Pagine

lunedì 14 aprile 2008

Neologismi

yogurteria
Milano, Porta Venezia

Non si sa cosa ci aspetta stasera o stanotte, quindi è meglio cominciare la settimana con leggerezza.

Ieri quando ho visto questa insegna prima me la sono ripetuta mentalmente poi ad alta voce per vedere come suonava, tanto che chi era con me, ma sei scemo? Ci sono neologismi e neologismi. Alcuni, quando li sentiamo o li leggiamo per la prima volta ci piacciono subito. Sarà che suonano bene, sarà che proprio mancava quella parola che le novità del vivere avevano resa necessaria. Altri invece ci gracchiano nelle orecchie e proprio non ci vanno giù, e più li sentiamo più ci rendiamo conto che sono questi che rovinano la nostra ancor bella lingua. Voi come la pensate?

13 commenti:

  1. Poteva anche andar peggio: pensa se scrivevano "Yogurtoteca"!

    RispondiElimina
  2. matrixpigreco14/4/08 12:30

    Vicino a Piazzale Loreto, a Milano, c'è un "Occhial house". Comunque mi danno fastidio molte parole inglesi di cui si potrebbe fare a meno.

    RispondiElimina
  3. meglio di "sala da yogurt" o yogurtlandia

    RispondiElimina
  4. Bella l'idea, bello il carattere grafico, semplice e chiaro, bocciata la parola: forse "yogurt house", sarà perchè a Bordighera non mi piace "spaghetti house" e preferirei "spaghetteria".
    Insomma il concetto è di non mischiare le lingue...
    Bello anche yogurtlandia, come ha detto skip

    RispondiElimina
  5. Che dire di una buddineria (che poi non capisco perche' ha la doppia b) nella mia citta'.
    Tutte le volte che vedo quella scritta rabbrividisco.
    A meno che anziche vendere budini (come sembrerebbe) non ci sia qualcosa di religioso dietro...bhooo
    ciao

    RispondiElimina
  6. Penso che di certi neologismi non se ne può fare a meno.

    Ma di certi altri (e soprattutto di certe parole straniere!) se ne potrebbe fare ASSOLUTAMENTE a meno!
    un po' più di italiano non guasterebbe....

    RispondiElimina
  7. considerando che abbiamo la lingua più bella del mondo e la schifiamo, neologismi come questo sono peccatucci veniali, anzi, simpatici.

    RispondiElimina
  8. a me non questo non suona poi così male

    RispondiElimina
  9. Leggo su Wikipedia che yogurt è un vacobolo turco, mentre il suffisso italiano -eria deriva dal francese -erie (ma in precedenza latino) e indica un'attività di produzione artigianale o industriale e il luogo dove il prodotto si vende, come cartoleria, libreria,salumeria....
    Il termine yogurteria risulta quindi dalla composizione corretta di due vocaboli,e una volta tanto, nessuno dei due inglese.
    Del resto in italiano non esiste un termine che sostituisca yogurt, o vogliamo chiamarlo latte coagulato con fermenti attivi.
    Per tante parole che scompaiono dal nostro linguaggio perchè la realtà a cui si riferiscono non esiste più,vedi modisteria, drogheria,merceria,cappelleria,barberia...altre se ne affacciano per definire attività emergenti, concetti, cose nuove, che fanno parte del nostro tempo e sono uno degli effetti della globalizzazione.
    Certo io non me la sento di chiamare "calcolatore elettronico" il "computer",ma preferisco dire "fine settimana" piuttosto di "week-end",rispondere "d'accordo"o "va bene" anzichè "OK", visto che l'italiano esprime perfettamente i concetti.

    RispondiElimina
  10. Ciao! Mi chiamo Stefano, ti va di fare scambio link, per aumentare le nostre visite ai nostri blog? Io ho tre blog e ti linkerei su tutti. Mi linkeresti i miei due blog, con i nomi a finco ai link?

    http://flo1979.splinder.com/ Il blog di Flo

    http://nilm.splinder.com/ Nobody’s like me

    http://www.myspace.com/lookformeinyourlife Myspace Nobody’s like me


    Se anche a te va bene lo scambio link, scrivimi a lookforme@libero.it, indicandomi il link e il nome che devo collegare al link!!! Ciao e grazie. Stefano

    RispondiElimina
  11. Ma non è che mi piaccia molto..
    Io l'avrei chiamata "La cantina dello Yogurt", ma io ammetto che ho gusti orrendi. ;-)

    RispondiElimina
  12. In verità io l'avrei chiamata cantina e basta... perché non ho troppa simpatia per lo yogurt né in nome, né in sostanza.

    Rassegnamoci, gente! La lingua è una cosa viva e si contamina per trasformarsi. E' sempre successo ed è inevitabile.
    E' patetico il tentativo dei francesi di barricarsi nel loro idioma e "francesizzare" ogni termine straniero rendendolo ancora più incomprensibile ed orrendo.

    E' inevitabile l'ingresso di termine stranieri ed occorrerebbe farlo nel debito rispetto della loro sinossi e della nostra grammatica, per rendere la tranformazione linguistica una evoluzione e non uno scombussolamento.

    Come è già stato rilevato quindi, Yogurteria va bene, come andrebbe bene yogurtificio se fosse un laboratorio artigianale o yogurtoteca se ci si facessero saggi o assaggi di molti tipi di yogurt... ed ora scusate, devo andare urgentemente per una scaglia di pecorino ed un bicchiere di lambrusco come annaffio!...

    RispondiElimina
  13. Lucio Musto16/4/08 00:16

    scusate, ho pasticciato col nome.
    sono Lucio Musto, ed ho inserito il commento culminante col pecorino ed il lambrusco

    RispondiElimina