Pagine

giovedì 30 ottobre 2008

Beppe Grillo cacciato dal corteo di Bologna

beppe grilloAl grido di «Beppe Grillo non lo vogliamo, non vogliamo le primedonne», seguito da slogan e anche da insulti pesantissimi il comico genovese è stato cacciato dal corteo di Bologna.

Composto da diverse migliaia di universitari e ragazzi delle scuole superiori partiti da via Indipendenza e controllati a distanza da un cordone di poliziotti. Beppe Grillo è stato rifiutato dal corteo di protesta contro la riforma Gelmini che dalle 9,30 ha sfilato per le vie del centro del capoluogo emiliano e al quale il comico genovese aveva portato la propria solidarietà.

Attorniato da fotografi e telecamere, si è fatto da parte ed è ritornato verso piazza Verdi, il cuore della zona universitaria.

Sono in attesa di leggere cosa scriverà sul suo blog al proposito.

Update 13:20
E' tornato in mezzo al corteo, accolto questa volta dagli applausi. A contestarlo, spiegano dallo staff del 'Meetup' erano state una trentina di persone circa, apparteneti ai centri sociali, che si trovavano alla testa del corteo. Grillo ha ricevuto un camice da parte degi chimici precari e lo ha indossato, proseguendo per un pezzo di strada con loro e fare ritorno quindi in piazza Verdi.

Sono comunque in attesa di leggere cosa scriverà sul suo blog.

46 commenti:

  1. Gli idoli s'innalzano e cadono, così facilmente, è il rischio delle primedonne, ma non credo che sia stata qualcosa di organizzato. Come mai non succede anche per il nano psicotico?

    RispondiElimina
  2. Succederà, succederà, caro River, e allora la festa sarà lunga. Ho già messo da parte le bottiglie, ma non so quanti anni dovranno invecchiare.

    RispondiElimina
  3. io non sono d'accordo con quanto è successo, ognuno deve poter avere il diritto di protestare come di esprimere la propria opinione, dove e quando vuole, come di andare a scuola per studiare.

    per il nanetto, ho l'impressione che non dovrai aspettare molto, sarà per al più l'estate prossima, complice la crisi economica e qualche futuro ex-alleato. mia impressione personale.

    RispondiElimina
  4. Beppe Grillo, nonostante possa condividere alcune sue idee, non mi piace per come si pone. In molti atteggiamenti lo trovo ipocrita e populista. Se proprio vuole fare il politico che abbia il coraggio di candidarsi.

    RispondiElimina
  5. Non capisco il motivo di questo comportamento e del perché "hanno fatto benissimo"? Una persona che non ha mai avuto peli sulla lingua, un comico per l'esattezza (e non un politico a caccia di voti), oltretutto padre di sei figli, che vuole manifestare la propria solidarietà verso gli studenti, genitori e docenti viene trattato in modo così incivile da 30 cerebrolesi invidiosi dei suoi soldi! Manco rubasse lo stipendio dei loro familiari! Cosa ha fatto mai di così grave Grillo per meritare un simile trattamento? E pensare che anch'io ero di sinistra e ho frequentato centri sociali ma questi comportamenti estremi da cavernicoli incolti proprio non li capisco! Per me essere di sinistra non ha mai significato invidiare o detestare una persona solo perché ha i miliardi (peraltro guadagnati onestamente, cioé non rubando o uccidendo) e io, essendo l'orgogliosa figlia di un operaio, no! L'invidia è una brutta bestia!

    RispondiElimina
  6. Brava sparanoja, purtroppo anche tra di noi ci sono gli intolleranti. Se la prendono con Grillo perchè toglie visibilità più che per il suo successo. Grillo va preso per quel che è... apprezzandolo o meno, chi lo caccia lo teme

    RispondiElimina
  7. Secondo me no dobbiamo perdere di vista quello che e' la legittima protesta ( se pacifica) agli attori che la compongono ( primari o secondari).
    Anche perche' la scuola e' il primo passo; Berlusconi ed i suoi consiglieri hanno pensato di colpire il "ventre molle italiano"( gli studenti abituati a vedere mediset e privi di valori morali secondo alcuni) invece se ne sono trovati davanti uno duro; sarà ora ben piu' difficile colpire la sanità pubblica italiana ed il lavoro con piu' precarizzazione.

    RispondiElimina
  8. U Peuglina, u Baveixisa, u Spurghina, U Ciuvategna, U Cioeve ...... speremu cu nu deluvie

    RispondiElimina
  9. Fuin ti devo richiamare all'ordine. Sei speciale per andare fuori tema.

    RispondiElimina
  10. Questo non me lo sarei mai aspettato sinceramente.

    RispondiElimina
  11. Le manifestazioni sono solo contro il governo, la Gelmini è il pretesto della sinistra per ricompattare le truppe disperse e gli arrabbiati antiberlusconiani. Ma come mai quelli dei centri sociali (sarebbe meglio asociali) non mancano mai? e come mai ogni volta arrivano con coi caschi i fazzoletti sulla faccia ed il materiale (tecnico) da pestaggio negli zaini? Di quelli che scrivono qui, la maggior parte sono dei perdigiorno di sinistra pagati per enfatizzare la loro parte politica e screditare quella avversaria. E non scambiatemi per uno di destra a fronte di questo scritto perchè le cose che dico le ho vissute sulla mia pelle.

    RispondiElimina
  12. Torquemada30/10/08 15:32

    @anonimo
    Guarda che a queste manifestazioni c'è gente di destra e di sinistra, e tu non hai capito proprio niente. E ieri quelli con i caschi e i bastoni erano fascisti lasciati passare dalla polizia.

    RispondiElimina
  13. beppe grillo non c'entra niente con la manifestazione degli studenti e dei professori,perchè esibirsi anche in questa circostanza?bene hanno fatto a cacciarlo via.bea

    RispondiElimina
  14. a me sembra che si stia esagerando, le leggi si possono sempre cambiare,perchè fare un referendum che costa un sacco di soldi?.I fautori del referendum hanno troppa fretta,la prossima maggioranza che pur di abbattere Berlusconi sarà composta da una miriade di partiti e partitini appena salita al potere abrogherà ,come ha fatto l'altra volta tutte le leggi dell'attuale maggioranza.L'on Veltroni dovrebbe stare calmo e pensare di fare le riforme alla costituzione necessarie per il paese

    RispondiElimina
  15. Se continuate a commentare come anonimi vi banno.

    RispondiElimina
  16. Fuin è un lupo solitario, Grillo un montone da serraglio, anche se condivido alcune delle cose che dice, non mi piace il suo modo urlato e sgangherato di dirle!Comunque la sua protesta è lecita come quella di tutti. SDtamattina abbiamo manifestato anche qui e nel nostro piccolo abbiamo bloccato la città per più di un'ora,,poi una delegazione è stata ricevuta da sindaco, apparso al verone a impartire la sua benedizione.

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  18. L'ho detto che eliminavo i commenti anonimi.

    RispondiElimina
  19. rossofinoalosso30/10/08 16:19

    scusa alberto,sono io l'anonimo delle 16:12

    RispondiElimina
  20. rossofinoalosso
    Mi dispiace, ma dovresti riscriverlo, se ne hai voglia. Non ha fatto in tempo a essere catturato dal feed. Quando ci sono più di due anonimi comincia il casino.

    RispondiElimina
  21. Grillo non mi è mai stato troppo simpatico per il modo di porsi, spesso condividendo tuttavia la sostanza, ma il rispetto della libera espressione è sacrosanto.
    g

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  24. @ filo
    mi ritengo di più un cane bastardo

    RispondiElimina
  25. Nunzio D.B.30/10/08 17:44

    Ma stiamo scherzando? La disinformazione crea brutti inconvenienti. Vorrei guardare dentro la testa di chi ha contestato Grillo per capire cosa c'è. Grillo è l'unico che dice quello che molte persone intelligenti dicono la sera davanti al tg! "Non vogliamo la primadonna"? Perchè doveva essere qualcun'altro la primadonna? Forse qualche studente in prima fila? Che cos'è questa una gara ad apparire oppure c'è anche un contenuto dentro queste manifestazioni? Spero di si.

    RispondiElimina
  26. I due anonimi prima di fuin evidentemente sono capaci a scrivere ma non a leggere, o sono un po' masochisti. Non avevano forse visto che avevo già bannato un commento, che tra l'altro era del tenore completamente opposto? Lo ripeto, i commenti anonimi vengono bannati senza pietà.

    RispondiElimina
  27. Grillo è un comico che ha parlato di cose di cui nessuno voleva parlare.
    Chi lo contesta non sa, non capisce che Grillo è una risorsa come tutti coloro che che hanno a cuore questo paese alla deriva.

    RispondiElimina
  28. Nunzio D.B.30/10/08 17:51

    Aggiungo solo una cosa, a chi critica Grillo per i suoi modi; siamo in un periodo dove a una determinata classe sociale (si, ancora esistono!) la stanno spremendo come un limone, e magari si pretende che i diritti per vivere una vita dignitosa vengano chiesti con un "per favore" "scusi berlusconi, per favore mi fa delle leggi sulla sicurezza sul lavoro perchè sa, sempre se non la disturbo, mio padre è morto in fabbrica, mi fa sapere poi? Grazie" Ma dai ragazzi, guardate meno televisione!

    RispondiElimina
  29. questi chicchiericci non fanno altro che distogliere l'attenzione della gente dalla manifestazione e spostarla sul blog di beppe grillo

    RispondiElimina
  30. IMMACOLATOROSSO30/10/08 17:58

    VORREI PROPRIO SAPERE QUANTI DI QUELLI CHE CONTESTANO HANNO LETTO ATTENTAMENTE CIO' CHE IL GOVERNO NEL BENE HO NEL MALE STA FACENDO SULLA SCUOLA. SI CONSIDERA SBAGLIATO IL CONTENIMENTO DEGLI SPRECHI, NESSUNO SI ACCORGE CHE NON C'E' UN SOLO GIORNO DELL'ANNO IN CUI GLI ORGANICI DELLE SCUOLE RISULTANO COMPLETI, ESISTONO 140.000 BAMBINI AI QUALI OCCORRE SOSTEGNO E 100.000 INSEGNANTI DI SOSTEGNO. SEMBREREBBE SEMPLICE IL CONTEGGIO 1,4 BAMBINI BISOGNOSI SU 1 INSEGNANTE, MA NON E' COSI' PERCHE' MEDIAMENTE CI SONO 3 BAMBINI PER OGNI INSEGNANTE. LA MATEMATICA A SCUOLA NON RIESCE A SPUNTARLA ECCO PERCHE' IL TASSO DI IGNORANZA IN QUESTA MATERIA E' SEMPRE PIU' ALTO. GLI INSEGNANTI ALLE ELEMENTARI DOVREBBERO ESSERE 3 PER DUE CLASSI, MA PUNTUALMENTE VE NE SONO SOLO 2 CHE SI ALTERNANO, ANCHE QUI UNA CARENZA DI CALCOLO. PER NON PARLARE DEI PROFESSORI/INGEGNERI, AVVOCATI, ARCHITETTI, DOTTORI COMMERCIALISTI, BIOLOGI ANALISTI ETC.ETC., CHE SI DEDICANO PIU' ALLA PROPRIA PROFESSIONE CHE ALL'INSEGNAMENTO PER FINIRE AL COSIDETTO BARONATO DA TUTTI CONTESTATO MA DA TUTTI ASSERVITO. SI' PERCHE CHI VUOLE CRESCERE NELL'UNIVERSITA' E NON HA SANTI IN PARADISO, HO VA VIA DALL'ITALIA, HO SI SOTTOMETTE. POTREI ANDARE AVANTI ANCORA PER MOLTO, MA MI FERMO QUI.
    MI SPIACE CHE LA CONTESTAZIONE NON FACCIA NESSUN CENNO A QUELLO CHE LA SCUOLA E' DIVENTATA, UN COVO DI BAMBOCCIONI CHE SI SENTONO AUTORIZZATI A FARNE DI TUTTO TRANNE CHE A TRARNE INSEGNAMENTO, CULTURA, PREPARAZIONE, EDUCAZIONE.
    CONCLUDO MA A CHI FA COMODO QUESTA "SQUOLA"?

    RispondiElimina
  31. crapula club
    Hai perfettamente ragione. Ma la notizia era troppo ghiotta.

    RispondiElimina
  32. Nunzio D.B.30/10/08 18:10

    Immacolatorosso, il tuo nome non mi dispiace, ma non ho capito bene da che parte stai, alla fine è come se rimproverassi gli studenti, cosa lecita per carità, ma non appellarti alla cultura perchè "...HO va via dall'italia, HO si sottomette..." non se po sentì!

    RispondiElimina
  33. Manifestare è un diritto di tutti!!!

    RispondiElimina
  34. IMMACOLATOROSSO30/10/08 18:47

    NUNZIO D.B.
    SONO DALLA PARTE DI CHI PENSA A UNA SCUOLA FATTA DI RAGAZZI CHE IMPARARANO, DI EDUCATORI CHE INSEGNANO E DI GENITORI CHE SOSTENGONO LE PARTI IN CAUSA.
    UNA SCUOLA SEMPLICE: FATTA DI PROFESSORI CHE RIESCONO A STIMOLARE NEI RAGAZZI, LA CURIOSITA', LA SODDISFAZIONE NELL'APPRENDERE, UN SANO SPIRITO GOLIARDICO, UN SENTIMENTO DI PARTECIPAZIONE E INSIEME DI SOLIDARIETA' VERSO GLI ALTRI.
    INSEGNANTI CHE RIESCANO AD INFONDERE NEI RAGAZZI IL RISPETTO PER SE STESSI E PER GLI ALTRI, SIANO ESSI STUDENTI, INSEGNANTI O GENITORI.
    NON MI SEMBRA DI CHIEDERE TROPPO. QUESTE COSE NON COSTANO. OCCORRE GENTE CON LE PALLE PER FARE QUESTO LAVORO.
    INSEGNARE NON E' UN LAVORO CHE POSSONO FARE TUTTI. SONO CERTO CHE TUTTI I LETTORI DI QUESTO BLOG SI RICORDANO DI QUALCHE INSEGNANTE DEGNO DEL PROPRIO RISPETTO E CHE SU TUTTI GLI HA LASCIATO UN SEGNO POSITIVO.
    EBBENE QUELLI SONO GLI EDUCATORI GLIA ALTRI HANNO SBAGLIATO MESTIERE.
    SE IL LORO NUMERO FOSSE CORRETTO ANCHE IL LORO STIPENDIO SAREBBE PREMIANTE.

    RispondiElimina
  35. Hanno fatto benissimo a imbarcarlo, uno degli artefici del successo di Berlusconi è anche lui.

    RispondiElimina
  36. Sai Alberto che hai detto una grande verità: anche questi idoli cadranno! Io non ci avevo ancora pensato.
    Comunque la manifestazione ha ricompattato un po'le fila dei dispersi e da questo movimento può nascere qualcosa di positivo.Guarda le foto su Sanremonews.
    Interessante il post sul blog di Beppe Sebaste :Appello contro la guerra all'intelligenza.

    RispondiElimina
  37. Centri sociali, conto Grillo?

    RispondiElimina
  38. Odio Beppe Grillo (che reputo intellettualmente disonesto). Ma trovo che i centri sociali dovrebbero essere i primi ad essere cacciati (quando non accettassero le regole della democrazia, che esclude la violenza!).

    ... A Beppe Grillo bisognava accettarlo e dargli un microfono. Perchè potesse spiegare come mai vuole un parlamento senza pregiudicati (quando Beppe stesso è stato condannato per omicidio colposo plurimo: e infatti ha tre morti sulla coscienza!).

    Pellizzer (anticlericale "fastidioso" e sinistroide)

    RispondiElimina
  39. Posto che non simpatizzo affatto per i "disubbidienti", perché - come ho già detto altrove - ritengo che le regole (diritti, doveri, opportunità) debbano valere sempre e allo stesso modo per tutti, e perché il non rispettare le regole che "non ci piacciono" ci mette sullo stesso piano di Berlusconi quando invitava a non pagare le tasse (una "regola che non piace", appunto), ho dei seri dubbi anche sulla buona fede di Grillo. É assolutamente demagogico considerare i politici come un qualcosa di estraneo alla società, un qualcosa di piovuto da chissà dove, quando invece essi, purtroppo, ci rappresentano in tutti i sensi. Il consenso popolare a Berlusconi (che purtroppo c'è, ed è inutile fingere di negarlo, o ignorarlo) deriva proprio dal fatto che troppi italiani si identificano con la sua "furberia" più che con l'onestà e la serietà di altri, con l'apparente "facilità" del successo televisivo più che con l'impegno e le capacità lavorative...
    E purtroppo, dall'altra parte non si è saputo creare una "controcultura" accettabile al berlusconismo, e troppi amici (dire "compagni" non mi suona bene) del PD sono scivolati sull'imitazione dei metodi di gestione di un potere considerato "personale" che caratterizza Forza Italia (senza pensare che, tra l'originale e l'imitazione, a pari prezzo si sceglie l'originale!), e la cosiddetta "sinistra alternativa" (arcobaleno o arlecchino) si rivolge a un pubblico che non esiste più utilizzando un linguaggio di trent'anni fa (Diliberto, per esempio, dà l'idea di essere una persona intelligente e preparata: ma come fa a pensare che i voti si sono persi perché si è tolta la falce e martello - Turigliatto ce l'aveva, e si è visto quanti voti ha ottenuto! - e a offrirsi di ospitare la salma di Lenin? Sono quelli i problemi dell'Italia?).
    Come se ne esce? Non lo so. Purtroppo, in Italia, dopo la Resistenza, chi poteva forse davero "cambiare" il nostro Paese (cioè gli Azionisti, anche questo l'ho già detto) ha perso la sua partita ed è sparito, lasciando il posto a un "clericalismo" - cioè l'adesione acritica a idee preconfezionate - del quale la faziosità di molti forzitalioti ("ma anche" dei disubbedienti di cui sopra, che ai berlusconiani somigliano più di quanto non si creda, come si somigliano tra loro i dogmatismi e i fondamentalismi di ogni tipo) è solo l'espressione più recente (e speriamo l'ultima).

    RispondiElimina
  40. cavallo pazzo31/10/08 10:35

    Molto interessante questo dibattito, perché contiene spunti di riflessione. Personalmente, pur di sinistra, penso che la colpa di questa situazione sia bipartisan, anche se la Gelmini ha un po' esagerato con le sue riforme. Avrebbe almeno potuto farle un po' per volta e consultando anche la minoranza. Le imposizioni non fanno mai bene a nessuno.

    RispondiElimina
  41. @Alberto
    Leggi bene tra le righe. Non mi sembra esser troppo fuori dal tema.

    RispondiElimina
  42. Fuin
    Io avevo capito la metafora, ma quanti l'hanno capita dei 2412 visitatori (la notizia è rimasta tutto il giorno in home su ok notizie) che del nostro dialetto sanno una mazza? Credi che questo blog lo leggano solo nel Ponente ligure?

    RispondiElimina
  43. In tutto questo una magra - ma non indifferente - consolazione è leggere le parole di c.e.g.
    Finalmente qualcuno che riesce ad articolare un ragionamento.

    RispondiElimina
  44. Non proprio Bertrand Russell.

    RispondiElimina

  45. Offerta d'aiuto

    Buongiorno,
    Innanzitutto ve li consiglierei di diffidare delle offerte sul netto e
    gli avvisi. Poiché più del 90% di quest'avvisi sono fraudolenti. Al
    giorno d'oggi ci sono sempre più frodi. Volevo prendere in prestito
    denaro, dopo avere inviato un avviso, ogni giorni io ricevono più di
    25 messaggi nulla che truffatori che chiedono denaro siano dicendo
    spese di cartelle. Ed eliminavo il loro messaggio ma un giorno sono
    caduto su una persona nominato leonido veronas, credevo che facesse
    partito anche dei truffatori del netto ma alla mia grande sorpresa
    quest'ultimo è diverso, egli mi ha fatto un prestito di 40.000 euro
    con un tasso molto bene di 2% rimborsabile sul numero di tempo che
    desiderate. Ve lo confermo e se succedesse che ricercate di prestito
    contattate per mail. Ecco la sua posta elettronica:


    leonidoveronas@gmail.com

    NB li riassicuro e vi giuro che dovrete soltanto pagare le spese di registrazione e di contratto per rientrare in possesso dei vostri fondi.

    RispondiElimina