Pagine

lunedì 1 ottobre 2012

In Liguria

Sasso, Bordighera Sasso, Bordighera Sasso, Bordighera

Domenica a Sasso, frazione di Bordighera, per la presentazione di un libro nella magnifica piazzetta. Il mare visto dall'alto e la costa francese che sembra, e quasi lo è, a un tiro di schioppo. Sole d'autunno che scalda come a fine estate. Piccoli scorci sopra.

Stamani invece a vedere dei miei ulivi in una campagna sopra il paesello. Di fronte Apricale che vedete nella foto (Marco potresti dire finalmente qualcosa) e più in alto Perinaldo dove nacque Giandomenico Cassini l'astronomo. Il tempo decisamente cambiato. Le prime brume, ma temperatura ancora mite.

Due Ligurie. Quella di mare e quella dove il mare non lo vedi ma solo lo intuisci.

Apricale

14 commenti:

  1. Fotografie che hanno colto il segno!

    RispondiElimina
  2. Ritorno alle origini....quando tutto era più genuino e a misura d'uomo! Ci siamo appassionati tutti al progresso e credo, purtroppo, che non ne riusciremmo più a farne a meno, però spesso viene da pensare che in realtà stavamo meglio quando stavamo peggio...

    RispondiElimina
  3. Terra di contrasti, non c'è dubbio.

    RispondiElimina
  4. Anche Perinaldo lo si intuisce...

    RispondiElimina
  5. Che posti meravigliosi. E che bravo fotografo! :)

    RispondiElimina
  6. domenica pomeriggio ho fatto il bagno nel mare siciliano poi, a fine serata il ritorno romagnolo mi ha fatto trovare freddo e pioggia - dall'infradito agli stivali in poche ore - incredibile! ciao

    RispondiElimina
  7. Che sia di mare o ... di monti, la Liguria è sempre una splendida terra. Non conosco l'entroterra ligure ma a giudicare dalle tue foto è antico e pieno di bellezze.
    Ciao
    Francesca

    RispondiElimina
  8. fotografie spettacolari Alberto .La nonnina poi,stupenda e poi,diciamocelo dai Alberto ,la Liguria aiuta eh ;))

    RispondiElimina
  9. Margherita2/10/12 18:25

    Bellissime immagini, in particolare le ultime due...
    Chissà perché il mare al di là delle colline lo intuisco sempre...

    RispondiElimina
  10. terra d'inquietitudini, troppi contrasti, ricchezze a dismisura e terre ricche di abbandoni, paesi svuotati di memoria, stranieri onnipresenti che rivedono con i loro occhi la nostra memoria.. son terre che tu immortali come racchiuse dentro ad un sonno profondo, un sonno spesso letale..

    RispondiElimina
  11. Quando parli di Liguria affiora da te una dolcezza profondamente poetica. Molto bello il commento di @Roberto.

    RispondiElimina
  12. Si, due Ligurie, ma una più bella dell'altra. I due volti di una terra che unisce grande bellezza e città deturpate dal turismo selvaggio.

    RispondiElimina
  13. Immagini che non hanno bisogno di parole. Bellissime, come le sensazioni che provocano. Veramente un bel post e, poi, qua c'è un commento, Roberto, che è poesia. Questa visita prima di chiudere e raggiungere il letto, è stata un'ispirazione!

    Ciao Alberto, notte buona!

    RispondiElimina