Pagine

giovedì 26 gennaio 2012

Emilio Fede, dal Tg4 al Senato?



Ormai è notizia certa. Le trattative fra Mediaset ed Emilio Fede per la sua uscita in maniera consensuale dal Tg4 (e mi piacerebbe tanto conoscere il profilo del telespettatore tipo di quel tigì) sono a buon punto. Era circolata voce che il giornalista (giornalista?) avrebbe chiesto una liquidazione di otto milioni di euro, ma lui, per quel che può valere, ha smentito.

Se ora pensate e anche sperate che alla verde età di anni 81 sia scoccata per l'Emilio l'ora di ritirarsi a vita privata e coltivare dalie forse vi siete sbagliati. «Mi piacerebbe fare un’esperienza in Parlamento, magari insieme a mia moglie che è già senatrice» ha dichiarato due giorni fa in un’intervista alla Zanzara su Radio 24. E vorreste voi essere così crudeli da impedirgli il ricongiungimento familiare?

Non c'è molto da ridere. Dopo che la Consulta ha buttato alle ortiche il milione e 200mila firme di cittadini che volevano un referendum contro la porcata che è l'attuale legge elettorale tutto è possibile. Pure che Fede pretenda di barattare la sua poltrona di direttore con uno scranno a Palazzo Madama. E che il baratto vada a buon fine.

Tags: , ,

25 commenti:

  1. Ciò conferma l'antico detto: non c'è limite al peggio.

    RispondiElimina
  2. ma si diamoglielo un seggio al senato, magari propone un casino-casinò a palazzo madama e impegna i grigi parlamentari in qualcosa di utile....magari facendo saltare il banco!!!

    RispondiElimina
  3. Se non ricordo male si era già presentato una volta , ( mi sembra per il PSDI), e qualcuno diceva che aveva preso quattro voti, mentre nella sua famiglia erano in cinque e , dopo tanti anni, non ha ancora scovato il "franco tiratore"

    RispondiElimina
  4. Purtroppo se si candida è quasi matematico che venga eletto. Perchè se a tanta gente fa schifo, ci sono pure un sacco di vecchiette che lo adorano... (incredibile ma vero)

    RispondiElimina
  5. IL CAVALLO DI CALIGOLA

    La storia del cavallo Incitatus nominato senatore per dimostrare che anche un cavallo avrebbe potuto far meglio degli altri senatori romani è ormai proverbiale, ma sembra sia stata ingigantita nel corso dei secoli. L’animale non divenne mai senatore e l’idea di Caligola pare fosse piuttosto quella di farlo console.

    L’aneddoto sul cavallo dell’iracondo imperatore è presente in numerosi testi di epoca romana, ma le due fonti più attendibili rimangono le Vite dei dodici Cesari di Gaio Svetonio Tranquillo e la Storia romana di Cassio Dione Cocceiano. Descrivendo Caligola, Gaio Svetonio Tranquillo dice che l’imperatore aveva «intenzione di nominare console il suo cavallo Incitatus», cosa che non si sarebbe poi avverata come spiega Cassio Dione Cocceiano:

    [Caligola] era solito portarsi a cena uno dei suoi cavalli, che aveva chiamato Incitatus, e gli offriva orzo e beveva vino alla sua salute da calici dorati; giurava sulla vita e il destino dell’animale e si ripromise anche di nominarlo console, una promessa che avrebbe sicuramente mantenuto se avesse potuto vivere più a lungo.

    Incitatus non divenne dunque senatore né tanto meno console, ma anche la sola intenzione di farlo dimostrava il disprezzo dell’imperatore per le istituzioni romane.

    RispondiElimina
  6. Ma Caligola parlava di un cavallo, non di un asino!

    RispondiElimina
  7. Probabile, possibile, futuro: Silvius Unicum ascende al Quirinale.
    Sì come fece Giorgius Neapolitanus, che ha nominato senatur Marius Nostrum in odore di presidenza, inscì farà Silvius Unicum con Emilius Sgangheratus.
    In fede, è proprio di Fede: "Che figura di merda!".

    RispondiElimina
  8. guarda che sarebbe possibile pure con una legge che permetta ai cittadini di scegliere i parlamentari

    RispondiElimina
  9. Non mi è venuto da ridere, mi si è bloccata la digestione

    RispondiElimina
  10. è la "democrazia"... se c'è della fec...ehm... della gente disposta a votarlo, vorrà dire che l'italiA si merita ANCHE questo senatore (e in fondo ne abbiamo già di peggio...)

    RispondiElimina
  11. beh direi che sarebbe una degna chiusura di una carriera incredibile da zerbino di corte.

    RispondiElimina
  12. Maistretu26/1/12 14:49

    come porta bagasce andrebbe bene.. li è un casino e uno come lui non può mancare.. il frantoiano Bossi e il pescivendolo Scilipoti e poi gli altri..affaristi prebendisti tira manici e portasporte una libera repubblica nata dalla Resistenza e dall'immenso sacrificio di giovani uomini e donne, Fede e mignotte come compendio!
    Maistretu

    RispondiElimina
  13. mah! abbiamo bisogno proprio quello lì per farci ulteriormente ridere dietro, è meglio un cavallo o anche un asino in parlamento sarebbe più saggio

    RispondiElimina
  14. eh no....non bastava la moglie pure lui!!!!

    RispondiElimina
  15. Abbiamo scoperto il rapporto clientelare con solo 2000 anni di ritardo. Complimenti.

    RispondiElimina
  16. oh no oh nooo.
    libera nos Domine!

    g

    RispondiElimina
  17. Ah, ecco, sentivo giusto la mancanza della mia ulcera gastrica oggi… grazie!

    RispondiElimina
  18. vuole solo stare vicino alla moglie ... che tenerone ... una poltrona per due ...
    direi che non poteva scegliere un posto più adatto per finire in bellezza la carriera da anchorman ...
    (anchorman nel senso più esasperato del termine: ANCORA LUI! BASTAAA!!!!)

    RispondiElimina
  19. così avrebbe l'immunità... o no?

    RispondiElimina
  20. Potrei ridere, se non ci fosse da piangere!

    RispondiElimina
  21. Un posto al parlamento, strano che non abbia chiesto direttamente un posto da senatore a vita...

    RispondiElimina
  22. forse crede che palazzo Madama sia una casa di riposo

    RispondiElimina
  23. ciao scusa se mi permetto di occupare questo spazio per una comunicazione di servizio ma ci tengo a non perderti - da giugno quando ho fatto il passaggio di provider ho avuto enormi difficoltà tecniche e Misterdomain si è rivelato poco serio - pertanto sono tornata alle origini sul vecchio wordpress - in questi giorni tenterò il recuperò dei dati ma visti i rapporti sarà dura - www.lorettadalola.wordpress.com - non mi lasciare sigh, sigh!

    RispondiElimina
  24. Ma perchè è così necessario farlo eleggere? Un bel posto da senatore a vita, dopo un'onorata carriera da lacchè mi sembra il minimo....oltretutto il povero Scalfaro (R.I.P.) ha lasciato anche un posto libero......scusate il cinismo ma credo che il livello delle trattative ormai al Senato sia questo.....certo non credo che Scalfaro fosse un padre della patria ma se lo metto a rafronto con Fede e penso che lui potrebbe prendere il suo posto......aiutooooo!!!

    RispondiElimina