Pagine

mercoledì 23 settembre 2009

Stoccolma, rubano un elicottero e lo usano per una rapina in stile Hollywood

Rapina a Stoccolma
Foto Janerik Henriksson

Clap, clap, clap


Stamattina a Stoccolma una banda di rapinatori alzatisi molto presto, erano le cinque (difatti chi dorme non piglia pesci) ha assaltato a bordo di un elicottero rubato la società G4S. I rapinatori si sono calati dall'apparecchio, hanno distrutto delle vetrate e sono entrati nell'edificio. Alcuni minuti dopo, secondo testimoni, si sono sentite alcune esplosioni. Infine, i ladri hanno caricato la refurtiva nel velivolo che si è poi dileguato nei cieli della città. Non è chiaro a quanto ammonti il bottino che la banda è riuscita a portarsi via. Si parla di 100 milioni di euro. Forse più. Il colpo, durato appena 20 minuti, è stato organizzato fin nei minimi dettagli. Gli elicotteri della polizia che erano a poche centinaia di metri di distanza non sono infatti potuti intervenire a causa di un allarme bomba. Intorno al deposito, inoltre, sono stati sparsi degli oggetti appuntiti che hanno ritardato l'arrivo delle vetture della polizia.


Qualcuno si ricorda del colpo da maestri in via Montenapoleone?

Ma voi se foste sicuri di farla franca... Sì, dico, avreste problemi morali?

Rapina a Stoccolma
Foto Scanpix/Gunnar Lundmark

Technorati Tags: ,

11 commenti:

  1. Questa è arte, molto meglio di quella di Marinetti che inneggiava alla guerra. E poi Brecht cosa diceva?

    RispondiElimina
  2. incredibile questa cosa!

    RispondiElimina
  3. I problemi morali sono relativi. Rubare a una persona onesta, o togliere a chi ha bisogno di quel che ha per sopravvivere, per me è inconcepibile.
    Rubare a un farabutto che ha fatto i soldi a spese degli altri, e magari distribuire (come Robin Hood) a chi ne ha bisogno, invece, è, se non un imperativo morale, certo una azione per nulla immorale (cosa meriterebbe quella faccia di... Briatore?). Va da sé che io però sono incapace di compierla. Come sono incapace di disegnare decentemente. Anche quella è un'arte...

    RispondiElimina
  4. mi ricordo il colpo di via Montenapoleone, e se ben ricordo scrissi che erano stati dei grandi.....in questo altro caso posso solo che ripetermi.
    ehehehe la morale.....
    ciao alberto, roberta.

    RispondiElimina
  5. Se non facessi del male a nessuno (sono contrario alla violenza), non avrei remore a rubare a una banca o similari... Dopotutto lo Stato ruba tanti soldi a noi...

    RispondiElimina
  6. comunque un colpo da "FILM" ..spettacolo..!!!!
    poi, detta proprio tutta, fosse successo in Italia basterebbe riportare il bottino in patria entro il 15 dicembre per rientrare nello "scudo fiscale" .... :-)

    RispondiElimina
  7. Un colpo veramente da film.
    Non so se sarei capace di fare un cosa del genere.

    RispondiElimina
  8. Non vorrei essere il capo della sicurezza dell'Istituto di credito...
    Comunque, finchè non c'è violenza e non c'è sangue io, sarà moralmente sbagliato, ma appoggio :-D

    RispondiElimina
  9. Rubare ai ladri e agli usurai è veramente una goduria. Ma sarebbe proprio rubare o invece riprendersi il maltolto?
    Ci farei un pensierino sopra...

    RispondiElimina
  10. per cento milioni di euro? E' molto probabile che la morale finirebbe sotto al letto. Poi dipende sempre a chi rubi. Rubare a certe società potrebbe anche essere un azione tutto sommato etica ;)

    RispondiElimina
  11. Questa mi era sfuggita!
    Hai degli articoli molto interessanti, ciao!

    RispondiElimina