Pagine

venerdì 7 settembre 2007

Dio, con la maiuscola o la minuscola?

Mi ricordo perfettamente che Eugenio Scalfari sul suo giornale scriveva "dio", sia negli editoriali che in articoli vari. Degli altri giornalisti di Repubblica non saprei. Poi, ad un certo punto, quando?, anche lui cominciò a scrivere "Dio". Potete ben capire che non è una mia pignoleria, da questa maiuscola o minuscola, soprattutto minuscola, si autoinquadra lo scrivente. M'è venuto in mente perché stamattina ho visto in un grande titolo di questo giornale "Dio". E devo dirlo, questa parola a caratteri cubitali fa un po' impressione.

14 commenti:

  1. Uno che scrive Zeus, Afrodite, Apollo, Odino, Anubi ecc... con la minuscola, non rispetta l'ortografia.
    Evitare di usare la maiuscola per Dio, a discapito dell'ortografia, significa ostentare il proprio credo, magari anche quando l'ostentazione delle proprie convinzioni è fuori luogo.

    RispondiElimina
  2. Sinceramente non saprei se maiuscolo o minuscolo, anche se credo quasi tutti scrivano maiuscolo. Però il paragone che porti non mi sembra esatto. Stai parlando di "dei" pagani. Appunto "dei" non "Dei".

    RispondiElimina
  3. Scusa anonimo, ma se Dio si chiamasse Piero, tu scriveresti piero? Scrivi Allah con la minuscola? Il dio dei cristiani si chiama Dio. by Piera71

    RispondiElimina
  4. A tutti capitano momenti di riflessione e ripensamenti.
    Forse il nostro, con il sovravanzare dell'età,è stato preso dall'atavico, istintivo bisogno di credere e dalla paura, naturale del resto, dell'Oltre.
    Al DIO (tutto maiuscolo) per altro, a Cui credo anche se non nel senso antropomorfico al quale le varie religioni ci insegnano a credere.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  5. è incredibile, i primi tre interventi ripetono tutti e tre la stessa cosa, e solo per darsi contro uno con l'altro.
    Per fFort, forse il Nostro (Scalfari) è stato preso da un bisogno di maggiore normatività grammaticale. Se non metti la maiuscola non si capisce che parli di lui... Comunque sono d'accordo con te.

    RispondiElimina
  6. In effetti, i nomi propri vogliono la maiuscola, e non solo in italiano. Dio è il nome proprio del dio dei cristiani, come Yahveh è il nome proprio dei dio degli ebrei, come Allah lo è dei dio dei musulmani. Se si parla di un uomo fedele, si usa la minuscola; se si parla di un uomo di nome Fedele, si usa la maiuscola.
    Se poi si tiene conto che le religioni sono nate, psicologicamente, come risposta alla paura della morte, è comprensibile che più si avvicina, con l'avanzare dell'età, la probabilità statistica dell'evento, più si è indotti a rifugiarsi tra le loro braccia. Come dice qualcuno, "a crederci, conviene: se dopo la morte c'è qualcosa, si è fatto bene; se non c'è nulla, in ogni caso non ci si è perso niente". Ma questo non è più un discorso di maiuscole...

    RispondiElimina
  7. certo che alberto cane se si impressiona nel vedere la scritta dio a caratteri cubitali si impressiona davvero per poco.Va bene che in questo blog si discute anche di argomenti leggeri, ma mettersi a scrivere elucubrazioni sulla maiuscola di Dio o meno è per chi non ha proprio niente di meglio da fare....Mi sembra il solito argomento da sinistroide ammuffito.

    RispondiElimina
  8. Anonimo, hai perfettamente ragione.

    RispondiElimina
  9. dei, may day

    RispondiElimina
  10. Come per tutti gli altri nomi, si scrive dio se nome comune e Dio se nome proprio.
    I cristiani sono talmente arroganti da chiamare "Dio" il loro dio. Per antonomasia. In realtà il loro dio si chiama Elohim o Jahvè (il padre), Gesù (il figlio) e Spirito Santo (non so cosa).
    Se fossero seri, chiamerebbero il loro dio "Trinità", proprio come nel film di Bud Spencer

    RispondiElimina
  11. Quoto in pieno Stefano....
    il punto è, credo, che scrivendo dio ti riferisci a uno dei tanti dei (uno TRA i tanti dei, antropomorfi o meno ), mentre scrivendo Dio ti riferisci all'essere supremo, principio causale del mondo o mondo stesso. che in qualche maniera dobbiamo pur nominarlo per poterne discutere l'esistenza.
    Per esempio il dio dell'antico testamento per la maggior parte del tempo è un semplice dio, ogni tanto invece diventa Dio, e così per il nuovo. tutto l'enorme problema è comunque sorto dalla proibizione di nominare il nome Jahwè, pena la morte. Sono cose a cui non ci si pensa, il tipo dei calcolatori aveva usato solo due cifre causando la possibilità di un millennium bug, questi antichi scrittori hanno provocato migliaia di lapidazioni e indecisioni grammaticali.
    Per uno dei vari anonimi: gli argomenti dei sinistroidi devono essere di una noia mortale per te, come ti capisco. una volta ho provato a parlare di cinema, letteratura, filosofia, politica e arte a mio cugino e non capiva, poi ho dovuto cambiargli il pannolone.

    RispondiElimina
  12. FriedChicken11/6/09 13:54

    Sinceramente, trovo che l'arroganza dei vari simpatizzanti di sinistra di sentirsi la parte colta e migliore della società sia vomitevole, oltre che superficiale.

    RispondiElimina
  13. xk dovremmo scivere con la maiuscola una cosa che non esiste ??

    RispondiElimina
  14. Dio va scritto con la maiuscola così mi anno insegnato a scuola, uno, per la sua grandezza divina e per quello che rappresenta per la fede Cristiana .

    RispondiElimina