Pagine

martedì 22 settembre 2009

Attenzione a chi linkate

YouAndUs


Il 3 settembre, un provvedimento congiunto della Gdf-Polizia Nucleo Polizia Tributaria di Venezia e della procura della Repubblica di Ancona, ha disposto il sequestro del sito http://www.youandus.it. La motivazione fa riferimento a una legge del 1941, sulla violazione del diritto d’autore.

Qui parliamo di un provvedimento contro la semplice azione del link ad una risorsa web. Infatti, YouAndUs proponeva lo streaming di filmati in qualità degradata, rigorosamente già trasmessi in TV e hostati da altri siti web (Megavideo, Veoh, ecc.).

Quello che faceva YouAndUs lo facciamo un po' tutti quando pubblichiamo link a canzoni, spezzoni di film, discorsi politici, e tutto il resto. Lo fa anche lo stesso Google con il suo motore di ricerca...

Con una legge del 1941 (quando Internet era ancora nel mondo della luna), dunque, non hanno punito chi ha pubblicato del materiale protetto dal diritto d'autore, ma chi ha linkato quel materiale. Vi invito a riflettere su questo e a mostrare il vostro appoggio, perché qui c'è in gioco la libertà di espressione su Internet.

Per ulteriori informazioni vi segnalo il blog di YouAndUs e la loro pagina su Facebook.

via WebLogin


Technorati Tags: ,

18 commenti:

  1. mi informerò.
    grazie dell'avvertimento!

    RispondiElimina
  2. Grazie di cuore, Alberto...
    In tanti ce la possiamo fare...

    A tutti i tuoi lettori chiediamo di diffondere, far girare con ogni mezzo: dalla ripubblicazione su blog o Facebook, alle catene tramite email....

    ogni voce che si aggiunge è preziosissima...

    RispondiElimina
  3. Grazie per la segnalazione, vado a vedere

    RispondiElimina
  4. pazzesco! leggi d'altri tempi per limitare la libertà di oggi.. si tocca sempre + il fondo

    RispondiElimina
  5. ehm anche io frequentavo quel sito, ora ne ho trovato un altro, non tanto per i film che mi piace guardare sul grande schermo, piuttosto per rivedervi serie televisive che mi sono persa

    che palle questa storia dei diritti d'autore, ci sta creando molti problemi per il progetto degli audiolibri

    RispondiElimina
  6. c'è davvero da impararsi a memoria tutti i cavilli burocratici per scrivere stando sicuri

    RispondiElimina
  7. Avevo già letto questa notizia, è veramente incredibile..

    RispondiElimina
  8. Utilizzare una norma del '41 per riferirsi ad internet è assurdo... E' come far fare una conferenza di nanotecnologia ad un feudatario medievale...

    RispondiElimina
  9. C'è ben poco da riflettere credo e molto, moltissimo di cui arrabbiarsi. E' l'ennesima porcata fatta ai danni degli utenti della rete, blogger in testa, e della libera circolazione delle informazioni.

    RispondiElimina
  10. E' vergognoso! Conosco questa storia ed é uno scandalo!

    Giramundo non mollate!!!!

    RispondiElimina
  11. andiamo bene...
    sconcertante! Sì, una vergogna!
    Ho "condiviso" nelle segnalazioni.
    g

    RispondiElimina
  12. La questione del diritto d'autore è piuttosto contorta. Per questo motivo consiglio sempre a chi non fa un uso professionale del web di non inserire Mai inserzioni pubblicitarie nelle proprie pagine (nonostante le lusinghe di AdSense). Spesso ai titolari dei diritti non frega nulla se parte delle loro opere finiscono liberamente in rete. Ben diversa è la storia se ci si mette di mezzo la s.i.a.e. E compagnia bella. Un esempio personale: tempo fa avevo caricato un breve filmato in rete. Un cartone animato di un noto autore Italiano. Ebbene sono stato contattato da questo autore che mi ha consigliato (gentilmente) di rimuovere il video perché la società (Americana) che gestisce la distribuzione delle sue opere stava attivando “pressioni” per fare cassa o far rimuove il materiale non autorizzato ...da loro.

    RispondiElimina
  13. Purtroppo in Italia esistono migliaia di leggi obsolete, che si sormontano, che possono venir mal interpretate, ecc...
    Secondo me il fatto che su questo sito abbiano applicato questa legge assurda è quasi sicuramente dovuto al fatto che "youandus.it" deve aver dato fastidio a qualcuno che si è preso la briga di denunciarlo. Altrimenti se fosse in atto una vera forma di repressione, farebbero chiudere molti più siti e soprattutto siti più conosciuti...

    RispondiElimina
  14. Schifo Italico!
    Metto un link a questo post nel mio blog. Buona vita, Viviana

    RispondiElimina
  15. grazie per la segnalazione

    RispondiElimina
  16. Va sempre peggio qui sul caro vecchio web, eh?

    RispondiElimina
  17. Grazie della segnalazione. Ma come faccio a dare il mio appoggio?

    RispondiElimina
  18. Licia
    Puoi scrivere un commento sul blog. Ciao.

    RispondiElimina