Pagine

martedì 22 novembre 2011

La Lega si fa scippare la sede del Parlamento del Nord

Vicenza - Villa Bonin Maistrello, sede in passato delle riunioni del Parlamento del Nord

Caduto il governo la Lega se ne era uscita col reboante annuncio «Il 4 dicembre riapriremo il Parlamento del Nord». E già un "Parlamento" a maggioranza ultrabulgara (niente opposizione), che chiude e apre a seconda che piova o ci sia il sole, un filino da pensare lo dà.

Quello stesso giorno avevo sentito alla trasmissione Caterpillar di radiodue un'intervista a Mario Maistrello, proprietario della villa Bonin Maistrello a Vicenza dove i leghisti si erano riuniti negli anni passati. Interpellato se qualcuno si fosse fatto vivo aveva risposto di no e aveva aggiunto che lui era un commerciante non un politico e che quindi se qualcuno avesse prenotato prima quelle sale la Lega se la sarebbe presa in quel posto.

I giorni sono passati e nessuno si è presentato, emblematico della perfetta organizzazione di quel partito. E così per il 4 dicembre il posto è già occupato da un battesimo e una cena aziendale.

In alternativa suggerisco un tendone da circo, che da qualche parte si può sempre reperire. Si troverebbero là dentro come a casa loro.

25 commenti:

  1. E' un post chiuso: hai già detto tutto! Naturalmente sotto il tendone del circo l'unico ruolo perfetto per loro è quello dei pagliacci, lì come altrove.

    RispondiElimina
  2. Per me chi lavora al circo è molto più serio di loro!

    RispondiElimina
  3. Eh, c'è da ridere.
    P.S. oggi siamo stati telepatici

    RispondiElimina
  4. attenti come sono all'arte e alla bellezza avranno pensato che quella villa costasse troppo!

    RispondiElimina
  5. manco il circo prenoteranno: ormai sono troppo abituati alle poltrone di montecitorio e palazzo madama...

    RispondiElimina
  6. Quella del tendone da circo è tra le più belle che ho letto!

    RispondiElimina
  7. delle belle ribotte oppure un schirotto di fine delirio padano..
    con Borghezio che balla sul desco in perizoma e Bossi che si fa un ma...o!
    e via tanto questo paese è stato per anni un grande circo Barnum, uno in più non guasta.
    Maistretu

    RispondiElimina
  8. lo ripeto e lo ripeterò la lega è il più grande bluff della storia politica di questo paese.

    RispondiElimina
  9. Facciamo piano, non vorrei che Cazzullo venisse a dirci che non si umilia il nemico ;-))

    Leggo giornali e rido, ho letto Le Monde e mi sono sganasciata, l'asse Merkozy sta per ricevere un colpo d'ascia al centro...;-))

    Paro,paro il colpo d'ascia sull'asse legapdl ;-))

    RispondiElimina
  10. RollingOnTheFloorLaughing22/11/11 15:34

    Adesso bisogna fare in modo che questa storia faccia il giro del mondo. Bisogna che la risata arrivi ai legaioli da tutte le parti. P.S.: questa è la prima volta in assoluto che riescono nel loro intento di fare i clown; da quand'è nata la lega nord (o sega nord) non erano mai riusciti a farmi rotolare per terra dalle risate in questa maniera.

    RispondiElimina
  11. è vero, chi lavora nel circo è molto più onorevole dei leghisti(duhangst) egli lavora moltissimo e fa tanti sacrifici per guadagnarsi la giornata mentre i leghisti valgono meno di zero e sono solo parassiti della società.

    RispondiElimina
  12. La Lega in una villa palladiana?
    Non sanno manco cos'è...
    Sono piuttosto genta da Sfida all'O.K. Corral...

    RispondiElimina
  13. Mi sfugge in senso di questo post. Quale sarebbe la notiziona?

    RispondiElimina
  14. @Lorenzo
    Non è una notiziona, è una notiziola.

    RispondiElimina
  15. Mmm, mi viene in mente la parabola della pagliuzza e della trave.

    RispondiElimina
  16. Borghezio può fare la donna cannone!

    RispondiElimina
  17. Near my home.
    Non sai la gioia quando i giornali locali ne hanno dato noizia, cosi' mi evito di vederne una massa deforme tutti assieme.

    Forse lo fanno a Castelgoffredo, vicino Mantova.

    Speriamo che almeno li', si ricordino di mettere i vespasiani.

    Ciao

    Zac

    RispondiElimina
  18. la Lega cerca di rifarsi una verginità, il governo monti che gli ha permesso di slegarsi in modo indolore da berlusconi non gli sembra vero..

    RispondiElimina
  19. Sì, mi sono divertito. E tanto.

    RispondiElimina
  20. Gli unici che dovrebbero battezzarsi sono proprio loro, i leghisti, di partito e di popolo, per epurarsi dal peccato originale dell'imbecillità. Poi, son pure cattolici, sicché la cosa non dovrebbe turbarli più di tanto.

    RispondiElimina
  21. Ah, ah, il tuo suggerimento finale mi pare ottimo!

    RispondiElimina
  22. ma non sono contro gli sprechi del parlamento italiano???? e allora cosa fanno ne aprono un altro????
    folliaaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  23. ... sei sempre molto buono! Personalmente, ad annunci come quello da te ricordato, avrei risposto "fatelo, manderemo l'esercito"!

    Ciao Alberto e buona giornata. Dobbiamo o no riqualificare la nostra immagine di Paese credibile? Allora, cominciamo a far tacere questa gentaglia fascista (altro che comici!!).

    Sull'ultimo numero di Saturno, l'inserto culturale de il Fatto, c'è riprodotto un discorso fatto in un ipotetico comizio leghista. Discorso e comizio sono di fantasia. Gli argomenti e le parole che costituiscono l'ipotetico discorso, invece, sono veri, reali ed estrapolati da dichiarazioni via via rilasciate dai vari calderoli, maroni, bossi e altri fascistelli in camicia verde, nel corso della loro misera carriera politica (misera umanamente perché, per il resto, ingrassano nella Roma ladrona come gli altri).

    Da accapponare la pelle!

    Quindi, ripeto, siccome il Parlamento in questo nostro Paese è uno solo, siccome la Costituzione di questo Paese quello riconosce, siccome in questo Paese la Padania non esiste... io a certe affermazioni risponderei con la legge e, se non basta, con i cannoni... magari su quel "circo" che tu suggerisci.

    RispondiElimina
  24. Io proporrei loro di prenotare un treno, ma che vada molto lontano mentre discutono come chiudere le frontiere e creare la Padania. Sul retro del treno un bel striscione "Ma vaff....."

    RispondiElimina
  25. Un dubbio non farebbe male a nessuno.28/9/12 13:01

    Per caso approdo a questo sito mentre cerco tutt'altro.
    Leggo la "notizia" e leggo i post.
    Non sono d'accordo e penso che forse farei meglio a non scrivere nulla. Poi mi fermo e lascio due righe.
    Villa Bonin si trova in Veneto regione abitata da 5 milioni di persone dove alle ultime elezioni (regionali 2010) la Lega Nord (piaccia o non piaccia) ha ricevuto credo il 38% dei voti. Per inciso questa regione versa a perdere nelle casse dello Stato Italiano ogni anno oltre 25 miliardi di euro (versa 75 miliardi di tasse ed a ogni ipotetico titolo proquota ne riceve al massimo 50). Dunque magari una riconoscenza verso la maggioranza di questa regione che mette i soldi per gli altri forse non sarebbe sbagliato quando si scrive.
    Capisco bene che si possa dire che un partito politico non ci piace. Capisco che si possa dire che le idee politiche di qualcuno sono sbagliate. Capisco molto meno che si parli di un avversario poltico come Vespasiano, Circo, Vaff, etc.
    La notizia vera direi che è questa: la qualità ed il profilo degli avversari della Lega che si sono manifestati in questo sito: valutare pure liberamente quale questa sia.
    Ah dimenticavo, sono molti anni che voto radicale e non ho certo votato Lega, però leggendo simili perle il dubbio me lo fate proprio venire.

    RispondiElimina