Pagine

lunedì 27 gennaio 2014

Giorno della memoria
Memoriale della shoah a Milano

memoriale della shoah, milano

memoriale della shoah, milano

memoriale della shoah, milano
memoriale della shoah, milano
Grande afflusso di gente d'ogni età ieri al Memoriale della shoah, e così sarà anche oggi, giorno della memoria.

Dai sotterranei della Stazione Centrale, tra il '43 e il '45, centinaia di ebrei e oppositori politici furono caricati sui vagoni verso Auschwitz, Bergen Belsen, Mauthausen. Unico luogo della deportazione rimasto intatto in Europa.

Il sito del memoriale


QUI tutti i post che ho dedicato al giorno della memoria.

memoriale della shoah, milano

memoriale della shoah, milano

memoriale della shoah, milano
memoriale della shoah, milano

14 commenti:

  1. Foto meravigliose e devastanti, Alberto.
    Grazie.

    RispondiElimina
  2. non aggiungo altro, grazie

    RispondiElimina
  3. bellissimo reportge. Bravo. Ti aspetto ancora da me.

    RispondiElimina
  4. Pazzesco, gli spazi di gioco della mia infanzia, sono per altri i dolorosi metri di un incubo - ciao

    RispondiElimina
  5. Mi piacerebbe che nel giorno della memoria venissero ricordati, oltre agli ebrei, anche i disabili e gli omosessuali molto spesso vittime dimenticate.
    Ricordiamo che questa giornata è dedicata a tutti loro.
    Saluti.
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Francesca
      Per gli omosessuali guarda QUI.

      Elimina
  6. e gli zingari, i testimoni di Geova, i dissidenti politici spesso deportati con i figli, i tanti carabinieri italiani che si opposero ai rastrellamenti nel ghetto ebraico del 16 ottobre 1943. "Nel IX Municipio ( di Roma) una pietra d'inciampo ricorda il rifiuto di collaborazione con i fascisti del colonnello Eugenio Paladini, nel IV i tre deportati politici del Pigneto/Quadraro, nel XVII le 12 pietre poste di fronte la Caserma dei Carabinieri di via Giulio Cesare ricordano una pagina poco nota dei 2.000 carabinieri ritenuti inaffidabili in vista del rastrellamento del ghetto che si sarebbe svolto nella settimana successiva"

    RispondiElimina
  7. Belle foto Albe', Ieri sera c'era in diretta Gramellini.

    RispondiElimina
  8. Queste immagini mi hanno riportato alla mente una splendida mostra che ho visto qualche tempo fa a Roma, al Vittoriano. Ora è terminata ma è stata una delle esperienze più toccanti e feroci che abbia vissuto.

    RispondiElimina
  9. Queste foto mi comunicano una forte emozione, più di tante parole. Ciao Al.

    RispondiElimina
  10. Grazie, Alberto. La Shoah è qualcosa che va al di là delle contingente storiche e ci coinvolge tutti. E' una ferita che ci appartiene.

    RispondiElimina
  11. Ogni volta le foto riaprono uno sgomento che opprime il cuore.

    RispondiElimina
  12. grazie per le foto.
    La memoria è quella che ci può salvare

    RispondiElimina
  13. Ciao Alberto bel post che spero molti giovani vengano a leggere. Si sta perdendo la memoria di quello che è successo nell'ultima guerra e, qui in Francia, aumentano sempre di più i negazionisti. Bravo.

    RispondiElimina