Pagine

mercoledì 12 settembre 2012

Le slot machine e il governo #2

Slot machine

Io, che nella mia voluta ingenuità avevo giocato al rialzo auspicando nell'altro post l'abolizione di tutta la pubblicità dei giochi d'azzardo, vedo adesso che il ministro della Salute Balduzzi è stato costretto a giocare al ribasso, basso basso.

Da quel decreto che tentava timidamente di mettere un leggero argine alle bische legalizzate e presentato ieri per la firma a Napolitano è sparito tutto, proprio tutto. Scompare il limite dei 200 metri di distanza da scuole, centri di aggregazioni giovani e anziani per la sale dove si gioca. Scompare il divieto di fare pubblicità in tv nella fascia protetta. Rovinatevi pure gente.

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Catricalà avrebbe detto a chiare lettere «Ho sentito il Pdl, non spingiamoci troppo oltre altrimenti l'appoggio in Parlamento salta».

Avevo ipotizzato la giacchetta del ministro tirata da più parti. È bastata solo una tiratina del Pdl, così la mafia la camorra la 'ndrangheta non si sono nemmeno scomodate, solo qualche telefonatina ai loro parlamentari di riferimento.

Il ministro Balduzzi avesse un briciolo di dignità consegnerebbe a Monti senza indugio una bella lettera di dimissioni. Ma questi di adesso mi sembrano come quelli di prima.