Pagine

sabato 1 ottobre 2016

Il diavolo e la Madonna


Milano, orti condivisi di via Esterle

Quando ho visto questa scena sono rimasto, diciamo così, un po' disorientato. La cappelletta della Madonna assediata da una pianta che produce fiori chiamati trombe del diavolo.

Così ho chiesto al giardiniere. Ma no, mi ha risposto, è la Madonna che dall'alto domina il diavolo. Ecco vedete come le cose possono essere guardate sempre da punti di vista diversi. E magari di punto di vista voi ne avete ancora un altro.

Buona domenica.

La pianta è una datura metel parente stretta della datura stramonium. Ne parlai QUI quando mi crebbe nell'insalata.

QUI tutte le foto del sabato.

18 commenti:

  1. Mi sono divertita leggendo i commenti al tuo post sullo stramonio di cui hai messo il link, di tutto e di più dall'azzardo al terrore. Le mezze misure non si confanno alla rete :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Vera
      E comunque quella volta l'insalata contigua allo stramonio ci guardammo bene dal mangiarla.

      Elimina
  2. Avevo quella pianta, ma l'ho persa cambiando casa e giardino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Sara
      Peccato, fa dei bei fiori.

      Elimina
  3. Strani, inevitabili connubi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Mia Euridice
      Inevitabile e non so quanto graditi.

      Elimina
  4. Povero diavolo.Inesistente ma sempre il più evocato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @fulvio
      puoi ben dirlo, povero diavolo.

      Elimina
  5. effettivamente mi sembra piuttosto sottomesso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Ernest
      Aspetta a dirlo. Vedrai se la pianta cresce...

      Elimina
  6. Mah, la madonna dominerà pure, ma il diavolo vince sicuro per brillantezza e colori :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Cri
      Si sa, la madonna è modesta.

      Elimina
  7. Per chi ce l'ha piantata era una pianta della madonna. ;)

    RispondiElimina
  8. Interessante come si possa vedere la stessa cosa da molteplici punti di vista. Tanto che la cosa cessa di essere la stessa, divenendo qualcosa di particolare per ciascun osservatore.
    Forse l'oggettività non esiste?
    Bello spunto di riflessione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Viviana
      Forse non esiste nemmeno la verità.

      Elimina