Pagine

venerdì 27 aprile 2012

Portacravatte rotante

Portacravatte rotante

Quando fumavo, a proposito il 3 aprile sono passati tre anni che ho smesso, e avevo un appuntamento per strada (arriva, non arriva, ma perché non arriva, e perché arrivo sempre io per primo) e avevo dunque questo appuntamento e lei/lui non arrivava la prima cosa era accendermi in automatico una sigaretta. Adesso invece per ingannare il tempo, come se fosse nato ieri per lasciarsi ingannare, guardo le vetrine.

E dunque l'altro giorno in viale Tunisia ero lì in attesa e passavo in rassegna i negozi nel raggio di una decina di metri quando dietro il cristallo mi spunta questo aggeggio. E lo contemplo e lo fotografo. E poi dopo un attimo di indecisione decido di entrare per avere qualche lume. Ma l'amica arriva, e siamo già in ritardo, e niente, la domanda mi rimane in testa. Così adesso la faccio a voi. Ma questo portacravatte lo comprano gli uomini per loro stessi o le donne per regalarglielo?

Carpe diem è il nome del negozio. In quanto a carpere il diem io lo carperei in altre maniere e non con cazzate simili.

26 commenti:

  1. Mai regalerei un robo simile a un uomo. Non solo è brutto e inutile, ma in rapporto a quel che è costa una fucilata.

    RispondiElimina
  2. A me me pare 'na strunzata...:DDD

    RispondiElimina
  3. Poi questi oggettini, dopo qualche mese, rivelatisi inutili, vengono buttati nella spazzatura, nel bidone dei rifiuti indifferenziati.

    RispondiElimina
  4. ...però ha il grande pregio di far ridere! :-)

    RispondiElimina
  5. carpe diem più che il diem carpisce la buona fede di chi deve fare un regalo e non ha idee...
    in ogni modo, è sufficiente abolire le cravatte, come ho fatto io :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io le ho abolite da molto tempo. Un giorno o l'altro farò un post sulla cravatta.

      Elimina
  6. Guardate che c'è gente che usa delle stanze come armadio e che ha il "coso rotante" che non li porge le cravatte la l'intero guardaroba. C'è gente a Milano che vive in appartamenti che occupano due piani interi di un grattacielo con tanto di piscina eccetera.

    Io non possiedo nemmeno una cravatta ma sono consapevole che esistono altri universi.

    RispondiElimina
  7. mhmmm. Regalerei un attrezzo simile a un uomo solo se lui mi avesse appena regalato un robot da cucina, una scopa elettrica o un abito in saldo.
    (Grazie per aver specificato che carpe diem è il nome del negozio, mi inquietava il pensiero che ti invitassero a cogliere l'attimo per acquistare quell'affare)

    RispondiElimina
  8. Non lo regalerei mai - sull'utilità, lo dovreste dire voi maschietti...la sola cravatta che ho, è nera, la uso quando gioco con l'abbigliamento femminil-maschile, la trovo subito, è comodamente distesa nel mio cassetto - ciao

    RispondiElimina
  9. Ahi ahi ahi, "regalarglielo"? Glielo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che l'ho scritto di proposito, non mi è scappata la mano. E credo che ormai anche l'Accademia della Crusca lo abbia sdoganato questo pronome con questo uso.

      Elimina
    2. @ Anonimo
      Stai ancora a questo? Vai a dare uno sguardo alle nuove grammatiche e vedrai che l'uso dei pronomi non è più rigido come una volta, soprattutto nella lingua colloquiale, pur se scritta.

      Elimina
  10. A quel prezzo, secondo me, a ogni cravatta sforna un caffé.
    Comunque dai cinesi costa 5 euro. E danno pure lo scontrino. Taroccato anche quello.
    Ciao.

    RispondiElimina
  11. Maistretu27/4/12 13:49

    è la più bella risposta alle obiezioni (condivise) di Serra, il niente diventa essenziale, il soddisfacimento diventa sofferenza.. cazzate che restano cazzate, ma come si diceva a Montecarlo; i ricchi ne vivono di cazzate.. nel mentre una buona parte del mondo s'incravatta sul serio..
    Maistretu

    RispondiElimina
  12. ma la domanda è "che cazzo fa st'aggeggio?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una specie di passerella per le cravatte. Ti passano una ad una sotto il naso fino a che non trovi quella giusta da indossare.

      Elimina
    2. non ci posso credere!! messa così mi viene da "inventare" un altro aggeggio che passi in rassegna oggetti di altra natura fino a che non scegli quello giusto, ma non dico cosa che altrimenti mi rubano l'idea!

      Elimina
  13. motivo in più per non mettersi la cravatta!

    RispondiElimina
  14. Un tale oggetto farebbe aumentare la crescita
    sempreché si trovi qualcuno che lo compera.

    RispondiElimina
  15. Non é che poi arrivano anche le tartarughe ninja? :))

    RispondiElimina
  16. L'ultima cravatta che circolava in casa è servita a chiudere un sacco nero da scaricare nel cassonetto.

    48 € per una giostrina?

    Alberto, ci compro una stecca di sigarette, rispetto a te ... aspettando la Guzzanti, ne sto accendendo una proprio adesso ;-))

    RispondiElimina
  17. Chi avrà poi inventato quell'orrida "cosa" chiamata cravatta?
    Un sadico? Un torturatore pentito ma non poi tanto?
    Io quando vedo un uomo con la cravatta mi vien voglia di strozzarlo :))

    RispondiElimina
  18. Mio marito il 1° gennaio dell'anno scorso, con grande gioia, è andato in pensione e... non ha più usato la cravatta, mai, mai! Aggeggio inutile!

    RispondiElimina
  19. Io spero solo che non riescano a venderlo, tanto per rinfrancarmi sull'intelligenza dell'altra parte dell'umanità, quella dei compratori.

    RispondiElimina
  20. Cuore, il settimanale di resistenza umana, aveva una rubrica dedicata a cose simili "mai più senza".

    RispondiElimina

Non fate commenti come "Anonimo". Andate su Nome/URL. Inserite il vostro nickname nel campo "nome", se non avete un blog/sito lasciate vuoto il campo URL.