Pagine

giovedì 21 agosto 2008

L'ontano del Barone rampante

l'ontano del barone rampante

Altro problema fare i suoi bisogni. Dapprincipio, qua e là, non ci badava, il mondo è grande, la faceva dove capita. Poi comprese che non era bello. Allora trovò, sulla riva del torrente Merdanzo, un ontano che sporgeva sul punto più propizio e appartato, con una forcella sulla quale si poteva stare comodamente seduti. Il Merdanzo era un torrente oscuro, nascosto tra le canne, rapido di corso, e i paesi viciniori vi gettavano le acque di scolo. Così il giovane Piovasco di Rondò viveva civilmente rispettando il decoro del prossimo e suo proprio.

Italo Calvino
Il barone rampante


rio merdanzo

Performance #4

7 commenti:

  1. aridellago21/8/08 17:30

    Le immagini che posti sono tutte bellissime, non c'è altra parola..
    Me le salvo regolarmente, da qualche giorno.
    Solo la signora del post precedente interessa più mio marito: però piace anche a me.. è s-vestita del "mio" colore!
    Aspetto il seguito. Ciao.
    Adriana

    RispondiElimina
  2. come un bradipo...
    foto stu-pen-de , come sempre :)

    RispondiElimina
  3. analfabeta21/8/08 22:00

    è tutto pronto,mi par di capire,per la performance.purtroppo le zoccole hanno dato forfait.ars gratia artis!

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia... proprio come me lo immaginavo...
    Complimenti Alberto!
    Ciao

    RispondiElimina
  5. Brigante d'un Alberto!
    Bellissima la foto delle radici dell'ontano. Mi hai fatto venir voglia di rileggere Il Barone rampante.
    CiAò ^ ^
    U

    RispondiElimina
  6. Stavolta la battuta è di Franco e Ciccio:
    "Ci vediamo stasera vicino all'ontano..."
    "Ma come sarebbe a dire? O è vicino, o è lontano!"

    RispondiElimina