oggetti.

    RispondiElimina
  31. Io mi limito a dire che sono tutti oggetti molto belli e onusti di vera storia!

    RispondiElimina
  32. Ma che meraviglia Alberto. Splendida idea quella di fare una rubrica di oggetti che scompaiono.
    Tranne il macinino oggetti così non ne avevo mai visti! E sì che la mia infanzia affonda nella notte dei tempi.

    RispondiElimina
  33. Il limbo nelle foto non mi sembra il massimo della perfezione.

    RispondiElimina
  34. Non avrei mai immaginato che il primo oggetto servisse da pesca-sigarette. Il secondo e il terzo mi sembrano più facili mentre il quarto, se la parte di sotto fosse stata in metallo si poteva pensare ad una specie di girarrosto per cibo da cuocere allo spiedo.

    RispondiElimina
  35. Sono uno più bello dell'altro e mi affascina pensare a chi ha ideato e realizzato questi oggetti.
    Cristiana

    RispondiElimina
  36. Mi piace l'idea di una rubrica per tenere memoria degli oggetti in disuso.

    RispondiElimina
  37. Grazie :-)
    (Commento del seienne: e che se ne fa l'uccellino di una cicca?)

    RispondiElimina
  38. Sono bellissimi. Chissà quante mani li hanno usati e in che contesto: questo è veramente il fascino...

    RispondiElimina
  39. In che senso da dove scrivo?
    Intendi, come sono arrivata al blog? via scorfano&disagiato. Se alludevi invece a "dove mi trovo", scrivo da un paese in provincia di Roma, la "campagna romana", per intenderci, e precisamente a Nord, ai confini con la Tuscia. Un saluto :)

    RispondiElimina
  40. @Still
    Se avessi dovuto fotografare l'ultimo modello della caffettiera Bialetti avrei adoperato altro materiale per il limbo. L'ho adoperato rustico apposta per questi oggetti. Ne approffitto anche per dire che non c'è paragone di qualità tra queste fotine sullo schermo rispetto alle stampe 30x45 eseguite come dio comanda.

    @Ross
    Per cominciare dovrei avere un po' di oggetti in lista. Se qualcuno me ne vuol suggerire pregherei di mandarmi un email, così per creare poi un minimo di sorpresa negli altri.

    @LGO
    Deve essere una bella birba il seienne.

    @Laura
    Sei stata più che esaustiva. Grazie.

    RispondiElimina
  41. Ah, i mercatini sono fantastici!
    Quindi non ci vado mai, perché di sicuro comprerei qualcosa di perfettamente inutile ma che ha catturato il mio interesse.

    RispondiElimina
  42. io i mercatini dell'usato li adoro letteralmente. però Al...oggetti che non usiamo più...io quelle cose che posti non le ho mica mai usate :).
    Però bell'idea. Ti seguo.

    RispondiElimina
  43. Che bello il macinino del caffè..

    RispondiElimina
  44. @Alberto: se mi capiterà di incontrarne uno te lo segnalerò. Potrei cominciare frugando nel garage dove mio nonno custodisce e vuol bene a un sacco di cianfrusaglie e anticaglie raccolte durante la sua vita. Qualcosa di interessante ne spunterà fuori di certo. :)

    RispondiElimina
  45. @Polly
    Quelli che ho pubblicato sono oggetti antichi. Nemmeno io li ho mai adoperati. Ho mica duecento anni. Mentre la rubrica che vorrei mettere in piedi dovrebbe essere fatta di oggetti che abbiamo adoperato e che adesso non si adoperano più.

    @Ross
    Grazie molte per la collaborazione.

    RispondiElimina
  46. Quando ci lasci come il Russo?
    Sarebbe n bellissimo regalo di Natale!
    f.to
    I tuoi Kompagni sfigati.

    RispondiElimina
  47. Meraviglia! Ai mercatini oggetti simili farebbero furore… :-D

    RispondiElimina
  48. Mi sono fermata subito ,alla parola"mercatini":li adoro.
    Bellissimi gli oggetti fotografati,molti li conoscevo,altri una novità.L'ultimo,quella specie di spiedo,dovrebbe servire per riempire le spole per il telaio:lo usava mia nonna.La base in legno era la bussola all'interno della quale si faceva girare il fuso in ferro.
    E' ottima l'idea degli oggetti antichi ,se ti va puoi passare dal mio blog: www.scrivoescambio.blogspot.com
    Ciao e scusa se mi sono dilungata tanto.

    RispondiElimina
  49. @Kompagni sfigati
    Oltre che sfigati mi sembrate anche un po' masochisti per venire qui volontariamente a sorbirvi le mie menate. Potreste fare una cosa semplicissima: il regalo di Natale ve lo fate da soli andando a navigare in altri mari. Adiòs.

    RispondiElimina
  50. A Natale non devi essere permaloso come il desaparecido Russo... hai visto che harakiri ha fatto con il suo blog coprofago!?
    :-)

    RispondiElimina
  51. bellissimi questi oggetti antichi!
    No, io non avevo indovinato... :-)
    g

    RispondiElimina
  52. che bello il macinino da caffè!!! ne ho uno simile anch'io in campagna....

    RispondiElimina
  53. io però il macinino l'ho usato! anche parecchie volte, in campagna.

    RispondiElimina