Pagine

venerdì 4 maggio 2007

Architettura "portabile"

conchiglie
Ingrandisci la foto

Mi hanno portato una
conchiglia.
Dentro le canta
Un mare di segni.
Il mio cuore
Si riempie d'acqua
con pesciolini
D'ombra e d'argento
Mi hanno portato una conchiglia.

Federico Garcia Lorca, 'A Natalita Jimenez' , da Canciones, 1927




Ho visto all'acquario di Milano una magica mostra sulle conchiglie, "Architettura portabile". Foto, video e installazioni. Autori Giuseppe Molteni e Roberta Motta. La sensazione è di tuffarsi davvero in un acquario: le conchiglie riprodotte sui teli fluttuanti, mossi da gentili correnti, sembrano creature reali che volteggiano nelle acque, raccolte da trasparenti barriere.

La complessità della realtà fluida e dinamica nello spazio liquido, sembra chiara e trasparente.

Nell’incedere verso di noi, le conchiglie rappresentano una visione multilaterale del movimento generato dalla loro stessa crescita, come una danza all’interno della loro cinesfera.

Sembra che l’animale ci insegni a misurare il tempo, quando finita la sua funzione di abitante e costruttore, lascia a noi il lavoro di tutta la sua vita e ci dà la possibilità di osservare molto da vicino leggi chimiche, matematiche e fisiche. La «forma traccia» delle conchiglie, contiene ed esprime la propria cinetica e la propria ritmica.

conchiglie

Tutti avrete aperto un file PDF (Portable Document Format). Documento portabile perché si porta dietro tutto ciò che occorre, font, immagini e quant'altro

10 commenti:

  1. Bella mostra a quanto sembra. Purtroppo ho guardato ed è finita.

    RispondiElimina
  2. A me viene in mente una canzone di Paolo Conte:

    Avvenne per caso in una
    Stradina moderna sotto la pioggia
    Gli ombrelli che fanno zum -zum - zum
    E l'universo fa bum - bum - bum

    Lui: una canzone francese
    Lei: una rossa risata irlandese
    Piovvero languidi giorni
    Piovvero languidi giorni

    Sì ma io dovero andato
    Tutto mi sarei guardato
    E ne avrei scritto anche meglio di così.

    Lui era un loden portato da una
    Dolcezza senza rimpianti
    Da studi classici ardenti,
    La pipa morsa tra i denti

    Lei era un cavallo, un gatto, un'ondata
    Di mare nordico al sole,
    Vestita come uno vuole,
    Vestita come uno vuole
    ()

    Due belle gambe, lei e un po di
    Fumo azzurro, lui
    Col permesso degli dèi

    Gli dèi dei bei sonni
    Gli dèi dei begli anni,
    Gli dèi dell amore rosso,
    Del fuoco nelle sottane, architetture lontane
    ()

    La vecchia canzone francese
    Contro una rossa risata irlandese
    Gli ombrelli che fanno zum -zum - zum
    E l'universo fa bum - bum - bum

    RispondiElimina
  3. Da bambina sentivo il mare dentro le conchiglie. Chissà adesso i bambini? Ne ho una bella collezione. In parte raccolte qua e là, in parte comprate. Mi affascinano.

    RispondiElimina
  4. I nomadi. Loro hanno un'architettura portabile. Si portano dietro la casa con tutto quello che serve.

    RispondiElimina
  5. Mi viene in mente la grande conchiglia da cui nasce la Venere del Botticelli.

    RispondiElimina
  6. matrixpigreco4/5/07 16:52

    Se qualcuno vuole vedere delle magnifiche conchiglie può andare qui

    RispondiElimina
  7. Né Armani, né Valentino, né Cavalli potranno mai disegnare un vestito "portabile" come queste conchiglie. Ho scoperto l'acqua calda, ma come la natura...

    RispondiElimina
  8. La Natura è insuperabile, i vestiti che ha inventato non saranno mai superati, né per "portabilità, né per bellezza".

    RispondiElimina
  9. Quella mostra non è una novità.
    Era già stata allestita nel 2003 al Castello della Lucertola di Apricale, che si avvalse di un contributo della Fondazione Carige.
    L'inaugurazione venne suggellata dalla presenza autorevole della ecc.ma prof.ssa Maria Teresa Verda Scajola.

    RispondiElimina
  10. Rispondo all'anonimo che ringrazio per la precisazione. Devo dire però che una mostra di conchiglie in un acquario è un'altra cosa rispetto al pur bellissimo spazio del Castello della Lucertola di Apricale. Per curiosità, in quella occasione c'erano anche i video?

    "autorevole ecc.ma prof.ssa Maria Teresa Verda Scajola"
    Ironia o leccaculaggine?

    RispondiElimina