Pagine

venerdì 25 aprile 2008

Resistere, resistere, resistere

Riuscirà il Partigiano Johnny a resistere 5 anni?


Oggi mi ritrovo come ogni 25 aprile con i partigiani della val Nervia (IM) che militarono tutti nelle Brigate Garibaldi. Ogni anno che passa il drappello di questi uomini si fa sempre più sparuto e qualcuno vorrebbe falsificare la memoria storica di quello che fecero. Mala tempora.

lapide partigiani
[clic sopra per ingrandire]

18 commenti:

  1. analfabeta.25/4/08 08:11

    a commemorare questo 25 aprile non parteciperà il comandante della brigata Majella,Domenico Troilo.

    Non c'è revisionismo che possa cancellare il fatto che egli con i suoi uomini scese dalle montagne abruzzesi e si mise in marcia liberando molte città,tra le quali Bologna,da nazisti e fascisti.
    Questa storia è la mia storia.
    25 aprile 2008

    RispondiElimina
  2. "Aldo dice 26 per 1". E' una frase storica per il Piemonte. Al primo che la spiegherà su questo blog, una calorosa stretta di mano... Buon 25 Aprile a tutti!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. @silla... giorno ventisei ora una di notte, fai riferimento al telegramma diffuso Clnai a tutti i comandanti per dare inizio all'insurrezione....

    RispondiElimina
  4. quello che conta è mantenere viva la memoria VERA contro ogni falsificazione (che ahimè la Rete riesce a diffondere e a moltiplicare con grande facilità). è un dovere morale. lo dobbiamo ai nostri nonni o padri, ma soprattutto ai nostri figli che hanno la stessa età di quei due ragazzi che sono in cima al triste elenco della lapide di Isolabona.

    RispondiElimina
  5. Tenere viva la memoria è fondamentale!

    Ho citato qui il tuo post:

    http://scientificando.splinder.com/post/16875786#comment

    RispondiElimina
  6. Mi spiace non poter partecipare al meeting di Castelvittorio ma se hai tempo salutami i discendenti di Artù che nel 1924 ha impedito a mia madre di recitare un poesia in presenza delle massime autorità del ventennio perchè non bardata da "piccola italiana" Corsi e ricorsi storici; ieri il Duce, oggi l'Unto...

    RispondiElimina
  7. Non capisco la tua domanda sul resistere cinque anni.
    @Fuin, oggi è un giorno di festa per tutti gli Italiani!!!

    RispondiElimina
  8. mala tempora eccome... c'è chi incontra i partigiani e prova a ricordare le radici della nostra democrazia e c'è chi incontra un certo Ciarrapico...

    anecòico

    RispondiElimina
  9. "Aldo dice 26 x 1 stop. Nemico in crisi finale stop. Applicate piano E 27". Il messaggio cifrato indica a tutte le formazioni partigiane, attestate nella prima cintura di Torino, che l'inizio dell'attacco finale è fissato per il 26 aprile alle ore 1. Torino era già insorta, gli operai avevano occupato le fabbriche, tedeschi e fascisti scorrazzavano per la città e si rischiava un massacro. Bisognava intervenire subito nonostante un ultimo falso contrordine.
    @gturs: congratulations!!!!!!

    RispondiElimina
  10. @gturs....l'Unto non festeggia ma sta lavorando per mettercela nel......
    Mi ricordo del figlio di "giasciapaternostri" che lavorava solo il 25 Aprile. Durante il corteo attraversava in lungo ed in largo " u Buteghin" con il sacco di "pita" sulle spalle e "u magagliu " per prepararsi ai festeggiamenti del 1^ Maggio.

    RispondiElimina
  11. Ricordiamoci di non dimenticare.

    Bello,Fuin, "giasciapaternostri"!

    RispondiElimina
  12. annarita
    Grazie per la citazione

    gtours
    Resistere a cinque anni per quello che faranno per far perdere la memoria.

    fuin
    Mi dispiace ma non ho trovato i discendenti di Artù.

    RispondiElimina
  13. @fuin: oggi, per onorare il 25 Aprile ha ricevuto Ciarrapico. Sono le 23.43. Non parliamone più per qualche giorno. Dell'Unto ovviamente. Un abbraccio..

    RispondiElimina
  14. Ogni volta che vedo i ragazzini in giro, soprattutto la sera... penso che sarà difficile davvero conservare la memoria...

    RispondiElimina
  15. speriamo di sì... sarà dura ma si chiama pur sempre "resistenza"

    RispondiElimina
  16. nessun politico riuscirà a fare dimenticare e a non trasmettere gli ideali di libertà della nostra storia perchè fanno parte della storia degli uomini e non hanno colore

    RispondiElimina
  17. Grandissimo Fenoglio.
    Si chiama resistenza apposta. Resisteremo.
    Ciao

    RispondiElimina
  18. Avete letto la Riviera stamattina?
    Uno sconcio...il revisionismo che avanza supportato da chi flirta con i fascisti. La Resistenza non si tocca!Alberico

    RispondiElimina