Pagine

giovedì 7 giugno 2012

Itinerari di letteratura - ottava edizione 2012

Ulivi in alta val Nervia
Ulivi in alta val Nervia (IM)



Mi piacciono questi crepuscoli della sera in cui il mare compone a poco a poco un altro mare, o quelli del mattino, dove si affaccia l'infinito, perché l'uomo è l'essere delle lontanaze, getta il suo cuore sempre più lontano e poi lo guarda tra le cose per poter descrivere con il massimo del distacco poetico e dell'obiettività.


Francesco Biamonti
da Scritti e Parlati



Centro polivalente "Le rose"
San Biagio della Cima (IM)

Sabato 9 giugno
ore 17
Presentazione di
Genova ch'è tutto dire.
Immagini per la litania di Caproni.
di Patrizia Traverso e Luigi Surdich
Genova, il canneto, 2012
Intervengono:
Luigi Surdlch e Patrizia Traverso
Mostra Fotografica di Patrizia Traverso,
la mostra resterà aperta dal 9 al 17 giugno e sarà
visitabile tutti i giorni dalle ore 16 alle 19

Domenica 10 giugno
ore 9
Passeggiata sui luoghi biamontiani
Punto di ritrovo presso il Centro Polivalente “Le Rose”.
Ai partecipanti si consiglia di indossare scarponcini da
trekking e munirsi di borraccia d'acqua.

Venerdì 15 giugno
ore 21
Ricordo di Giulio Einaudi nel centenario della nascita
Interviene:
Walter Barberis

Sabato 23 giugno
ore 17,30
Presentazione di
Romanzo mondo.
La letteratura nel villaggio globale
di Vittorio CoIetti
Bologna, il Mulino, 2011
interviene
Alberto Beniscelli - sarà presente l'autore

Sabato 30 giugno
ore 17,30
Presentazione di
Montale. L'arte è la forma di vita di chi propriamente non vive
di Elio Gioanola
Milano, Jaca Book, 2012
intervengono:
Marco Grassano e Simona Morando - sarà presente l'autore


www.francescobiamonti.it

8 commenti:

  1. Sai mica Roberto da dove ho scattato la foto?

    RispondiElimina
  2. mica male questi itinerari

    RispondiElimina
  3. Un gran bel programma...a essere vicini....

    RispondiElimina
  4. Segnalazione interessante e ricca!

    RispondiElimina
  5. Interessantissimo l'itinerario e la foto ... mai visto uno spettacolo come questo!

    RispondiElimina
  6. Vedunu? o Perle.. mi trae in inganno quella casa bianca, potrebbe essere anche Iaorno a Buggio..
    comunque sempre una terra unica dove il magaglio cantava tutti i giorni e in tutte le stagioni.. un sempre vivo unico.. specie quasi estinta.
    Maistretu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalle campagne di Jeannot Pescairun in Veglio, dove ha la chiesetta della Madonna della Neve.

      Elimina
  7. che posto magnifico da Janot la chiesetta la fece costruire Carlo Fea ai primi del Settecento in scala minore di una chiesa di Roma S. Maria Maggiore, Janot l'ha restaurata insieme ad un quadro settecentesco presente nella chiesa..
    ciao Alberto oggi Toraggio e Pietravecchia un mare di fiori.. che splendore!
    Maistretu

    RispondiElimina

Non fate commenti come "Anonimo". Andate su Nome/URL. Inserite il vostro nickname nel campo "nome", se non avete un blog/sito lasciate vuoto il campo URL.