Pagine

lunedì 7 gennaio 2008

Comunità montane

È uscito ieri sulle pagine locali (Imperia) de La Stampa un articolo sulle Comunità montane. Sembrava che questi enti locali dovessero essere spazzati via dall'ultima finanziaria perché ritenuti inutili ma all'ultimo momento, per il rotto della cuffia, si sono salvati e per adesso sopravviveranno.

Nella sola Liguria, che è una piccola regione e quasi tutta concentrata sul mare, di queste Comunità ce ne sono 19 (diciannove). Quindi 19 presidenti, 19 vicepresidenti, e adesso vado per deduzione e mi tengo stretto con i numeri, 80 assessori, 700 (settecento) consiglieri, 200 impiegati. Già delle belle cifre. Del resto dicono che la politica costa, e cosa ci volete fare?

Nell'articolo parla Giancarlo Cassini, assessore regionale all'Agricoltura, e per inciso anche mio compagno di scorribande giovanili. Parla e dice che «le Comunità montane possono diventare centri che forniscono servizi ai comuni» e continua che «peraltro già adesso si occupano di importanti servizi come i scuolabus e la raccolta dei rifiuti».

Sui scuolabus sorvolo, perché basterebbe che dei sindaci si sedessero a un tavolo e si accordassero, senza il po' po' di burocrazia che abbiamo visto prima.

Sulla raccolta rifiuti ho qualcosa da osservare. Mi saprebbe dire Giancarlo Cassini quanti soldi la Regione ha sganciato in questi anni per la raccolta differenziata e quali risultati si sono ottenuti? Non percentuali, non grafici, non istogrammi. Proprio risultati concreti. Ora dove questa raccolta si fa seriamente il primo risultato è l'abbassamento del costo dello smaltimento. Visto che chi scrive continua a pagare 592 euro l'anno per i quattro sacchetti di rumenta che produce al paesello (sono pochi i giorni che ci abito) il risultato mi sembra nullo. Zero via zero.

Le Comunità montane dovrebbero diventare dei centri di servizi per i Comuni. Quali? Che vogliamo saperlo. Intanto Cassini si informi sulla "produttività" degli impiegati comunali. Un esempio tipo, ma ne potrei fare chissà quanti altri. Comune di 600 abitanti, sei impiegati, tempo per il rinnovo di una semplice carta di identità sette giorni. Dite voi, e magari parlate dei vostri comuni.

È questa, anche questa, l'Italia da riformare in profondità, caro Giancarlo. Ma non con trucchetti da fiera o da politica che è diventata la stessa cosa, se si vuole che questa nostra nazione non coli a picco. Naturalmente rimarrò inascoltato.

Se qualcuno volesse sapere come viaggiano le questioni politiche nelle Comunità montane può andare a questo post precedente a cui avevo dato un titolo che tuttora mi piace La notte dei coltelli

18 commenti:

  1. Caro Alberto, scusa se mi inserisco con un piccolo commento sugli scuolabus.Un mese fa dovevo organizzare una escursione a Rocchetta per due classi della mia scuola così mi sono rivolta alla Comunità Montana di Dolceacqua per richiedere il trasporto con i pulmini.La persona che mi ha risposto al telefono ha detto che la mia richiesta non poteva essere presa in considerazione perchè spetta al comune di Ventimiglia inoltrare per via burocratica una formale richiesta. Pensando che la faccenda sarebbe andata per le lunghe,mentre io dovevo decidere in breve tempo, ho rinunciato.
    Ho contattato una ditta privata che in dieci minuti mi ha risolto il problema, pagando, naturalmente!Forse gli importanti servizi di cui parla Cassini devono ancora essere messi a punto!

    RispondiElimina
  2. Ciao Filo,
    grazie tante per questa informazione, così si comincia a capire realmente cosa sono questi carrozzoni.

    RispondiElimina
  3. Queste cose delle comunità montane è stata risolta come al solito all'italiana e i nostri soldi se vanno a farsi benedire.

    RispondiElimina
  4. Torquemada7/1/08 23:46

    Si può sapere quanto guadagnano questi politici?

    RispondiElimina
  5. Io so solo che prendono uno stipendio i presidenti, i vicepresidenti e gli assessori. I consiglieri prendono un gettone di presenza.

    Che qualcuno non si azzardi a sparare delle cifre che non posso verificare, mi avvisi prima per e-mail, la trovate nel profilo.

    RispondiElimina
  6. Accipicchia quanto costa la tassa sulla rumenta!

    RispondiElimina
  7. Mio figlio usufruisce , come altri studenti, dell'agevolazione x trasporto alunni messa a disposizione dalla comunità montana in accordo con RT.Si pagano due rate di 71 euro, ma non basta fare il versamento, bisogna anche prendersi la briga di consegnare, dopo avvenuto pagamento,la ricevuta all'apposito ufficio a dolceacqua. Ma per una persona che lavora e gli orari di lavoro non combinano con quelli della comunità montananon sembra pretendere un pò troppo? Va bene che ti danno il trasporto con agevolazione,però se si è pagato gli arriverà la ricevuta di pagamento a questa Benedetta Comunità Montana??????? Sto forse sbagliando a pensarla così?

    RispondiElimina
  8. C'è una Comunità Montana - non dico dove - che si sta facendo parte assai diligente nel contattare i proprietari al fine dell'acquisto di terreni per la realizzazione di un campo da golf privato (dietro il quale si sospetta vi siano soldi del gruppo Berlusconi, e che avrà come effetto principale quello di "drogare" il mercato immobiliare del posto). L'amministrazione è una pastetta fra tutte le forze politiche, senza opposizione. Peccato che per irrigare il campo bisognerà poi sottrarre la già assai scarsa acqua ad altri usi, ad esempio quello irriguo di colture anche di pregio, quali pescheti, meleti, eccetera... É così che si "promuove" il territorio?

    RispondiElimina
  9. Sono le lobby... bellezza

    RispondiElimina
  10. riprendo il post di filo: la comunità montana è stata contattata per fornire scuolabus al nostro circolo sin dal mese di novembre ( a nome del circolo)ma per ora pare non ci sia alcuna disponibilità ...
    tralascio volutamente il discorso dei servizi, soprattutto dei trasporti sui quali si potrebbe scrivere una treccani!

    RispondiElimina
  11. pignasca8/1/08 13:55

    Caspita Alberto, se è cara la rumenta a Isola!
    Ma hai una mega villa o cosa?
    tralascio volutamente il discorso sulle comunità montane: non sono molto ferrata...
    Certo che facendo i due conti che hai fatto tu, le cifre sono alte alte, e questo solo nella nostra ligura che è piccola piccola in confronto a quello che può essere ad esempio il veneto.... Uhuuuu, a pensarci bene, lì che montagne ce ne sono anche di più, ma quanti saranno i presidenti, vice, assessori, ecc... ecc...????

    RispondiElimina
  12. Sembra che ci sia la mano anche del sen. BOscetto nella "salvezza" delle comunita' montane.
    Gli sperperi ci sono.
    IO sono un dipendente pubblico e se avessi una dignita' me ne andrei: ma ho subito altre ingiustizie (legali) per cui mi trovo in questa situazione. Ingiustizia chiama ingiustizia.
    Purtroppo l'italia delle caste e' irriformabile se non si riesce a ragionare con la testa e onestamente.

    RispondiElimina
  13. ---Mio figlio che frequenta la scuola elementare, usufruisce a volte dello scuolabus della Comunità Montana. Non capisco una cosa, magari mi potete aiutare, come mai noi sulle nostre automobili dobbiamo indossare le cinture di sicurezza mentre su questo mezzo le troviamo solo per l'autista e il posto vicino? :))

    RispondiElimina
  14. Torquemada8/1/08 21:30

    Perché Gianni che parla tanto su questo blog non entra nel concreto di questi sperperi e ce li dice? Altrimenti è inutile parlare in termini generici. Prendere esempio da Alberto che rimane sempre attaccato alla realtà.

    RispondiElimina
  15. Ciao Alberto,
    ti ho insignito del “Thinking Blog Award”
    ti chiedo scusa ma ho dovuto!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  16. Anche altri, guarderò il da farsi.

    RispondiElimina
  17. io sono statale, anzi ministeriale (come contratto). e non provinciale come mi hanno affibbiato nel treadh sugli occitani....
    gli sperperi? Ad esempio area 24.
    Mi pare che il presidente prenda 10.000 euro al mese per fare una pista ciclabile.
    Sono passati 4 o 5 anni da quando la ferrovia e' stata spostata a monte. E' stato contattato Renzo Piano (che per mettere anche solamente una firma chissa' quanto a preso)...
    Ci manca Einstein!
    Water front, front mer, e giu' consigli comunali e giunte.
    A proposito lo sapete che anche i consiglieri circoscrizionali si pigliano i loro 1200 euro (piu' il lavoro che fanno! natualmente!).
    Io sono originario di Verdeggia.
    Non partecipo alla pro loco (non posso) se non come socio sostenitore.
    SE VOGLIONO FARE LA PISTA CICLABILE: LA diano ai VOLONTARI della pro loco di verdeggia.
    Una mano di cemento, un'impastatrice e via'.....altro che Renzo PIano...
    Intanto parallela a via Nino Bixio, cuore di sanremo, la "pista ciclabile e' ANCORA LA MASSICCIATA DEL TRENO, PIENO DI MERDA (TERMINE POLITICAMENTE SCORRETTO) DI CANE!
    E poi il problema caro torquemada non e' solo i soldi: ma le prestazioni.
    Fatti ricoverare in un ospedale, e se ne esci vivo poi mi dici.
    E mi dici chi paga (COL LICENZIAMENTO!) se ti ammazzano.

    RispondiElimina
  18. sandro oddo26/1/08 14:17

    Lo sapete che Taggia fa parte della Comunità Montana Argentina-Armea? E Terzorio, Pompeiana, ecc. cosa ci stanno a fare nella Comunità Montana? E' solo un centro di potere, tanto che spesso e volentieri sono state finanziate opere quali una bocciofila di Arma, la festa di San Benedetto a Taggia, ecc. a discapito dei poveri paesi montani (Carpasio, Molini, Triora, ecc.). Perciò ben vengano i tagli alle Comunità Montane!

    RispondiElimina