Pagine

giovedì 4 marzo 2010

Solo una di queste notizie è falsa

Un capitolo di Petrolio di Pier Paolo Pasolini, trafugato o rubato dopo il suo assassinio, sarebbe nelle mani di Marcello dell'Utri, che lo presenterà il 12 marzo alla "Mostra del Libro antico".

Un corista nigeriano gay che canta per la Santa Sede sarebbe coinvolto in un giro di prostituzione che riguarda Angelo Balducci, ex presidente del Consiglio superiore dei Lavori Pubblici.

Il senatore calabrese Di Girolamo eletto come rappresentante degli italiani all'estero grazie a una falsa residenza in Belgio, in una strada inventata, definito "mio schiavo" da un faccendiere nazista e considerato punto di riferimento della 'ndragheta nelle istituzioni, è stato applaudito in Parlamento da molti colleghi del Pdl.

Esperti della Lega Calcio si sono confrontati con esperti della tradizione orale nel Triveneto per stabilire che l'esclamazione "Orco Diaz", sfuggita di bocca al calciatore del Chievo Marcolini, non è da considerare blasfema, mentre risulta punibile "Zio Cane" a patto che il labiale, visionabile nei filmati, sia inequivoco.

Un trapezista licenziato, per la disperazione, ha cercato di lanciarsi dal palazzo di fronte dentro il Quirinale per conferire con il Capo dello Stato.

Una sola delle precedenti notizie è falsa. Tutte le altre sono vere: sapreste dire quale?

Michele Serra

da "L'amaca" di oggi

22 commenti:

  1. Vediamo...
    Su Dell'Utri mi viene da pensare ma ha tutti i diari sto qui (oltre ad un sacco di cose irripetibili)
    Uhmm.. il corista è vera
    Di Girolamo purtroppo (sottolineato) è vera
    Quella della Lega Calcio mi sa che è vera!
    Direi il Trapezista! (anche se due cosine avrei da drile anche io al president)
    saluti

    RispondiElimina
  2. Secondo me è l'ultima. Dell'Utri ha di sicuro qualcosa di Pasolini.

    RispondiElimina
  3. mmmmmmm quella del trapezista ma solo perchè conosco la piazza è la distanza fra i vari palazzi è notevole


    certo che anche le altre notizie fanno venire i brividi però

    RispondiElimina
  4. opto anch'io per l'ultima. Le altre mi sembra di averle lette qua e la;))
    roberta

    RispondiElimina
  5. Sì, il trapezista. A meno che non si intenda per "notizia falsa" non che Dell'Utri abbia detto di possedere il dattiloscritto pasoliniano, ma che lo possegga veramente (anche i "suoi" diari di Mussolini si sono rivelati di dubbia autenticità: ma la storia era già stata raccontata in un vecchio sceneggiato con protagonista Paolo Stoppa - il sosia anziano di D'Alema...)

    RispondiElimina
  6. Non c'è mica tanto da stare allegri, ma la quarta notizia mi sta provocando risate convulse. Mi sembra persino la meglio rappresentativa della situazione del nostro paese, oggi.

    RispondiElimina
  7. Direi il trapezzista... :-)

    RispondiElimina
  8. A me sembra che quella del trapezista
    sia troppo facile da indicare come falsa, però siccome io prendo spesso cantonate può darsi che effettivamente lo sia.
    Il dubbio m'è venuto sulla notizia degli esperti della Lega Calcio.
    Ad ogni modo si vince qualcosa se qualcuno indovina?

    RispondiElimina
  9. Dell'utri ha sempre cose che gli altri non hanno.

    Come i famosi diari del duce. Per il resto, fa sorridere il fatto che tutte le notizie possano essere effettivamente tutte vere. E al contempo tutte false. Sono talmete stupide che ormai non ce ne rendiamo conto.

    RispondiElimina
  10. sono in sintonia con Ross, forse l'unica vera è proprio l'ultima...

    RispondiElimina
  11. Il labiale, il labiale... il consulto c'è stato, e dopo ore di serrato confronto confronto si è deciso che il labiale non può costituire prova sufficientemente attendibile: tutti i giocatori pronti a bestemmiare in playback, come pesci sott'acqua.

    RispondiElimina
  12. gian paolo4/3/10 18:55

    Non mi pare esista un palazzo da cui lanciarsi dentro al Quirinale.
    Il problema però si pone per gli eventuali nipoti della famiglia Cane, quando devono designare un loro zio, se l'assonanza delle due parole è da considerare blasfema.

    RispondiElimina
  13. Ma no dai... è chiaro: l'unica notizia falsa è il titolo... ovvero non ci sono notizie vere nel post... sono tutte notizie false, ma del resto è evidente no, scusa dai basta leggerle, sù... e se no che paese sarebbe... Come dici?!... Ah, è l'Italia... sono cose che sarebbero avvenute in italia ?...mmmhh

    spetta spetta allora, che rileggo per bene...

    un saluto da Altrove

    RispondiElimina
  14. La cronaca non ci stupisce più, tanto è stata superata dall'illogico scorrere degli eventi.

    RispondiElimina
  15. Io di solito gioco solo se vinco qualcosa. Si vince qualcosa?

    RispondiElimina
  16. Mmmmh... certe nefandezze le ho lette sul web o sentite in tv, quindi direi che son vere... altre sono talmente sordide che non possono essere false (sigh!)...
    Direi che punto sul trapezista.

    RispondiElimina
  17. @monticiano e aleph
    Mi dispiace per voi ma non si vince niente.

    RispondiElimina
  18. Tra tanti acrobatici personaggi, l'intruso potrebbe essere proprio il trapezista.

    RispondiElimina
  19. Credo sia il trapezzista, capisci che una simile notizia avrebbe scatenato tutte le reti...però, come mezzo per andare a dire un paio di "cosuzze" a Napolitano non sarebbe da scartare.

    RispondiElimina
  20. La notizia falsa è quella del trapezista sicuramente.

    RispondiElimina
  21. Come dice Tina se un trapezista avesse tentato un'impresa del genere ne avrebbero parlato tutti e quindi è quella falsa. Ma nel tritacarne dell'informazione ormai troppe volte è difficile distinguere il vero dal falso, anzi succede che il falso appare vero e il vero appare falso. Guy Debord ha sempre più ragione.

    RispondiElimina
  22. La Talpa6/3/10 13:08

    Farsa anti-bestemmia
    Esperta labiale salva Scurto...

    Una comica. Una farsa. La norma anti-bestemmia, voluta dalla Figc, non funziona, non può funzionare. Dopo Marcolini (che imprecava Diaz, non si sa se il generale o l'ex calciatore argentino Ramon...), adesso è stato salvato anche Scurto. "Zio porco", l'espressione rilevata dalla prova tv a carico di Peppe Scurto, difensore siciliano della Triestina e primo squalificato con prova tv per bestemmia del calcio italiano. Adesso Scurto è stato assolto dalla Corte di Giustizia federale. Accolto il reclamo perché l'avvocato Rigo e il suo collega Diana hanno prodotto una dichiarazione "pro veritate" della signora Loredana Goldaniga, una sordomuta insegnante di linguaggio per sordomuti e di lettura del labiale, che ha attestato su carta bollata che l'espressione proferita durante Lecce-Triestina e che al giudice sportivo Tosel era sembrata blasfema era l'imprecazione gergale "zio porco". Scurto ha potuto fare appello perché punito dalla prova tv. Il tecnico del Chievo, Di Carlo no, pur avendo avuto anche lui un solo turno di squalifica perché non è prevista procedura d'urgenza quando la segnalazione arriva dallo 007 delle procurta federale. Scurto è apparso sooddisfatto dalla cancellazione della squalifica: "Il mio onore è salvo: io sono una persona religiosa e non ho mai bestemmiato, mi dà anche fastidio sentire altri farlo. E poi questo record pazzesco: sui giornali, sulle prime pagine come il primo giocatore squalificato per prova tv per una bestemmia era assurdo. Ho preteso la procedura d'urgenza e voluto che la signora Loredana leggesse il mio labiale, ma la norma è sbagliata e va rivista subito altrimenti ogni settimana ci troveremo di fronte a gente infangata. E' una norma equivoca: il giudice deve mettersi a leggere un labiale..." Così non va, bisogna che la Figc trovi una via d'uscita. Ci sono già state proteste perchè la regola è stata fissata a stagione in corso, ma ora la faccenda si sta complicando. E ci sono anche dubbi sulla costituzionalità della norma.

    RispondiElimina

Non fate commenti come "Anonimo". Andate su Nome/URL. Inserite il vostro nickname nel campo "nome", se non avete un blog/sito lasciate vuoto il campo URL.