Pagine

sabato 8 novembre 2008

Antichi statuti di Apricale

statuti di apricale
statuti di apricale

Questa mattina ero nel Castello della Lucertola di Apricale (IM) a fotografare gli antichi statuti. Fa un certo effetto toccare queste fragili pergamene di mille anni fa su cui misero le mani anche i tuoi antenati per apporvi delle firme. E sì, perché in quel periodo il mio paesello faceva comunità unica con Apricale.

Fra questi documenti l'amica Leandra, paleografa, che ha il fiuto di non so quale razza di cani, scoprì dei canti antichi che furono poi cantati in questa occasione.

Ne ho anche approfittato per aggiungere una nuvola alla mia collezione.

statuti di apricale
Apricale

12 commenti:

  1. ah come ti invidiamo!
    quest'anno non siamo riusciti neanche a farci un salto..che tristezza!
    degli statuti ci colpì il fatto si obbligava la comunità a coltivare un tot di terreno ad aglio, per via delle sue proprietà benefiche...
    foto stupenda!

    RispondiElimina
  2. nadiaflavio8/11/08 20:31

    Che vergogna, sono Ligure e non conoscevo questo posto....
    cerchero' di rimediare.
    Ciao Alberto

    RispondiElimina
  3. ho un minuscolo alloggio in questo paese fatato che sembra caduto dal cielo.....penso che lì andrò a passare la mia vecchiaia.Grazie per la magnifica foto

    RispondiElimina
  4. e la nuvola scappò via prima che le venisse voglia di piangere

    RispondiElimina
  5. Davvero molto suggestivo. Molto!

    RispondiElimina
  6. e non c'è la possibilità di metterli on line?
    ho detto una bestialità?

    RispondiElimina
  7. pignasca
    Sarebbe bello mettere tutto online. Basta la volontà e la cultura della condivisione delle conoscenze.

    RispondiElimina
  8. Quanto hai ragione Alberto!!

    RispondiElimina
  9. Paleografa13/11/08 15:02

    Le pergamene non sono fragili: esse costituiscono un supporto assai robusto che, giunto fino a noi, ha permesso di conservare nei secoli testi di straordinaria importanza e documenti di vario contenuto. La carta è stata invece maggiormente intaccata nel corso del tempo, non solo da nocivi "animaletti" ma anche dall'inchiostro che, realizzato con elementi di estrazione chimica, ha in molti casi provocato fori sul supporto. Gli Statuti di Apricale dovrebbero essere studiati maggiormente dal punto di vista paleografico e codicologico; è invece in preparazione una mia pubblicazione sulle pergamene di reimpiego recanti notazione musicale che erano state utilizzate per rinforzare le legature.

    RispondiElimina
  10. claudio nobbio22/4/12 10:17

    metterò il capitolo dei delitti e delle pene dagli statuti nella storia del BOJA DI APRICALE che andiamo realizzando
    Claudio Nobbio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho le foto ad alta risoluzione.

      Elimina

Non fate commenti come "Anonimo". Andate su Nome/URL. Inserite il vostro nickname nel campo "nome", se non avete un blog/sito lasciate vuoto il campo URL.