Pagine

sabato 23 febbraio 2008

Francesco Biamonti

Questo sabato, ed è il secondo, non pubblico nessuna poesia, ma visto che ieri a Sanremo si è svolta la quarta edizione del premio Grinzane-Biamonti (vedere il sito) inserisco questo video, "Francesco e il mare", diviso in due parti girato nel 1996 dai ragazzi della terza C dell'Istituto d'arte di Imperia.
Francesco Biamonti, grande scrittore ligure


Francesco Biamonti, un poeta


Francesco Biamonti, nato a San Biagio della Cima.

Francesco Biamonti, coltivatore di mimose.

22 commenti:

  1. HO purtroppo problemi con la scheda audio e sono costretta a ripassare... ciao da Maria

    RispondiElimina
  2. Cosa dire dopo questa lezione di Francesco. Anche con un nuovo vocabolario, e sapendolo usare come Dio comanda, le parole farebbero una gran fatica ad articolarsi tra di loro.....

    RispondiElimina
  3. Torquemada23/2/08 19:52

    Grazie Alberto, ero amico di Francesco e mi sono quasi commosso.

    RispondiElimina
  4. Anch'io grazie, Alberto. Me lo ricordo come fosse ieri e siamo già andati per il settimo anno.

    RispondiElimina
  5. Il suo intimo colloquio con il paesaggio sembra alzare un sipario,aprire un varco per farci comprendere, o solo intuire,il mistero profondo che ci lega alla natura di cui siamo parte e che invece distruggiamo, distruggendo così anche noi stessi.

    RispondiElimina
  6. Accidenti Filo, possibile che io non riesca mai ad essere in disaccordo con te!!!!

    RispondiElimina
  7. Accidenti Filo, possibile che io non riesca mai ad essere in disaccordo con te !!!!

    RispondiElimina
  8. E tre. Io sono Silla e anonimo contemporaneamente.

    RispondiElimina
  9. Sila? (forse Silla?), mi fa piacere che tu sia d'accordo con me, ma vedrai che prima o poi troverai qualcosa in contrario! ciao.

    RispondiElimina
  10. Ciao Filo. Potrei farti un unico, misero, appunto: le tue poesie sono da pubblicare! E non dirmi che le scrivi solo per te. L'editore te l'ho già trovato. Si chiama Alberto. Si è fatto una grande esperienza con quel matto di Taggia.......

    RispondiElimina
  11. @Silla,grazie, troppo buono!:-)
    (Stasera parliamo solo noi due sul blog?)
    Le mie non sono poesie, sono tentativi, pasticci, appunti...ce ne vuole per essere poeti!
    Ma chi è il "matto di Taggia"?

    RispondiElimina
  12. Filo, il matto di Taggia è un bel pezzo di poeta. Ti basti solo questo.

    RispondiElimina
  13. Alberto, non sapevo nulla di Biamonti, lo ammetto. Grazie a questo post posso tentare di colmare la lacuna...

    RispondiElimina
  14. @ Silla, eh no, adesso che mi hai incuriosito non mi basta solo questo...dammi ancora un aiutino...

    RispondiElimina
  15. Ciao Filo, è quasi lunedi. Ho un certo patè d'animo, ma ti voglio aiutare lo stesso. Il "nostro" ha una vaga erre moscia.

    RispondiElimina
  16. @Silla, sì, lo so, è tardi anche per me,ma arrivo da impegni poco lieti e mi fa piacere stare un po' qui con voi.
    Ma...intendi dire...il "nostronostro"di "qui" dove siamo adesso?.. lui ha una leggera "r". Scusa,ma non capisco.
    Magari ne riparliamo. Ciao.

    RispondiElimina
  17. filo ha un'ottima vena poetica, ma è troppo modesta per ammetterlo...incoraggiatela anche voi a scrivere:io ci sto provando da tempo

    RispondiElimina
  18. Filo, ti ho già detto che Lui è di Taggia. Quanti poeti ci saranno mai in quelle terre. Voglio dire poeti con la P maiuscola, beninteso. In ogni caso preparati perchè, a pasquetta, Alberto ci inviterà tutti, aedo taggiasco compreso, nella sua dacia di Isolabona. E allora si che ci sarà da andare in sollucchero, ascoltando le vostre creazioni...

    RispondiElimina
  19. Il bardo di Taggia lo si trova citato anche nell'Intagliatore di Nico Orengo, dove compare come "un eterno giovane", o piuttosto un giovanilista... E il libretto curato da Alberto era molto bello, davvero.

    RispondiElimina
  20. @Alberto, dove si può trovare il libretto che hai curato sul poeta taggiasco?

    RispondiElimina
  21. Quando scendo te lo posso portare.

    RispondiElimina
  22. IL MONDO è UN GIALLO
    "ORA SEI IN CIELO AMIKO MIO"
    IL MONDO è UN COLORE AZZURRO CHE SOVRASTA LE TENDE"
    "ORA SEI UN PIANO CHE TI HAN RACCONTATO"
    IL MONDO è UNA CASSAFORTE
    "ORA SEI UN CAVOLO SENZA RADICI ALCUNE"
    IL MONDO è UNA TAVOLA DA SURF
    "ORA SON UN PALLONE SGONFIO"
    IL MONDO è LIBERO
    "ORA SON UNA CASSAFORTE SENZA ALI"
    IL MONDO è UNA FORMICA CHE SCHIACCI
    "ORA LE MANI SON A TERRA"
    IL MONDO è UNA GALLERIA DI PENSIERI
    "ORA LE ACQUILE SON PIENE DI FURORE"
    IL MONDO è CESPUGLIO CHE SI MUOVE COL VENTO
    "ORA I PICCIONI DEVONO ANCORA VOLARE"

    grande biamonti

    by guido barchi camalli

    socio arci camalli

    RispondiElimina