Pagine

giovedì 27 settembre 2007

Hotel Angleterre

Hotel AngleterreÈ da qualche giorno nelle librerie l'ultimo lavoro di Nico Orengo Hotel Angleterre.
Perché Hotel Angleterre? Lo spiegherà Nico Orengo perché ha dato il titolo di Hotel Angleterre


Dalla quarta di copertina
Che fine ha fatto la penna donata da Goethe a Pushkin in segno di stima e ammirazione, scomparsa dopo la morte del poeta russo? Parte da qui, da un piccolo indizio favoloso, questo imprevedibile viaggio per parole e immagini dentro il mito della Grande Madre Russia. Quella penna diviene «il capo di una lenza che a tirarla piano piano» finisce per unire San Pietroburgo e Sanremo, la «città di luce bianca e di morte» e l'immagine leggendaria dei nobili russi spinti dall'onda della rivoluzione sulle spiagge della riviera ligure.
L'amore capriccioso e funesto di Pushkin e Natalja, i balli e i tradimenti, la scena tragica del duello, riemergono dalla memoria di una vita di letture insieme al ricordo di una nonna che, in estati odorose e lontane, raccontava come fossero fiabe le stravaganze della zarina e della sua corte nelle ville sul lungomare.

Riporto da pag. 32 e 33
Intorno agli anni Settanta, come segretario diplomatico onorario dell'ambasciata dello zar Alessandro II presso la corte di Vienna, Iosif aveva incontrato , durante un ballo al castello di Schönbrunn, la principessina Anna Tarassova, amica dell'arciduca Rodolfo, bella e un po' vacua, e l'aveva sposata, mettendo a poco a poco al mondo cinque figli. Uno dei quali era, appunto, Valentina: la madre di mio padre Vladi.
Iosif era stato uno dei primi russi a venire a Sanremo e a occuparsi dei problemi che la comunità russa, ampliandosi, incontrava. Ma la maggior parte del tempo lo trascorreva in un ozio malinconico, oblomoviano, facendo solitari dentro il cassetto della scrivania, leggendo Guerra e pace, mentre la moglie vessava la servitù, cambiava sarte e faceva il bagno nuda, seminando scandalo sulla spiaggia dei futuri bagni Morgana.

Nel libro sono inserite anche alcune mie foto.
Hotel Angleterre? Dove è questo Hotel Angleterre? Ce lo dirà Nico Orengo


Liguria occidentale interna
Ingrandisci la foto
Sanremo, cimitero della Foce - Nico Orengo accanto alla tomba del conte Aleksandr Aleksandrovič Musin-Puškin citato nel libro.

7 commenti:

  1. Il libro l'ho letto subito. É un libro molto orenghiano, dove, accanto alla San Pietroburgo delle suggestioni letterarie (che sono in parte anche le mie di una ventina di anni fa: Nabokov, Puskin, appunto, Chodasevic, e ci metterei anche l'autobiografia di Nina Berberova...), ci sono scorci di paesaggio ligure magnificamente delineati, con pochi tocchi efficaci, come in un acquarello.
    Il resto delle note mi riservo di presentarlo nelle sedi più opportune...

    RispondiElimina
  2. Il libro ce l'ho qui davanti. Comincerò a leggerlo fra poco. Sai mica se lo presenteranno qui in Riviera?

    RispondiElimina
  3. Lo presenteranno alla chiesa russa di Sanremo. La data non la so ancora.

    RispondiElimina
  4. Mi hanno telefonato adesso. È per il 19

    RispondiElimina
  5. Ciao!! mi piacerebbe avere la conferma della presentazione di Hotel Angleterre per il giorno 19..Ho chiamato la Chiesa Russa che mi ha detto di sentire L'Einaudi..Sono ligure ma ormai lontana dal mio paese..Per questo gradirei una conferma.
    Il libro è bellissimo, come del resto tutti gli scritti di Nico Orengo che, come solo il mare sa fare, ti incanta e ti travolge.
    Veronica

    RispondiElimina
  6. Sì, chiesa russa Sanremo, il 19. ore 16.30. Posti limitati, mandami una mail.

    RispondiElimina
  7. Ciao Alberto. Come da tua richiesta ti ho inviato una mail. Grazie e buona giornata.
    Veronica

    RispondiElimina