Pagine

domenica 21 settembre 2008

Almeno 5 (i sensi)

Dei sensi il tatto è quello più bisognoso di avvicinamento. In cambio, rispetto agli altri sensi non ha una sede sola. È sparso sull'intera superficie. Il tatto sa gustare l'impalpabile di una brezza, l'avviso della fiamma, l'assedio del gelo, l'accostamento lento di due amanti fino allo sfioramento. È il più elettrico dei sensi, il primo che si sveglia nel grembo della madre, fratello maggiore degli altri.
[...]
Le narici della divinità sono accertate. Nelle istruzioni per gli arredi sacri e le cerimonie sono previsti odori. Resina, galbano, incenso, un mastro profumiere ne fabbricherà per uso sacro e guai se userà la stessa formula per uso profano, personale. Quella miscela è destinata alla divinità, al suo odorato.


Ne abbiamo almeno cinque di queste entità, permettetemi di chiamarle così, incastonate nei nostri corpi, sorgenti di tutte le emozioni che vi alloggiano e mezzi di mutuo scambio tra noi e gli altri esseri viventi. Almeno cinque, ma anche sei e oltre, queste ultime non ben definibili per non avere, allo stato delle nostre conoscenze, un punto fisiologico preciso e determinato.

Questo libro, scritto a quattro mani da Erri De Luca e Gennaro Matino, ne sviscera dai brani delle sacre scritture i simbolismi più o meno celati attribuendo anche al Dio unico queste sensibilità umane. Tutte meno una, il gusto. E lassù non sanno cosa si perdono.

Qualcuno ha forse avvertito in una certa situazione un fremito non riconducibile ai cinque sensi? E comunque per voi qual è il senso più sensuale?


almeno 5

Almeno 5


Erri De Luca
Gennaro Matino

Feltrinelli





19 commenti:

  1. Per me è il gusto, adoro i sapori.

    RispondiElimina
  2. Il gusto non esiste...è la perfetta mescolanza di tutti i sensi.

    RispondiElimina
  3. eccomi, cenestesico brutale, massimalista, viscerale.
    tatto innanzitutto, gusto e olfatto un po' "cimati" dal fumo di pipa.
    Niente è piu' intimo, possessivo, tiepido, rassicurante. Yin allo stato puro. classico dragone, insomma.

    RispondiElimina
  4. Vista, innanzitutto: senza di quella non si possono osservare i paesaggi, le opere d'arte, le fotografie, non si può leggere...
    Poi l'odorato, perché i paesaggi hanno anche un profumo, e tanti, tanti altri begli stimoli ci arrivano da lì.
    Quindi il gusto, perché la cucina è uno dei grandi piaceri della vita.
    Poi il tatto, perchè... Truffaut lo ha raccontato in "La peau douce".
    Solo da ultimo l'udito: una volta sarebbe stato assai più importante, ma oggi ci sono così tanti rumori, e così invasivi, da far desiderare il silenzio (ossia il NON udito: anche se il silenzio ha le sue varie sonorità...).

    RispondiElimina
  5. Il piu' sensuale sicuramente il tatto, pero' e' sono tutti assieme che fanno la perfezione.
    Ciao e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  6. Direi olfatto...

    RispondiElimina
  7. per me il tatto, devo sempre toccare tutto, qualche volta sembrebbe che abbia anche il famoso sesto senso, altre il terzo occhio, ma sono solo sensazioni indefinibili

    RispondiElimina
  8. Per me è nell'olfatto che risiede la sensualità... senza nulla togliere agli altri 4! Anzi, a tal proposito, ho scritto dei brevi racconti sui 5 sensi, coinvolta da un amico sul tema dell'erotismo, provando a cimentarmi con un linguaggio e con delle immagini più facili da immaginare che da mettere per iscritto. Se ne hai voglia li trovi citati in questo post

    RispondiElimina
  9. cinque sensi sono troppi e pericolosi.ci vorebbe un bel senso unico.

    RispondiElimina
  10. Mi è capitato qualche volta di avere una percezione indefinibile, soprattutto nei rapporti con le persone, un *sesto senso* che, nonostante i dati raccolti con i sensi,mi ha insinuato un dubbio,un'intuizione rapida che ha rivelato per un istante qualcosa di nascosto.
    Come Visco,Suburbia e Zefirina anche per me il tatto è il più sensuale,il più intimo, il più ravvicinato..In certe circostanze però,prima di arrivare al tatto,tutti gli altri sensi devono
    aver contribuito a risvegliare il desiderio di completarsi nella percezione tattile.

    RispondiElimina
  11. Anche per me il tatto è il più sensuale, ma anche la vista e l'udito, l'olfatto, il gusto poi...
    :)
    Senso senso, si credo ci sia... bisognerebbe saperlo decifrare.

    RispondiElimina
  12. Quoto c.e.g...in tutto e per tutto!

    RispondiElimina
  13. bakunin
    Mentre la lingua può gustare solo cinque diversi sapori, il naso è in grado di distinguere milioni di profumi. QUI.

    RispondiElimina
  14. filo e gaz
    Forse un giorno scriverò del sesto senso. Dimenticate che sono un druido.

    RispondiElimina
  15. Ogni senso dà una percezione di qualità diverse, alcune più evidenti e superficiali, altre più nascoste.
    Più di una volta mi è capitato di intuire qualcosa a riguardo di eventi, che si sono poi verificati, e persone...

    RispondiElimina
  16. Torquemada23/9/08 11:19

    Pensavo mettessi una foto di Erri De Luca che ne avevo visto ci belle che gli avevi fatto.

    RispondiElimina
  17. per me il tatto perche si poosan tocca le tette

    RispondiElimina
  18. Da un verbale che ho letto (di una conferenza dei servizi):
    Samanta invita l'ing. Contotto a prendere contatto con tutti gli enti... Ma l'ing. Contotto avrebbe preso più volentieri contatto con le tette di Samanta.

    RispondiElimina

Non fate commenti come "Anonimo". Andate su Nome/URL. Inserite il vostro nickname nel campo "nome", se non avete un blog/sito lasciate vuoto il campo URL.