Pagine

venerdì 5 ottobre 2012

Dove sono finiti i 15 milioni di euro del terremoto raccolti via sms?

Orologio - Terremoto Finale Emilia

È presto detto. All'indomani del terremoto che aveva disastrato parecchi paesi dell'Emilia, e anche del Veneto e della Lombardia, era partita una gara di solidarietà che sms dopo sms aveva raccolto la bella cifra di 15 milioni. Denari sonanti, da poter utilizzare subito per l'emergenza.

Ma di questi denari confluiti nei vari gestori di telefonia un euro che è un  euro i terremotati non l'hanno ancora visto. E chissà quando li vedranno. Bloccati in una sequela di rallentamenti e autorizzazioni varie dove molti ci sguazzano.

Dapprima i mancati trasferimenti da parte di Tim e Vodafone che solo a settembre hanno fatto sapere di aver trasferito le somme alla Banca d'Italia. E qui giacciono perché quando un cittadino dona soldi alla pubblica amministrazione devono prima passare per un controllo alla Tesoreria dello Stato. Poi ci sono le forche caudine del comitato dei Garanti ( nominati da poco, un terzetto composto da Isabella Seragnoli, Giuseppe Grechi, Pierluigi Petrillo, e sarebbe interessante sapere quanto prendono di stipendio) che devono vigilare sull'utilizzo.

E questi garanti devono prima attendere che i governatori di Lombardia, Veneto ed Emilia si mettano d'accordo come ripartire il denaro. Perché ogni regione avrà in percentuale quello che sarà stabilito a tavolino da Zaia, Errani e Formigoni. E tuttora non si sono espressi in merito.

La mafia è una piovra. Ma ne esistono altre. Questa che ho appena descritto ne è un esempio.

19 commenti:

  1. Mai donato un euro via sms perchè non mi ha mai convinto non essendoci nessun controllo su quello che le persone versano. ho sempre preferito contattare direttamente associazioni e/o persone sul posto e mettere il mio piccolo aiuto direttamente nelle loro mani.
    Con il web e con la rete farlo é più facile di quel che si pensa ;-)

    RispondiElimina
  2. resto del parere espresso nel post precedente. a questi politici ed ai prebedendisti pagati a suon di centinaia di migliaia di euro dobbiamo fare bruciare la pelle..come diceva il compagno Berja..
    per le donazioni è consigliabile aderire ad una associazione no-profit, essempio terre de hommes, oppure medicine sans frontiere o nigrizia quella degli sms è una boiata in cui siamo caduti in molti.

    RispondiElimina
  3. Non ho mai donato niente a nessuno tramite sms.
    Quando ho potuto, ho mandato denaro e/o materiale a chi era sul posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VARREI SAPERE DOVE SONO FINITI TUTTI I SOLDI DEGLI SMS PER LE POPOLAZIONE TERREMTATI? chi ci deve questa risposta.

      Elimina
  4. Dove sono i 15 milioni di euro del terremoto raccolti via sms? Ce li ho tutti io, AH AH AH AH AH AH AH

    RispondiElimina

  5. Io sono una di quelle che invia soldi tramite sms per i terremoti vari, per la ricerca in campo medico, per i bambini dell'Africa, invio soldi anche tramite bollettini di conto corrente all'Unicef, alla Lega del Filo d'oro etc. Ho inviato persino i 10 euro a Santoro affinchè potesse trasmettere su sky e su altri canali TV lo scorso anno! Sono una credulona, un'idealista che si fa fare scema? Molto probabilmente sì, ma io ci provo a far arrivare il mio aiuto e credo che sia troppo autoassolutorio il negare il proprio aiuto con la scusa che non si sa dove vanno a finire i soldi. Piuttosto si trovi il modo per verificare e sollecitare che quanto inviato arrivi a chi di dovere!

    RispondiElimina
  6. Anch'io, come Ornella, sono una che talvolta dona via sms. Non in questo caso, però. Non so perchè, ma una vocina dentro di me (intuito? Angelo custode? Vocina alla Magnum P.I.?) mi diceva di non fidarmi. E, a quanto pare, aveva ragione.
    Poi, con quello che si legge nel web in questi giorni, visto che c'è stato chi è riuscito a intascarsi e godersi nientemeno che i soldi dell'ICI versati dagli onesti, chissà cosa saranno in grado di fare coi quattrini raccolti via sms!

    RispondiElimina
  7. Ho smesso dopo il terremoto de L'Aquila.

    Abbiamo risposto in tanti a un appello, abbiamo mandato la media di 150€ a blogger e dopo un paio di mesi, chi ne ha beneficiato ha pensato bene di scaricarci addosso una betoniera di emme scrivendo che noi avevamo fatto "solo la carità".

    Da quel momento ho smesso di frequentare quel blog e ho iniziato ad agire come Chit, nel caso dell'Emilia, avendo una coppia di carissimi amici che risiede a Buonacompra, mi sono rivolta a loro, ma gli sms con me non fanno presa, presto più attenzione ai prodotti, se arrivano dall'Emilia ... e mi servono li compro.

    Questa cifra fa tremare i polsi...e l'inverno sta arrivando.

    RispondiElimina
  8. io vivo vicino a finale emilia qui non e' arrivato nulla qui ci si arrangia!!!!!!!!! come in tutti i paesi colpiti

    RispondiElimina
  9. qualcuno se li è imboscati, il problema è scoprire chi e dove li hanno messi. Ad Aquila dopo 3 anni non riescono a portare via ancora le macerie e debbono ancora partire a ricostruire nel centro storico...

    RispondiElimina
  10. una petizione firmata da milioni di cittadini affinché organismi come altro consumo indaghino e ci facciano sapere qualcosa
    In ogni caso bisogna assolutamente fare bagarre- Solo cosi il marcio viene fuori -E mica aspettiamo i comodi dei presidenti di regione ,spero!!! quelli poi a partire da FormigONI c'è solo da piangere

    RispondiElimina
  11. e se quando incontriamo uno di questi politici e faccendieri che ci hanno anche riso sopra al dramma del terremoto, gli facessimo scendere tutti i denti? e se la smettessimo di indignarci,risolveremmo un po di problemi alla radice..

    RispondiElimina
  12. Anche a laquila hanno avuto lo stesso problema: soldi presi con sms che sono... Evaporati.

    RispondiElimina
  13. Ho letto che questi soldi finiscono nelle banche, che a sua volta li prestano a tassi agevolati ai terremotati, ma che poi devono comunque essere restituiti, ma se io li ho donati perchè devono ridarli? Be! questo secondo me questo è un furto bello e buono

    RispondiElimina
  14. Le associazioni umanitarie Spuntano come i funghi Per aiutare popoli Che le multinazionali con le speculazioni affamano .
    Per impietosire fanno vedere Persone e bambini sofferenti bisognosi di aiuto.

    Per essere credibili dovreste denunciare gli affamatori
    ei governanti collusi di quei paesi.

    Altrimenti involontariamente fate il loro gioco perdendo credibilità e i parassiti non pagheranno mai i danni che fanno.

    Chi risponde alla beneficenza? Guarda caso persone a sua volta in difficoltà
    Sarebbe giusto pagassero i parassiti.
    PS Mentre nel Mondo i Popoli vengono sommersi dalle (chiacchiere) e come recita quel detto non fanno farina.
    Intorno a noi c’è il vero Mondo purtroppo per apatia o per stupidità
    Siamo in pochi ha vederlo.

    Ho lavorato per 18 anni alla stazione di ( S .M .N) di Firenze e ciò che descrivo nel post è verità il tutto rispecchia la nostra società e ciò che saremo.

    Anime sospese
    le ho viste aggirarsi in tutte le stazioni
    in cerca della loro identità perduta
    vita vissuta ai margini della dignità imposta da una società malata
    Priva di amore verso i più umili che stanchi di lottare si sono arresi
    assistendo impassibili alla vita che non gli appartiene più
    Vita ricercata nella folla frettolosa schiava del tempo che passa veloce
    come fossero automi taluni offrono una moneta
    tenendo in vita queste anime sospese condannate a fare da specchio a tutta l’umanità.
    ( A. VITTORIO)


    RispondiElimina
  15. possibile che ogni cosa in italia s'impantani nell'ingranaggio ? vedremo mai una cosa buona e giusta funzionare? - uffa - ciao

    RispondiElimina
  16. Persino esprimere Solidarietà (in soldoni) è difficoltoso in questo nostro paese! Allorchè esistano delle regole poi: una burocrazia ignorante, famelica e piena di sé, blocca tutto, anche il buonsenso.

    RispondiElimina
  17. Questo è il motivo per cui ho smesso di dare soldi con queste raccolte... Mi dispiace ma pago già fin troppe tasse che non so dove vadano a finire.

    RispondiElimina
  18. Mi dispiace, ma a me questa storia degli sms non mi è mai piaciuta, i gestori ci guadagnano sempre! Ed è tutta pubblicità gratis.

    RispondiElimina

Per una questione di valanghe di spam sono stato costretto a non permettere più commenti anonimi. Dopo un po' vedrò.