Pagine

lunedì 7 novembre 2011

La nave affonda, i topi scappano



Anche la topastra Carlucci sta arrivando a nuoto sul dragamine Casini (altroché casa chiusa, di questi giorni poi). Oggi, domani, si farà la conta delle pantegane che stanno fuggendo dal Titanic squarciato da un iceberg di sfiducia. Si accettano scommesse sull'eroe che dirigerà imperterrito sul ponte la bandina per l'ultimo valzer. Intanto uno spettacolo brechtiano sarà messo in scena da tutti i farabutti, con le tasche piene di soldi rubati, che faranno carte false pur di riuscire a salire su una scialuppa di salvataggio, costi quel che costi.

Illustrazione da

31 commenti:

  1. Fantastica l'immagine!
    Speriamo che Casini non confermi il nomen omen.

    RispondiElimina
  2. Già fanno schifo normalmente, poi quando fanno anche i voltagabbana i politici sarebbero da eliminare definitivamente. Non dovrebbero prendere mai più un voto in vita loro...

    RispondiElimina
  3. Casini, col fariseismo tipico di Comunione e Liberazione, ha detto che tra le opzioni che può valutare Berlusconi c'è quella di ritirarsi e indicare un nuovo Presidente del Consiglio per consentire di ottenere una maggioranza più ampia. Fantastica, poi, l'affermazione sedondo la quale in politica si misurano le cose dai provvedimenti che vengono adottati (cioè le norme a favore della Chiesa, per esempio), mentre i comportamenti personali (leggi: il bunga bunga) sono meno importanti.
    Viva l'Italia, metà giardino e metà galera, cantava De Gregori.

    RispondiElimina
  4. ERRATA CORRIGE: Per un lapsus ho scritto Casini anziché Formigoni - che sarà, temo. il vero successore di Silvio: la Chiesa lo vuole

    RispondiElimina
  5. Oggi scriviamo le stesse cose. Mi sa che saremo in tanti...

    RispondiElimina
  6. La variante, qui, è che sono stati gli stessi topi a farla affondare, rosicchiando la sala macchine...

    RispondiElimina
  7. La cosa grave non è quello che fanno Carlucci e Casini.

    La tragedia è che non abbiamo di meglio.

    RispondiElimina
  8. Lorenzo ha ragione, purtroppo.
    Come diceva uno dei personaggi di Francesco Biamonti, "Più mi segno, più lampa".

    RispondiElimina
  9. Simone Lorenzi7/11/11 12:10

    Sarebbe bello che tutto il circo del bunga bunga si trasferisse in toto nel casino. Scusate sto facendo confusione con i nomi.

    RispondiElimina
  10. L'IMPORTANTE E'.....FINIRE (PARAFRASANDO MINA!).
    SIAMO ALLA FRUTTA DA TEMPO E STIAMO ROSICCHIANDO I TORSOLI
    (PARAFRASANDO I TOPI!).

    RispondiElimina
  11. La Carlucci.. Quella che i cui figli avevano per idolo il B.?

    RispondiElimina
  12. Se osano approdare a Bananas, li caccio!

    RispondiElimina
  13. Anche le "Zoccole" come diciamo qui a Napoli !

    RispondiElimina
  14. nel momento in cuio finaco la carlucci molla il nano..bè son proprio arrivati.. e inizia la caccia a un culo nuovo da leccare...

    RispondiElimina
  15. alla carlucci silvio ha smesso di pagare il parrucchiere, secondo voi come poteva reagire?

    RispondiElimina
  16. A messina le pantegane si chiamano "zoccole".
    Metterei una "Louisette" per ogni ingresso di Montecitorio, unico modo per non avere un governo di riciclati.

    RispondiElimina
  17. se solo gli italiani avessero un po' di memoria...
    ma forse fa comodo non averla, visto che si pensa molto di più agli interessi privatistici piuttosto che a quelli pubblici.

    RispondiElimina
  18. la carlucci è una gran bella topastra... ha detto che non ha avvisato silvio e che le dispiace... impalatela!!!!!

    RispondiElimina
  19. Sono assolutamente d'accordo don Lorenzo.

    RispondiElimina
  20. Ambra, al più presto Don Lorenzo ti farà una offerta che non puoi rifiutare...

    RispondiElimina
  21. Non dire gatto finch'é non l'hai nel sacco. :(

    RispondiElimina
  22. Mela Marcia7/11/11 22:22

    I Scilitopi.

    RispondiElimina
  23. Nuovo premier Diavolina Merkel del quarto Reich, ministro dell'economia Niolas II di Fancia con Dama Carlà sottosegretario. Per la fuga sono previsti vari bastimenti verso il parlamento europeo e molte poltrone di sindaco di periferia, la Minetti organizza i TransFer. Per ogni problematica la Lela Mora e disponibile per ogni altra evenienza. I Prodi condottieri sono alla finestra aspettando il nuovo veliero Dalemiano pronto a gettar la nuova ancora in questo mare di merda.

    RispondiElimina
  24. Quoto alla grande Mela Marcia: Scilitopi mi piace moltissimo; sono le escort della politica.
    D'altronde Berlusconi ha coagulato intorno a sé tutta la peggiore gentaglia della prima repubblica (fascisti, leghisti, qualunquisti, socialisti, affaristi, speculatori, opportunisti, servi sciocchi in cerca di un padrone, ...). Oggi che ormai nessuno si aspetta che possa ancora tirare fuori dal cappello a cilindro la "dragata" per rimbecillire ancora il popolo coglione, oggi che se ne esce ancora con la storia che i ristoranti sono pieni così, che nei locali c'è la coda fuori, che a Cortina le suites sono tutte prenotate (dai comunisti, magari) ... si accorgono loro stessi che lo spettacolo diventa penoso e ci manca poco al lancio delle monetine e alla contestazione furiosa della piazza.
    Ciao

    RispondiElimina
  25. Se almeno questo stillicidio patetico finisse; ogni giorno sembra che accada e invece no. Un altro tormentone grottesco, come quello della 100mila versioni della finanziaria.

    RispondiElimina
  26. Ma lasciatela stare la povera Carlucci che s'offre.
    Piero

    RispondiElimina
  27. ... a quest'ora sappiamo che il Cainano non ha più la maggioranza alla camera.

    Ciao Alberto e buona serata. Però, sappiamo come si sta "formando" l'alternativa.

    Stiamo passando dalla melma alla... melma. Mi associo alla proposta di Tina: vanno "terminati" e presto!

    RispondiElimina
  28. @LeNny: nel tuo commento c'è un refuso:una "u" al posto di una "i"....

    RispondiElimina
  29. in quanto alla Carlucci ha solo cambiato... marciapiede!

    RispondiElimina