Pagine

mercoledì 7 gennaio 2009

Luciano

luciano mauro

L'altra sera ho cenato tête à tête, noi due da soli, con Luciano nella pizzeria del Lula. E gli chiedo subito scusa per aver pubblicato questa sua foto che gli ho scattato a tradimento. Non vuole mai farsi ritrarre, tirando fuori le motivazioni più incredibili che poi in fondo è solo una, sempre taciuta e inconfessata. Che una foto gli rubi l'anima, almeno un po'. Lui così generoso con tutti, ma l'anima no, quella è solo sua.

Fu l'unico, Luciano, che al G8 di Genova, seminudo, con un grande balzo, riuscì a oltrepassare la blindatissima zona rossa. E in quella occasione fu definito da Adriano Sofri su Repubblica "il gran vegliardo". Un gesto che travalicò lo stretto significato politico per diventare un atto di arte comportamentista della più genuina.

Siamo amici da una vita. Mi aveva cercato dopo molto tempo quando ero ancora a Milano, e così ce la siamo raccontata, ognuno mettendo tasselli di memoria mancanti a quella dell'altro. Ma non solo memoria, anche sogni di quello che si potrebbe fare ancora assieme, lui io e gli altri un po' dispersi.

Technorati Tags: , , , ,

22 commenti:

  1. Incontri così e amici come questi fanno bene all'anima altrochè.

    RispondiElimina
  2. certo che se i muri di quella pizzeria potessero parlare avrebbero tante di quelle cose da raccontare...

    RispondiElimina
  3. Un amico così, un tesoro doppio.

    RispondiElimina
  4. Scusa non so niente di Luciano, non importa , le sincere amicizie sono importanti e durano nel tempo
    Auguriiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  5. Ricordo luciano che violava la zona rossa vestito completamente
    di bianco.
    Ricordo le serate passate a bere tisane, e il periodo della comune
    sul Roya sotto la galleria prima di Olivetta.
    Saluto un caro Amico.
    Salù

    RispondiElimina
  6. Mi ha sempre affascinato con la sua "cavagneta" a tracolla! Sia nella foto che nella realtà, mi sembra un "vecchio saggio". Non gli ho mai parlato, saggio lo sarà di sicuro, ma vecchio proprio no.

    RispondiElimina
  7. Per essere una foto scattata a tradimento è una gran bella foto... E forse ha ragione lui: a me sembra che un po' dell'anima traspare (anche se non lo conosco personalmente)

    RispondiElimina
  8. E' un uomo senza tempo, l'è lu.
    Sempre bello incontrarlo.
    Bravi.

    RispondiElimina
  9. Con Luciano non ho mai parlato, ma a dirti la verità mi ha sempre affascinato il suo personaggio!

    RispondiElimina
  10. Sono d'accordo con Raggio! Gran vegliardo, poi...non è mica vecchio Luciano!

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo la sua storia. La vostra è una bellissima amicizia.

    Ciao
    Daniele

    RispondiElimina
  12. Bella storia si. Luciano ed Alberto: "vecchi" lupi...

    RispondiElimina
  13. ALBERTO invito te ed i tuoi lettori a passare da me per un appello importante.

    Ti ringrazio di cuore se passerete tu ed i tuoi lettori da me. E' per una causa importante.

    GRAZIE
    Daniele

    RispondiElimina
  14. rudydolceacqua8/1/09 19:53

    Mi fa molto piacere che gli amici si reincontrino sempre. Vi stimo entrambi per le vostre idee sempre uguali! Un saluto anche a Ino.
    Ciao Rudy

    RispondiElimina
  15. Non sapevo che conoscessi quel granduomo che al G8 riusci a violare la linea-rossa. Per favore dimmi che è vero! Quando la sua foto al G8 apparve su tutti i giornali, lessi da qualche parte che Luciano si rivolse al poliziotto che gli si stava avventando addosso per maganellarlo, con un semplice "Hai perso!". Al, fammi un favore, che sei più bravo di me con 'sti aggeggi, trova la foto della ragazza che letteralmente salta nella zona rossa dietro a Luciano. Il filmato dell'avvenuto sfondamento della rete di sbarramento da parte di Luciano e della ragazza (una francese, se ricordo bene, fu trasmesso in qualche servizio di tg e la foto apparve su diversi giornali. Il gesto di quei due mi commosse. Ciao. Mac

    RispondiElimina
  16. Toh, il mio vicino di casa!
    Devo ammettere che da piccolo ne avevo un po' timore. 20 anni fa era già così e quel suo vivere da bohemien mi lasciava perplesso.
    Non ci ho mai parlato, non sono mai andato oltre un ciao, ultimamente lo incontro spesso la domenica mattina.
    Quando racconto che quel signore in barba bianca che ha violato la zona rossa al G8 è un mio vicino la gente sbarra gli occhi, nemmeno conoscessi una celebrità, ma di fatto, forse, nel suo piccolo e a suo modo Luciano è una celebrità.

    RispondiElimina
  17. ...anche solo un uomo potrebbe educare il mondo, grazie per averlo ricordato.

    RispondiElimina
  18. in questo angolo di liguria si sente scorrere il sangue dei druidi e delle fate, degli uomini fuori dal tempo, ogni giorno un piccolo elfo attraversa il ponte del nostro piccolo paese...

    RispondiElimina
  19. Non conosco il personaggio, se è un amico approvo, a prescindere.
    Un saluto.
    Blogger

    RispondiElimina
  20. Mi sento esclusa: lo conoscete tutti!?!!

    ;-)

    RispondiElimina
  21. Grande Luciano, noi siamo amici da tanto tempo, è il padre di una ragazza mia amica e devo dire che tutta la famiglia sono persone di cuore. Mi chiama sempre Renato ma il mio nome è Massimo, ha detto che ho la faccia da Renato e preferisce chiamarmi così. Fai bene a ricordare quell'evento di Genova, perchè vestito di bianco voleva simboleggiare il "no alla violenza", cosa che poi purtroppo non fù così, a causa di persone strumentalizzate da un sistema malato, sia da una parte che dall'altra. Bravo Alberto, per l'amicizia che hai con persone come lui, sopratutto per avere rispolverato un momento come quello.

    RispondiElimina