Pagine

venerdì 2 maggio 2008

A chi date l'otto per mille?

Fra un po' ci sarà da fare la dichiarazione dei redditi e sul modulo c'è la possibilità di devolvere l'otto per mille dell'Irpef a una confessione religiosa.

Io, che sono un non credente, dal 1993, cioè da quando hanno firmato l'intesa con lo Stato, ho sempe messo la croce sui Valdesi perché sono gli unici a mio parere che danno garanzie e trasparenza all'uso che faranno dei soldi incassati con resoconti pubblici. E poi anche per un altro motivo ammirevole che con i tempi che corrono sembra addirittura qualcosa che va oltre la semplice onestà.

Forse non tutti sanno che più del 50 per cento dei contribuenti non indica nessuna fede religiosa. Tutta questa grande massa di denaro viene ripartita in base alle percentuali ottenute dalle scelte dei contribuenti. Così succede per esempio che la chiesa cattolica, che tra l'altro si impegna per l'occasione in una costosa campagna pubblicitaria degna del lancio di un prodotto di massa, incassi più da quelli che non hanno scelto nessuna religione che da quelli che l'hanno espressamente indicata.

Dicevo della campagna pubblicitaria. Ve la ricordate? Sembra da quelle scene che tutti i denari vadano a finire per opere di carità. Balle. La maggior parte del malloppo se lo pappano i preti e i vescovi per diciamo così il loro sostentamento. I Valdesi invece accettano solo i soldi di chi espressamente li ha scelti e rifiutano una somma di denaro che sarebbe anche maggiore. Gente simile merita rispetto.

Leggo che adesso anche gli islamici puntano a questa intesa con lo Stato. Sarà dura, anche se ormai l'Islam è la seconda religione nel nostro Paese.

Technorati Tag: , , ,

16 commenti:

  1. Ho un amico valdese di Torre Pellice che è una persona incredibilmente tollerante e degna di rispetto. Ma non avevo mai pensato, onestamente, a devolvere l'8 x mille a questa parte di "confessione". Il tuo post mi ha ricordato questa realtà più o meno invisibile e degna della massima considerazione, (io vivo in Sicilia). E ho deciso quest'anno di far la croce anch'io per essi piuttosto che per nessuno. Grazie del post.

    RispondiElimina
  2. Anch'io da anni dò il mio 8 per mille ai Valdesi.
    Ma non sapevo che così tanti contribuenti non esprimessero una scelta e che poi la Chiesa cattolica ci guadagnasse più di tutte. Motivo in più per scegliere bene.
    Grazie

    RispondiElimina
  3. In famiglia, nonostante vi sia una larga maggioranza cattolica, si da comunque l'8 per mille ai valdesi, per le ragioni che hai perfettamente elencato tu. Volendo, credo, si possono dare anche ad associazioni tipo arci, ma pure loro sotto sotto mangiano un sacco. Quindi i Valdesi meritano, senza ombra di dubbio.

    RispondiElimina
  4. Buona sera a tutti!!
    sono nuovo (Penso) per gran parte di voi, non per Alberto, con cui ho avuto il piacere di ripranzare il 25 Aprile...La Festa. In quel di Castelvittorio.
    Devo dire che pur essendo io ateo
    convinto, da quando esiste la possibilità di scegliere a chi devolvere, parte del mio reddito ho sempre scelto i Valdesi.

    RispondiElimina
  5. paz83
    Forse stai confondendo l'otto per mille col cinque per mille. Il primo è destinato solo a confessioni religiose, il secondo ad associazioni culturali o umanitarie.

    Ciao Ino.

    RispondiElimina
  6. Non lo sapevo sinceramente, hanno tutto il mio rispetto.

    RispondiElimina
  7. VI invito a partecipare al mio contest dove potete vincere un Nokia n73

    http://www.stilegames.com/1062/stilegamescom-e-iopagocom-vi-regalano-il-nokia-n73/

    RispondiElimina
  8. si, mi sa che hai ragione, stavo unendo le due cose, vero!

    RispondiElimina
  9. D'accordo per i Valdesi anche quest'anno.

    RispondiElimina
  10. Da quando compilo una dichiarazione di redditi non ho MAI dato il mio 8 x 1000 alla chiesa cattolica. Ho dato la mia preferenza quasi sempre ai Valdesi, qualche volta all'unione delle comunità ebraiche in Italia. In seguito a quanto è successo a proposito del funerale di Piergiorgio Welby la mia scelta è diventata ancora più convinta.

    Ero a conoscenza del meccanismo perverso di ridistribuzione dell'8 x 1000 non dichiarato, e per me questo è un motivo in più per donarlo ad altri.

    RispondiElimina
  11. pignasca5/5/08 13:46

    Io ho dato per alcuni anni il mio 8*1000 alla Chiesa Cattolica. Poi, sono venuta a conoscenza del fatto che, mentre pubblicizzano con una massiccia campagna pubblicitaria che questi fondi saranno destinati ad aiutare chi ne ha bisogno, in realtà l'8*1000 va al sostentamento del Clero.
    La qual cosa mi ha decisamente "disturbato"... Proprio tu, chiesa cattolica, non puoi dire una cosa e poi in realtà fare tutt'altro! E' un atteggiamento che mi disgusta. Forse se dall'inizio avessero detto la verità, chissà, mi sarebbe anche andato bene così... Ma le bugie, soprattutto in questo caso, no mi piaccioni PER NIENTE! e così ho finito per firmare per lo Stato... non troppo convita.
    Questa dei valdesi però non la sapevo... mi sa che quest'anno cambio anch'io.

    RispondiElimina
  12. Sergio Formentelli5/5/08 14:47

    C.O.I. (Cooperazione odontoiatrica Internazionale) è una O.N.G. che, fra gli altri progetti, interviene nei campi profughi palestinesi in Libano.
    Questo progetto è sostenuto da anni dalla Tavola Valdese con i soldi dell' 8x1000.
    Anche questo è un insegnamento di civiltà: protestanti che sostengono musulmani.
    I poveri e i miseri non hanno colore o confini.

    RispondiElimina
  13. @pignasca, il sostentamento del clero comprende anche le cure mediche di suore e preti, non si può essere così generici, sicuramente una parte andrà anche persa in cose futili ma una parte verrà distribuita con buone intenzioni!!!

    RispondiElimina
  14. pignasca6/5/08 13:37

    @gturs: scusa, forse mi sono spiegata male.
    Intendevo dire, che la pubblicità che in questo periodo passano con assiduità, si deduce che l'8*1000 serve per opere di carità, intese come mense per i poveri, costruzioni di case/scuole, cure mediche ai bisognosi.
    che li usino per il clero è assolutamente giusto, niente in contrario: BASTAVA DIRLO! Se lo avessero detto, io (come altri) a conoscenza della VERITA' potevo scegliere di destinare ancora alla chiesa il famoso 8*1000.
    E' la bugia che mi dà enormemente fastidio, non la destinazione!

    RispondiElimina
  15. Volevo ringraziare alberto e le persone che hanno postato commenti su questo argomento, in quanto io sono valdese e mi ha fatto molto piacere leggere i vostri commenti: ho pensato che forse ad alcuni farà anche piacere saperne di più, ad es. su come si può presentare un progetto sociale/umanitario o culturale per chiedere alla Tavola Valdese di accedere ai nostri fondi OPM, e avere ancora più dettagli su come questi fondi li abbiamo utilizzati fin qui. Posso confermarvi, dall' "interno" della nostra piccola chiesa, che come avete detto anche voi nemmeno un euro va per lo stipendio ai nostri pastori/e o alle nostre attività di culto (che ci teniamo a "pagarci" da soli, "libera chiesa in libero stato":-)..): se vi interessano queste cose, andate a www.ottopermillevaldese.org
    Spero quindi di esservi stata utile - e grazie ancora della fiducia che alcuni di voi hanno voluto accordare alla nostra piccola chiesa..

    RispondiElimina
  16. Ormai da anni destino il mio 8 per mille alla chiesa Valdese perchè ammirato della sua storia e del suo presente. Non posso che confermare la bontà di questa scelta.

    RispondiElimina