Pagine

venerdì 26 ottobre 2007

Il Vaticano festeggia la Marcia su Roma

Prelati che fanno il saluto romano
Gerarchi fascisti assieme ad alti prelati

Domenica 28 ottobre 2007, anniversario della marcia su Roma, saranno beatificati in San Pietro 498 franchisti, tra appartenenti al clero e laici. Secondo i prelati spagnoli, sono “martiri della Repubblica”. Sarà la più numerosa delle beatificazioni mai realizzate.

La gerarchia vaticana con questa azione di massa entra violentemente nel dibattito politico spagnolo. Il governo Zapatero sta infatti per varare una legge sulla memoria che condanni il franchismo e la chiesa cattolica spagnola che lo appoggiò fino all'ultimo.

La beatificazione di 498 franchisti presentati come martiri è uno dei tanti esempi di revisionismo storico di cui la chiesa si è servita nei secoli per occultare o comunque giustificare le sue malefatte. Raccontano adesso che il clero fu vittima di sanguinari comunisti quando invece fu proprio questo clero parte integrante della reazione fascista che portò la Spagna alla guerra civile e all'instaurazione della dittatura.

Scegliere poi questa data che segnò l'inizio del fascismo in Italia con tutte le sue tragedie è un vero affronto al nostro Paese. Il presidente Napolitano è un antifascista? Il presidente Prodi (per quel che possa contare in queste ore) è antifascista? Che tirino fuori le palle, se le hanno, e si facciano sentire. Sarà difficile.
prelati nazisti
Hitler stringe la mano a preti cattolici

L'anno scorso, in occasione dell'anniversario della marcia su Roma, scattai queste foto.

7 commenti:

  1. Sinceramente ho questo dubbio: 498 persone bollate come franchisti in quanto religiosi, oppure 498 franchisti che nella loro vita erano religiosi?
    Nella prima ipotesi le beatificazioni ci potrebbero anche stare, ma non solo il solo a domandare
    ¿es que la Iglesia católica y la derecha española piensan que entre los republicanos que murieron a manos de los golpistas no hubo personas que profesaran sinceramente la religión católica? ¿Por qué no cuentan también con ellos? ¿Es que realmente piensan que siendo republicanos era imposible que fueran creyentes?

    Beatificare 498 persone di una parte e 0 della parte avversa e' un assurdo, e' una istigazione alla prosecuzione della guerra civile.

    Credo che le persone di buon senso dovrebbero usare il messaggio di Cristo contro le gerarchie cattoliche: amarli, pregare per loro, porgere l'altra guancia. Ammonirli ma lasciarli fare liberamente.
    Quando si accorgeranno di avere travisato il cristianesimo alienandosi il rispetto degli uomini, forse si daranno finalmente all'ippica, oppure, pentiti, torneranno come il figliuol prodigo alla casa della loro famiglia umana, chiedendo perdono.

    RispondiElimina
  2. ottimo articolo, daremo voce.
    Papa-Nazi non si smentisce.

    Gesù cristo non è più appeso su una croce,
    ma su una svastica.


    salutationsss
    V.

    RispondiElimina
  3. Vedremo come giornali e Tg affrontano la notizia.

    RispondiElimina
  4. io credo che la chiesa consideri queste 498 persone come cattolici più che franchisti....mi piacerebbe vedere presto beatificati i tanti martiri cattolici della cina e delle missioni sparse nel mondo...morti per cause non ancora accertate e nemmeno divulgate

    RispondiElimina
  5. Che tristezza! Adesso capisco sempre di più quello che afferma Odifreddi nel suo libro "Perchè non si può essere cristiani". E pensare che ci sono brave e sante persone che aspettano da tempo l'onore degli altari!
    Per essere santi "ufficiali" occorrono soldi e appoggi politici...

    Sandro Oddo

    RispondiElimina
  6. genzianella17/12/07 01:28

    quando si dice ignoranza! cioè i g n o r a r e!
    Prima di scrivere spropositi, occorre informarsi.
    Le 498 persone sono dei martiri cristiani, uccisi perchè non hanno apostatato, come purtroppo fanno oggi i cristiani pantofolai!
    In quanto ai signori scrittori, che sparlano della chiesa, ormai la minestra è stata talmente riscaldata che da la nausea!

    RispondiElimina
  7. chissa quando la chiesa smettera di trattare i suo finanziatori come delle pecore beee beee beati cosa vuol dire perche' non beatificano tutte quelle persone che la chisa a sterminato direttamente e indirettamente.
    Ma si certo sono bravi aiutano i popoli oppressi dalla fame questi prelatoni grassocci chissa cosa succederebbe se ci fosse piu' giustizia mi sa che anche loro dovranno andare a lavorare e smetteranno di fare i mantenuti
    la chiesa e la sua comunita' è la proiezione inconscia della scarsa crescita morale ed etica del suo gregge.
    loro esistono perche c'e il male
    loro sono il male spingono l'evoluzione e la crescita individuale solo dove a loro interessa per potere solo per il potere.

    RispondiElimina