Pagine

martedì 19 agosto 2008

Libereso Guglielmi

Poteva mancare a questa performance, che è insieme un omaggio a Italo Calvino e alle nostre terre Libereso Guglielmi? Lui che fu amico del grande scrittore ligure e aiutante del padre Mario, botanico internazionale, lui che poi prese la sua strada, girò il mondo per diventare botanico a sua volta. Botanico guru o se volete sacerdote laico della natura. Sarà dei nostri e di cose da dire ne avrà, oh, se ne avrà. E si siederà al grande tavolo da dove ebbe inizio la vicenda.

Domani l'atmosfera si farà un po' più piccante.

libereso guglielmi
Libereso Guglielmi, tra me, a sinistra, e Marco Cassini mentre stiamo esaminando una pianta in regione Carmeli, sotto Realdo, frazione di Triora. La foto ce la scattò Viviana Pisano.

Performance #2

Aggiunta
Per Libereso vedere anche QUI

4 commenti:

  1. aridellago19/8/08 21:19

    Bello..tre amici in un colpo solo!
    Me lo salutate Libereso?
    Non lo vedo da un po', mentre te e Marco..!
    E mi hai fatto venire in mente mia madre, che da tanti anni non c'è più: Realdo e Verdeggia erano fra le sue mete predilette...
    Il seguito di questo post è troppo interessante: per quanto mi sembra di aver capito in passato il Barone Rampante è Libereso, appunto, ma poi?
    Interessante mistero, se di mistero si tratta: ma Alberto ce ne svelerà la soluzione, a gradi, sapientemente dosando la suspense, non è vero?
    Ciao. Adriana

    RispondiElimina
  2. a me piacerebbe tanto conoscere persone così.....poterci parlare e poter sviscerare così tutta la mia grande ignoranza.....

    RispondiElimina
  3. Libereso è un grande grande.

    RispondiElimina
  4. Libereso è davvero un grande, fin dal nome (mi fa venire in mente il nonno antifascista di una mia collega, che, durante il Ventennio, volle registrare all'anagrafe il figlio chiamandolo Duceno... Il figlio risultò poi iscritto come Luciano, e il genitore ricevette, qualche giorno dopo, la visita di - diciamo - un gruppo di amici un po' vivaci e maneschi...). Persone così, che amano le piante e le conoscono così intimamente, sono preziose, in momenti in cui gli alberi vengono spesso considerati un fastidio (si tagliano quelli che ombreggiano le case - ma, ahimé, fanno cadere le foglie - e poi si installano dei condizionatori per il caldo...).

    RispondiElimina