Pagine

giovedì 14 febbraio 2008

Bandiere e bare

militari italiani in afghanistan
Alzabandiera, ammainabandiera, onore alla bandiera, saluto alla bandiera, bandiera a mezz'asta, bandiera a lutto. E oggi il maresciallo dell'esercito Giovanni Pezzulo ritornerà in patria in una bara avvolta nella bandiera. La guerra, perché di guerra si tratta e non d'altro, continua. E pare che la gente cominci a farci l'abitudine. Ci si risveglia ogni tanto quando un nostro soldato ci rimette la vita, mentre le stragi di civili laggiù, quante ormai?, lasciano indifferenti i più.
militari italiani in afghanistan
Foto di militari italiani in "missione" in Afghanistan.

8 commenti:

  1. analfabeta14/2/08 18:28

    sarebbe bastato non rifinanziare la missione di guerra.

    RispondiElimina
  2. Thanatos senza Eros
    e dire che in un batter di ciglia saremo a Samarcanda dove ci aspetta la Nera Signora.

    RispondiElimina
  3. E quando litigano per il rifinanziamento. Poi passati 2/3 giotni tutto finito :-(
    ciao

    RispondiElimina
  4. E' vero che spesso le morti di innocenti ci lasciano indifferenti..
    ma onore al nostro giovanni pezzullo che operava per la pace e per migliorare la vita di tantissima gente! sono orgoglioso che sia mio connazionale.

    bello il blog, se ti va potremmo scmabiare il link, fammi sapere sul mio se sei d'accordo.
    ciau

    RispondiElimina
  5. Caro Alberto, visto che a quest'ora non c'è nessuno in giro sui blog, mi permetto di chiederti: non sarebbe possibile avere un contrassegno un po' più colorato per noi meschini,rappresentanti unici di noi stessi, che non abbiamo un blog? Quel quadratino grigio col testolino bianco, sa un po' di cippo funerario rispetto al vivace blu e rosso dei blogger.
    Scusa la banalità e cancella pure questo post se ti sembra inopportuno.
    Ciao, aspetto con ansia la poesia del sabato.

    RispondiElimina
  6. Filo, registrati e inserisci il tuo avatar.

    Come vedi dall'ultimo post sono in Liguria, e non me ne sto chiuso in casa, Ciao.

    RispondiElimina
  7. Probabilmente di" missioni"come le intendi te ne capisci veramente poco...le foto che tu hai inserito le ho fatte io nel 2003 in afghanistan e ti posso garantire che li da quando vengono effettuate le "missioni" i civili muoiono di meno. Se vuoi te ne mando di altre...per esempio quelle dove disinfettiamo un bacino malarico...oppure quelle del bambino a cui i talebani hanno tagliato le gambe perchè il padre era un nostro interprete...oppure mentre un nostro medico cura la leismaniosi ad una bambina (malattia che qui in Italia manco le vacche da macello hanno!)...fai te. Laggiù noi rischiamo la pelle per degli ideali e non spetta a me farti comprendere sentimenti che la figlia del Maresciallo ha saputo esprimere al funerale..."papà continuerò la tua missione"! Ciao

    RispondiElimina